Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Imperator
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Pubblicazioni recenti
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
marco valerio

Veteranus






Registrato: 15/03/09 01:19
Messaggi: 102
marco valerio is offline 

Località: roma
Interessi: mare



MessaggioInviato: Sab Set 11, 2010 12:28 am    Oggetto:  Imperator
Descrizione:
Rispondi citando

Nella forzata convalescenza estiva, ho letto un bel libro di Giulio Castelli sulla figura di Giulio Valerio Maggioriano. Impressionante la descrizione di eventi , fatti ma sopratutto di situazioni ambientali fornite come se lo scrittore fosse presente direttamente sul posto. La figura dell'imperatore , emerge chiaramente mano a mano che ci si addentra nel romanzo. Direi affascinante sotto certi aspetti ma chiaro nel descrivere i fatti della decadenza quando ancora personaggi di carattere tentano le ultime sortite per raddrizzare le sorti dell'impero d'occidente. Ci sono chiari riferimenti allo sfacelo dell'esercito e il desiderio di Maggioriano di tornare all'Excercitus originale ricostruendo il ruolo del centurione. Resta solo un sogno purtroppo.Nei tanti riferimenti storici interessante la figura di Ezio, Galla Placidia ( gia esaminati in altro testo che li propone in termini diversi) Genserico . Spietata l'analisi che viene fatta sui cosidetti "cristiani". Dico spietata poichè probabilmente Teodosio commette un grave errore politico. L'esempio di Giuliano non era bastato.... Angosciante la descrizione dell'Urbe.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Sab Set 11, 2010 12:28 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Lun Set 13, 2010 1:39 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Confermo le tue impressioni Very Happy sto leggendo il seguito "Gli ultimi fuochi dell'impero romano" e, senza rovinarti la trama, mi limito a dire che l'autore rende molto nelle descrizioni della decadenza di Roma e dei suoi intrighi politici, anche i dialoghi sono ben fatti... secondo me però è decisamente carente nella descrizione di fatti militari Confused.
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
marco valerio

Veteranus






Registrato: 15/03/09 01:19
Messaggi: 102
marco valerio is offline 

Località: roma
Interessi: mare



MessaggioInviato: Mer Set 15, 2010 3:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Flavius Stilicho ha scritto:
Confermo le tue impressioni Very Happy sto leggendo il seguito "Gli ultimi fuochi dell'impero romano" e, senza rovinarti la trama, mi limito a dire che l'autore rende molto nelle descrizioni della decadenza di Roma e dei suoi intrighi politici, anche i dialoghi sono ben fatti... secondo me però è decisamente carente nella descrizione di fatti militari Confused.


Ave Stilicho
concordo sulla carente descrizione dei fatti militari ed in effetti è materia questa, poco approfondita. Diciamo che il "sogno" o meglio l'idea di Maggioriano di tornare ad una struttura solida e compatta dell'esercito viene reciso da Ricimero.... Crying or Very sad Resta il fatto della grave anzi gravissima influenza nefasta della nascente chiesa cristiana. Purtroppo quest'ultimo resta un dato storicamente inconfutabile. Non me ne vogliano i cattolici, da cristiano ( che ama il Cristo cristico e non quello Paolino) ho sempre affermato questa teoria. Come tanti, in quei secoli, non hanno avuto il coraggio di vedere oltre il proprio naso.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Tvllia

sagittarius





Età: 51
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2196
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Mer Set 15, 2010 9:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Resta il fatto della grave anzi gravissima influenza nefasta della nascente chiesa cristiana. Purtroppo quest'ultimo resta un dato storicamente inconfutabile. Non me ne vogliano i cattolici, da cristiano ( che ama il Cristo cristico e non quello Paolino) ho sempre affermato questa teoria. Come tanti, in quei secoli, non hanno avuto il coraggio di vedere oltre il proprio naso


Concordo in pieno Very Happy

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Set 15, 2010 10:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Chiesa è un'organizzazione e, come tutte le organizzazioni, si comporta secondo gli interessi dei propri gruppi dominanti e interagisce con le altre organizzazioni sempre con la finalità di prevalere.

Non credo nelle teorie semplicistiche di chi pensa ai Romani dalle intramontabili virtù come ipnotizzati da una Chiesa che voleva il disfacimento dell'impero, nel nome di cosa poi?

Della Chiesa si può dir tutto tranne che abbia promosso la pace nel mondo in passato, specie quando si trattava di estirpare le eresie e i barbari erano eretici quando non addirittura pagani.

