Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Puls del legionario
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gastronomia romana
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Vincenzo

Miles






Registrato: 17/04/12 12:03
Messaggi: 98
Vincenzo is offline 

Località: Ottaviano (NA)
Interessi: Musica, fotografia reflex, caccia, pesca

Sito web: http://www.hardnheavy.it

MessaggioInviato: Gio Giu 07, 2012 5:17 pm    Oggetto:  Puls del legionario
Descrizione:
Rispondi citando

Ho trovato alcune ricette in rete dove, al farro, vengono aggiunte cervella di maiale e mucca, c'è qualche fonte specifica al riguardo? O è un'invenzione moderna? Anche perchè dubito che durante una marcia si avessero queste sostanze in tali quantità da aggiungere alla polenta. Magari le si aggiungeva, insieme a 3000 altre cose, nella vita della città...ma durante una marcia....ho i miei dubbi.

Ho intenzione di prepararmi la puls semplicemente con farro ed olio extravergine di oliva con l'aggiunta, magari, di mezzo bicchiere di latte (lo ho letto da qualche parte, non ricordo dove) o qualche pezzo di carne secca, secondo me più plausibile rispetto a cibi non molto comuni come cervella.

Ho idea una cosa del genere
100g di farro (ho idea di fare un paragone tra chicchi interi e spezzettati), 100ml di latte, 10g olio extravergine, pepe.
Cosa ne pensate?

Tra domani e dopodomani provo questa ricetta.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: Gio Giu 07, 2012 5:17 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Vincenzo

Miles






Registrato: 17/04/12 12:03
Messaggi: 98
Vincenzo is offline 

Località: Ottaviano (NA)
Interessi: Musica, fotografia reflex, caccia, pesca

Sito web: http://www.hardnheavy.it

MessaggioInviato: Ven Giu 08, 2012 12:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dopo una dura sessione di pesi ed essendo alquanto affamato, ieri sera ho provato un pò di ricette a base di farro Very Happy

Per prima cosa ho fatto tre porzioni: chicchi interi, spezzettati e finemente macinati, per un totale di 150g.

Ho messo a cuocere il tutto in tre tegamini separati.
Tempi di cottura:
Grani interi 25 minuti, grani spezzati 15 minuti, grani macinati finamente 5 minuti e, in tempi di guerra e di marcia, risparmiare anche soli 10 minuti è tanto.

Ho fatto 3 varianti:
Farro + sale + latte + pepe + olio extravergine.
Farro + sale + latte + miele + pepe + olio extravergine.
Farro + sale + latte + garum + pepe + olio extravergine.

Se qualcuno è interessato al gusto, bhe, ho trovato mooolto buone tutte le versioni.
Intanto c'è da dire che la poltiglia ottenuta con il farro finemente macinato può essere fatta amalgamare a tal punto da diventare quasi un cibo solido da conservarsi facilmente per il giorno dopo, ma non ho provato la conservazione. La prossima volta lo faccio.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Sab Giu 09, 2012 8:08 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bè vincenzo, non esistono fonti specifiche sul merito.
Però da cuoco appassionato, direi che la presenza del latte nel tuo esperimento implica due cose. La prima: 100 ml (1 etto) per ogni legionario significano 6 quintali di latte per legione al giorno (solo per il pulmentum... ovviamente). Fattibile? Si forse, ma in presenza di quante vacche utili, peraltro da spostare con sè e relativi incaricati, mangimi, e quant'altro? La seconda: sappiamo che il latte negli alimenti accelera la formazione batterica e il marcimento in generale. A meno che la dose di sale (compensata da zuccheri per il sapore) fosse adeguada a scongiurare insediamenti di uova sgradevoli e relative malattie.
In assenza di fonti specifiche dunque, possiamo immaginare cibi particolarissimi per i soli legionari, come la POSCA, che altro non era che l'acqua da borraccia con indispensabile aggiunta di aceto (o argento) per la sola questione disinfettante. Insomma, voglio dire, oltre al possibile e contestuale ricettario dell'epoca, possiamo tentare di espendere le ipotesi anche all'obbligata esigenza sanitario-profilattica? O i Romani erano Captain America? Rolling Eyes
Infatti, l'ultima tua ricetta con garum (che è una salamoia) si potrebbe rivelare non solo affidabile, ma anche coerente con una cucina (quella antica) che solo tra i ricchi godeva di ghiacciaie per il mantenimento dei cibi. Ma non escludere i carpioni e le marinate con acidi, quali aceto e limoni Very Happy I limoni certo, magari non tra l'esercito...

_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Vincenzo

Miles






Registrato: 17/04/12 12:03
Messaggi: 98
Vincenzo is offline 

Località: Ottaviano (NA)
Interessi: Musica, fotografia reflex, caccia, pesca

Sito web: http://www.hardnheavy.it

MessaggioInviato: Sab Giu 09, 2012 10:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dr Domus ha scritto:
Bè vincenzo, non esistono fonti specifiche sul merito.
Però da cuoco appassionato, direi che la presenza del latte nel tuo esperimento implica due cose. La prima: 100 ml (1 etto) per ogni legionario significano 6 quintali di latte per legione al giorno (solo per il pulmentum... ovviamente). Fattibile? Si forse, ma in presenza di quante vacche utili, peraltro da spostare con sè e relativi incaricati, mangimi, e quant'altro? La seconda: sappiamo che il latte negli alimenti accelera la formazione batterica e il marcimento in generale. A meno che la dose di sale (compensata da zuccheri per il sapore) fosse adeguada a scongiurare insediamenti di uova sgradevoli e relative malattie.
In assenza di fonti specifiche dunque, possiamo immaginare cibi particolarissimi per i soli legionari, come la POSCA, che altro non era che l'acqua da borraccia con indispensabile aggiunta di aceto (o argento) per la sola questione disinfettante. Insomma, voglio dire, oltre al possibile e contestuale ricettario dell'epoca, possiamo tentare di espendere le ipotesi anche all'obbligata esigenza sanitario-profilattica? O i Romani erano Captain America? Rolling Eyes
Infatti, l'ultima tua ricetta con garum (che è una salamoia) si potrebbe rivelare non solo affidabile, ma anche coerente con una cucina (quella antica) che solo tra i ricchi godeva di ghiacciaie per il mantenimento dei cibi. Ma non escludere i carpioni e le marinate con acidi, quali aceto e limoni Very Happy I limoni certo, magari non tra l'esercito...


Hai ragione Dr Domus sulla questione dei batteri e della reperibilità/rasportabilità, infatti ho dimenticato di scrivere "opzionale" nella mia ricetta, ma lo avevo in mente.
La varianta con garum, a differenza di come immaginavo, la ho trovata buonissima, forse la mia preferita tra le varianti provate...mentre, invero, mia sorella mi osservava alquanto disgustata mentre io mi godevo la mia poltiglia. Laughing
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Lun Giu 11, 2012 1:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ha ha ha! Immagino. Che garum hai usato?
_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Vincenzo

Miles






Registrato: 17/04/12 12:03
Messaggi: 98
Vincenzo is offline 

Località: Ottaviano (NA)
Interessi: Musica, fotografia reflex, caccia, pesca

Sito web: http://www.hardnheavy.it

MessaggioInviato: Dom Giu 24, 2012 1:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dr Domus ha scritto:
Ha ha ha! Immagino. Che garum hai usato?


Scusa il ritardo con il quale rispondo Dr, ma sono stato lontano da casa. Ho usato garum "per modo di dire", trattasi di colatura di alici di Cetara, comperata in loco.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gastronomia romana Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008