Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

L'Iniziazione, alcune veloci nozioni..
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Progetto Pietas
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Genius Cucullatus

Flamen






Registrato: 06/03/06 13:18
Messaggi: 94
Genius Cucullatus is offline 

Località: Val di Sambro (BO)
Interessi: I Nodi dell'Incrocio delle Serpi
Impiego: In Vmbra Pvgnabimvs


MessaggioInviato: Sab Ott 07, 2006 2:50 pm    Oggetto:  L'Iniziazione, alcune veloci nozioni..
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Intanto è il caso di considerare che tra gli Antichi, i rituali di Passaggio, fondamentali della Vita, essendo la Vita sacralizzata in ogni aspetto, consistessero in pratiche iniziatiche, quindi colleganti re-liganti a realtà Sottili, e non solo profane, come la 'festa dei 18 anni' o altre modalità associate alle religioni essoteriche moderne, in realtà ormai momenti consetudinari sociali, spesso occasioni piccolo-borghesi di chiacchera e gossip.

Un tempo i passaggi nella Vita di un/a Romano/a, un/a Elleno/a o un/a Gallo/ica erano scanditi chiaramente in associazione stretta con il Senso del Sacro, e della Vita quale ierofania cosmica, e quindi prese molto ma molto sul serio.

Si parla di Passaggi Iniziatici.. andiamo però a vedere la parola "INIZIAZIONE".

Se consideriamo però l'Iniziazione nel senso Massimo e 'proprio' del termine, presa nella sua accezione
rigorosa e legittima l'Iniziazione corrisponderebbe, nell'uomo, ad un REALE cambiamento ontologico e esistenziale di stato, all'apertura di fatto della dimensione della trascendenza...

E possiamo dire con sufficiente certezza che a questo riguardo i casi possibili si riducono a tre soltanto:

Il primo caso è che il diverso Potere lo si possegga già per Natura.

È il caso eccezionale di quella che fu chiamata lla "Dignità Naturale" e non derivante dalla semplice nascita umana; è paragonabile a ciò che nel dominio 'religioso' è definita "elezione"

Gli altri due casi riguardano una "Dignità Acquisita".

In primo luogo si può considerare la possibilità dell'Apparire del Potere in questione, con una conseguente, brusca rottura esistenziale e "di livello", in casi di profonde crisi, di traumi spirituali, di azioni disperate.


In casi di questo tipo è possibile che l'individuo, se non va in rovina o impazzisce, sia portato a partecipare a quella Forza, anche SENZA che se lo sia posto consapevolmente come scopo.

La situazione effettiva deve però essere chiarita dicendo che in casi del genere era stata già accumulata una Energia che le circostanze accennate hanno fatto d'un tratto manifestare, con l'effetto di un cambiamento di Stato: per cui, quelle circostanze appaiono come una Causa occasionale ma non determinante, necessaria ma non sufficiente.

Come se dicessimo che l'ultima goccia non farebbe traboccare il vaso nel caso questo non fosse già colmo da prima, oppure che spaccare una diga non farebbe scatenare l'acqua se quest'acqua non premesse già dietro la diga prima che si incrini.

Il terzo e ultimo caso riguarda l'Innesto del Potere in parola nell'individuo in virtù dell'azione dell'esponente di una Organizzazione Iniziatica preesistente, che sia qualificato qualificato ad Iniziare.

È l'equivalente di quel che nel campo religioso è l'ordinazione sacerdotale, la quale in teoria imprimerebbe nell'individuo un "character indelebilis" che lo qualifica per l'esecuzione efficace dei Riti...

In tutte queste possibilità, si parla di INIZIATO nel senso più alto del termine.

PICCOLI MISTERI E GRANDI MISTERI
__________________________________________

Atteso che per la religiosità ESSOTERICA, quindi il Culto degli Dei o l'aspetto religioso devozionale, NON VI E' NECESSITA' di una 'Iniziazione' ( il battesimo cristiano è la rimanenza formale di una iniziazione giacchè il cristianesimo delle origini si presentava come religione 'misterica'), è opportuno riproporre la distinzione che gli antichi definivano Piccoli Misteri e Grandi Misteri.

I Piccoli Misteri comprendono tutto quanto si rifensce allo Sviluppo delle possibilità dello Stato Umano considerato nella sua Integralità.

Semplificando, si può dire che lo sfondo dei Piccoli Misteri ha un carattere «cosmico» e, in un certo senso, PanEnTeistico. Il loro limite è la Natura, Mater Natura, Mater Magna, il Mondo Manifestato.

I Grandi Misteri concernono propriamente la realizzazione degli Stati Sovrumani.

I Grandi Misteri comportano essenzialmentela conoscenza di ciò che è Oltre la Natura nel Segno della Trascendenza, di ciò che non è «vita» nemmeno in senso cosmico, ma super-vita, Puro Essere.

La conoscenza Metafisica pura appartiene dunque propriamente ai Grandi Misteri.

Si potrebbe dunque parlare di un ri-Nascere nella Vita per i Piccoli, di un ri-Nascere nell'Essere per gli altri, come fine delle corrispondenti Iniziazioni.

Spesso i Piccoli Misteri sono stati presentati come una fase preliminare, i Grandi Misteri come il Compimento.

Ecco che allora si può ipotizzare che i rituali di Presentazione, Passaggio, Guerrieri e Matrimoniali etc.

Si può fare l'esempio della consegna della Lancia e della Toga, come tra galli e romani alla maggiore età, i riti di passaggio all'età adulta nelle società tribali contemporanee come tra gli Indiani d'america o nei rituali Induisti.. etc.. che questi RIENTRASSERO nella Sfera dei PICCOLI MISTERI in quanto avevano/hanno il compito di Stabilire o Rinnovare un contatto con Particolari Potenze della Natura, e quindi compresa la Poleis/Civitas, la Tribù, la Famiglia.

Invece, essere un Druido, un Flamine, un Bramino, una Sibilla, un Politeios Pitagorico, una Pitonessa, una Vestale, o un Pontifex, compiuto, doveva significare essere stati a contatto con i GRANDI Misteri, che riguardano l'Alta Iniziazione sacerdotale/teurgica... inerente la Conoscenza Iper-Cosmica.

Su questa capacità di 'Costruire Ponti' tra manifesto e non manifesto, tra la sponda di quà, e quella Oltre il Fiume, è alla radice della parola PONTIFEX.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
"HOMO HOMINI LVPVS"
"SI VIS PACEM PARABELLVM"

)+Genius Cucullatus+(
Tribunus Magister
II Cohors Praetoria Arcana
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Sab Ott 07, 2006 2:50 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Progetto Pietas Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008