Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Le cohorti equitate.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e tattica militare
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 3:04 pm    Oggetto:  Le cohorti equitate.
Descrizione:
Rispondi citando

Le cohorti equitate erano particolari unità tattiche costituite dall’unione di fanti e cavalieri. Questa unione veniva a creare una unità di nuovo tipo ma ibrida, che raccoglieva i vantaggi di ciascuna formazione originaria.
A questa evoluzione si giunse attraverso una crescente rivalutazione ed ad un maggiore impiego della cavalleria da parte delle legioni, anche se esse erano fondamentalmente formazioni di fanti.
Si era reso necessario fronteggiare, con pari Corpo, la cavalleria avversaria per rendere meno impegnata la fanteria. Si ristabiliva un equilibrio tattico nell’impegno delle schiere, si venivano così ad attenuare di molto le potenzialità belliche della cavalleria avversaria che, lasciandola incontrollata, molti danni era capace di arrecare. D’altro canto l’esistenza e la capacità della cavalleria avversaria non lasciava altra scelta se non il contrastarla con analogo Corpo.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 3:04 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Caesar

Tribunus






Registrato: 15/03/05 23:09
Messaggi: 519
Caesar is offline 






MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 7:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Le moltissime battaglie di C. G. Cesare per la conquista della Gallia lo portarono a scontrarsi ripetute volte i Galli e con i Germani. Quest'ultimi, durante le fasi della lunga guerra, a seconda delle vicende belliche, ricoprirono il ruolo di alleati o di nemici. Nel ruolo di alleati furono usati, prevalentemente, per la loro cavalleria che in quelle regioni era seconda solo a quella dei Galli per i loro cavalli.
_________________
Caesar
Pietro Silva
Milovan Gilas scrisse che la memoria tende a modificare i fatti per farli quadrare con le necessità del presente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 8:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Secondo gli studiosi, non è accertato con sicurezza se tali coorti fossero formate da fanti e cavalieri piuttosto che da fanti montati che all'occorrenza scendessero per il combattimento pedestre o restassero a cavallo per lo scontro equestre
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 8:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Riferendomi al post d Caesar, superato cronologicamente da quello di Silla.

Verissimo.
Fu Cesare che ebbe per primo l'opportunità di fare queste speculazioni e le fece durante le sue campagne galliche dove per molto tempo ebbe modo di osservare le tattiche avversarie.
L'uso della nuova unità era vantaggioso nei luoghi che non erano ampiamente scoperti e di grandi estensioni; quindi zone boschive, rocciose o con ondulazioni morfologiche.
In quelle situazioni i due elementi salienti dell'Unità si coprivano a vicenda con solidarietà applicando le proprie caratteristiche tattiche stante che erano formate da una cohors peditata ed un'ala di cavalleria., ); si trattava di fanti leggeri e cavalieri ausiliari.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 8:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Silla ha scritto:
Secondo gli studiosi, non è accertato con sicurezza se tali coorti fossero formate da fanti e cavalieri piuttosto che da fanti montati che all'occorrenza scendessero per il combattimento pedestre o restassero a cavallo per lo scontro equestre


Non conoscevo questa teoria.
Sono molte le cose non confermate con certezza: e devo ammettere che non ne avevo notizia.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
evo

Tiro






Registrato: 22/01/10 23:45
Messaggi: 31
evo is offline 






MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 7:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Perche' le cavallerie dei Parti diedero sempre filo da torcere agli eserciti romani? Era solo una questione di inferiorita' della cavalleria romana? Question Question Question
_________________
Gennaro Fratino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 8:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Be', aldilà della oggettiva superiorità della cavalleria orientale su quella occidentale, i Parti puntavano molto più sulla cavalleria che sulla fanteria, un'inversione di tendenza vi fu solo nel basso impero. Ma non è vero che diedero SEMPRE filo da torcere ai Romani perché i Romani impararono presto le tattiche necessarie a neutralizzare la superiorità dei cavalieri Parti e successivamente organizzarono delle cavallerie di pari livello. Very Happy
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 8:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Si pensi che fin da subito i Romani impararono a come sconfiggere i Parti: Crasso perde a Carre, anni dopo Antonio - o chi per lui - riesce a ritirarsi senza subire gravi perdite e infliggendo danni ingenti. Per non parlare di Traiano che conquistò la Mesopotamia e via via gli altri che saccheggerono più volte Ctesifonte, la capitale
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
evo

Tiro






Registrato: 22/01/10 23:45
Messaggi: 31
evo is offline 






MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 9:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ma quali erano i rimedi tattici per affrontare la cavalleria parta?
_________________
Gennaro Fratino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mar Feb 09, 2010 9:18 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una buona copertura per la fanteria pesante (inattaccabile dalla cavalleria in corpo a corpo) consistente in tiratori e artiglieria Smile perché non era la cavalleria pesante in sé ad essere un problema era l'unione con gli abilissimi arcieri Parti ad essere letale.
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
evo

Tiro






Registrato: 22/01/10 23:45
Messaggi: 31
evo is offline 






MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 12:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Di che tipo di artiglieria parli?
_________________
Gennaro Fratino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 1:11 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Antonio (vedi resoconto campagna qui
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
), durante la sua campagna in Partia, scoprì che formazioni di fanteria pesante intervallate e frammischiate da tiratori (velites con giavellotti e frombolieri con fionde) avevano molto successo sulla cavalleria partica, costringendola ad allontanarsi dalle formazioni romane.
Queste invece potevano incalzare i nemici, sempre attaccando con lancio di sassi e giavellotti. Gli scudi della fanteria pesante proteggevano queste formazioni miste dalle frecce nemiche. Chiaramente queste formazioni dovevano essere profonde e mai isolate, pena l'accerchiamento e l'annientamento (nel resoconto della campagna ce n'è un'eclatante esempio)

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
evo

Tiro






Registrato: 22/01/10 23:45
Messaggi: 31
evo is offline 






MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 2:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non mi e' chiaro come si potesse ovviare al fatto che la gittata delle frecce partiche era maggiore dei giavellotti e dei proiettili romani; in definitiva non si rischiava il pericolo di essere colpiti senza avere la possibilita' di colpire?
_________________
Gennaro Fratino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 6:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ben presto i Romani si dotarono di tiratori all'altezza del confronto (come i Palmirensi, ottimi arcieri) inoltre potevano contrastare l'azione dei tiratori nemici con una più attenta scelta dei campi di battaglia e dei percorsi.

Sul campo di battaglia non è mai esistita l'arma risolutiva in assoluto, ogni arma è forte contro un'altra ma debole contro un'altra ancora, è la scelta nella composizione della propria armata in relazione a quella nemica, unitamente alle tattiche ed alla conoscenza del campo di battaglia a fare la differenza tra un trionfo, una vittoria di Pirro o un disastro. Smile

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
evo

Tiro






Registrato: 22/01/10 23:45
Messaggi: 31
evo is offline 






MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 8:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

I Palmirensi erano arcieri a cavallo o appiedati?
_________________
Gennaro Fratino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e tattica militare Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008