Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Unni
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Eserciti orientali
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Giu 21, 2006 8:08 pm    Oggetto:  Unni
Descrizione:
Rispondi citando

Su questi famigerati guerrieri sono veramente tante le informazioni che si potrebbero scrivere e che molti di voi sicuramente conosceranno...
Ho già aperto un Topic, per altro di scarsissimo successo Crying or Very sad , chiamato IL MISTERO DEI CAMPI CATALAUNICI.
Comunque vi è ancora molto da dire su questi cavalieri della steppa, spero che la cosa vi interessi Smile
Originariamente gli Unni rispondevano al nome di Xiongnu (informazione incerta) ed erano i padroni dell'Asia centrale, non si sa perchè ma vi fu un indebolimento nel potere di questo popolo che portò ad una spaccatura tra il Nord ed il Sud del loro regno.
Il Sud al contrario del Nord combattè i cinesi, dopo essere stato sconfitto emigrò verso Occidente.
Gli Unni vengono identificati con il popolo stanziato cicino agli Alani descritto da Dioniso Periegete.
Furono gli stessi Romani ad invitare gli Unni a colonizzare la Pannonia nel 361 sperando di trovare un alleato contro i Sarmati, così fu e nel V sec. gli Unni avevano costruito un vasto "regno" comprendente Gepidi, Slavi, Sciri, Sarmati, Alani e Goti (o almeno quelle tribù che non invasero l'Impero autonomamente).
Sotto Re Rua gli Unni arrivarono ad una potenza tale da richiedere un tributo all'Impero, quando Rua morì ogni possibilità di guerra civile venne eliminata da nipote Attila nel 445 ossia quando uccise il fratello Bleda; solo 2 anni dopo lo troviamo ad invadere l'Illiria e a sottomettere Teodosio II (l'assedio a Costantinopoli fallì per la totale mancanza di macchine d'assedio).
Il successore di Teodosio fu tutt'altro che un debole (per questo pezzo di storia vi rimando a IL MISTERO DEI CAMPI CATALAUNICI sotto Storia e personaggi).
Dopo la sconfitta subita da Ezio ,Attila tentò un'attacco all'Italia nel 452 (espugnò Aquileia i cui abitanti fondarono Venezia) ma la peste e i rinforzi imperiali lo convinsero ad accettare le richieste di Leone I.
Un'anno dopo Attila moriva senza essere riuscito a sferrare l'attacco che aveva organizzato per l'Italia.
Nella Saga dei Nibelunghi vengono descritte le vittorie di Attila sui germani e la sua morte per mano della sorella del re Burgundo nonchè moglie del flagello di Dio.
Anche i Goti narrano in una Saga di un'epica battaglia sul Danubio.

Spero di non avervi annoiato, come al solito aspetto i vostri interessantissimi interventi.

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Mer Giu 21, 2006 8:08 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Il Pitta

Gallus





Età: 39
Registrato: 20/10/05 17:41
Messaggi: 319
Il Pitta is offline 

Località: Verona
Interessi: Storia, Archeologia, Polemologia, Celtismo
Impiego: Studente
Sito web: http://www.fianna-ap-p...

MessaggioInviato: Ven Giu 30, 2006 5:43 pm    Oggetto:  Re: Unni
Descrizione:
Rispondi citando

Gli Xiung-Nu, o Jong-Nu, o Hiung-Nu (lo si scriva come si pare, tanto alla fine è una trascrizione dagli ideogrammi cinesi...) in effetti si vogliono far coincidere con gli Unni.

Questa popolazione delle steppe riuscì con successo a penetrare in Cina e ad imporre la propria egemonia.
Dalle cronache cinesi però traspare il fatto che gli invasori distrussero e saccheggiarono ma non riuscirono ad integrarsi nella società degli sconfitti, rimanendo elemento alieno ed ostile finché non vennero a loro volta battuti e scacciati dal paese da un'altra popolazione barbara di stirpe mongolica, che i Cinesi chiamano Juan-Juan (cfr. "L'Italia dei Secoli Bui" Montanelli-Gervaso).

Interessante è la composizione etnica degli Unni al loro arrivo in Occidente, che fa supporre una forte contaminazione del ceppo originario con elementi Indeuropei.

A parte il caso curioso degli Unni Bianchi, che si distaccarono dal'orda principale e si abbatterono sull'impero Persiano, e che Procopio descriverà come "gli unici tra gli Unni ad avere volti bianchi e non brutti", solo un quarto delle ossa rinvenute nelle sepolture unne è stata ascritta a genti di stipre mongolica (Cfr. "Germanen, Hunnen un Awaren", Catalogo del Museo Nazionale Tedesco di Norimberga).

Da qui ne consegue che nel loro spostamento da Oriente ad Occidente gli unni dovevano aver assimilato profondamente alcune delle popolazioni con le quali erano venute a contatto.

A questo va sommata anche il massiccio utilizzo di ausiliari germanici e slavi da parte degli Unni, e del quale abbiamo ampio riscontro nelle fonti.

Sulle armi e sulle tattiche militari peculiari di questo popolo c'è poco da dire che non sia già stato scritto: l'utilizzo dell'arco composito (Toxon), con rinforzi di corno, osso e tendine, da parte di unità veloci e manovrabili di cavalieri poneva i Romani di fronte ad un nemico conosciuto (arceri a cavallo con arco composito erano massicciamente impiegati anche dai Parti), ma che avevano sempre avuto difficoltà ad affrontare.

Oltre a ciò, a mio parere, ciò che rese gli Unni un aversario così ostico fu in primis l'insolvenza dell'esercito romano all'epoca, lontano anni luce dalla sfolgorante efficenza del passato, e forse quell'impatto psicologico che viene sempre col trovarsi davanti ad un nemico esteriormente "diverso" e nuovo.

_________________
Gioal apPalug il Pitta
della stirpe dei Katti
Brennos dei Fianna apPalug

- Gioal Canestrelli -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Lug 12, 2006 1:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Confermo quello che ha detto Il Pitta dicendo che nella propria avanzata gli Unni divennero una vera e propria Federazione (rimando al Topic sulla BATTAGLIA DEI CAMPI CATALAUNICI) che comprendeva oltre a popoli della steppa alcuni Goti e Germani.
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Eserciti orientali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008