Uno dei problemi più evidenti del tardo-impero è senza dubbio la mancanza da parte dei cittadini romani di quel senso civico necessario per impugnare le armi e difendere ciò che si considera come proprio, o forse la verità è che l'impero era divenuto di troppe poche persone, i senatori d'oriente e d'occidente messi inseme possedevano una percentuale enorme di terre ed edifici, quindi per molti coloni le invasioni barbariche dovevano sembrare più che altro un cambio di padrone.

Altro grave problema fu l'incapacità di integrare i nuovi popoli affacciatisi sull'impero, i gruppi di potere dell'impero mostrano, verso la sua fine, una tendenza che sembra anticipare i loro "colleghi" nobili medievali: ossia credersi superiori al resto dell'umanità al punto di disprezzare chi, come i barbari, appariva incomprensibile. L'ostinazione a considerare i goti come usurpatori da scacciare impedì di avere forze sufficienti a respingere i germani, eterni antagonisti dell'impero e causò quello che tutti sappiamo: l'occupazione gotica di Spagna e Italia le prime due grandi conquiste di Roma e, non meno importante almeno a livello di immagine, il sacco di Roma.

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Set 16, 2010 8:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Flavius Stilicho ha scritto:
...............................

Uno dei problemi più evidenti del tardo-impero è senza dubbio la mancanza da parte dei cittadini romani di quel senso civico necessario per impugnare le armi e difendere ciò che si considera come proprio, o forse la verità è che l'impero era divenuto di troppe poche persone, i senatori d'oriente e d'occidente messi inseme possedevano una percentuale enorme di terre ed edifici, quindi per molti coloni le invasioni barbariche dovevano sembrare più che altro un cambio di padrone.

Altro grave problema fu l'incapacità di integrare i nuovi popoli affacciatisi sull'impero, i gruppi di potere dell'impero mostrano, verso la sua fine, una tendenza che sembra anticipare i loro "colleghi" nobili medievali: ossia credersi superiori al resto dell'umanità al punto di disprezzare chi, come i barbari, appariva incomprensibile. L'ostinazione a considerare i goti come usurpatori da scacciare impedì di avere forze sufficienti a respingere i germani, eterni antagonisti dell'impero e causò quello che tutti sappiamo: l'occupazione gotica di Spagna e Italia le prime due grandi conquiste di Roma e, non meno importante almeno a livello di immagine, il sacco di Roma.


Condivido questa analisi; specialmente in merito alla appropriazione delle risorse da parte di una ristretta cerchia.
E' il problema di sempre e presente ovunque. Quando la cerchia, che a quel punto è diventata una "cricca" si appropria delle risorse comuni utilizzando sotterfugi e illegalità "scudati" con leggi "occhiute" e pretestuose, tali da capovolgere il senso della legalità, ecco che presto o tardi, nonostante una vaga percezione di arbitrii truffaldini, nasce la convizione d'essere considerati esclusi dal beneficiare della cosa comune. ... E mancando un riferimento affidabile capace di intestarsi la battaglia dei diritti, nasce la disaffezione sino ad arrivare al limite della sopportazione.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
marco valerio

Veteranus






Registrato: 15/03/09 01:19
Messaggi: 102
marco valerio is offline 

Località: roma
Interessi: mare



MessaggioInviato: Dom Set 19, 2010 11:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Flavius Stilicho ha scritto:

Non credo nelle teorie semplicistiche di chi pensa ai Romani dalle intramontabili virtù come ipnotizzati da una Chiesa che voleva il disfacimento dell'impero,

Uno dei problemi più evidenti del tardo-impero è senza dubbio la mancanza da parte dei cittadini romani di quel senso civico necessario per impugnare le armi
Altro grave problema fu l'incapacità di integrare i nuovi popoli affacciatisi sull'impero, i gruppi di potere dell'impero mostrano, verso la sua fine, una tendenza che sembra anticipare i loro "colleghi" nobili medievali: ossia credersi superiori al resto dell'umanità al punto di disprezzare chi, come i barbari, appariva incomprensibile. L'ostinazione a considerare i goti come usurpatori da scacciare impedì di avere forze sufficienti a respingere i germani, eterni antagonisti dell'impero e causò quello che tutti sappiamo: l'occupazione gotica di Spagna e Italia le prime due grandi conquiste di Roma e, non meno importante almeno a livello di immagine, il sacco di Roma.


Temi interessanti, meritano sicuramente un approfondimento. Concordo su quanto esposto da Stilicho ma spesso mi chiedo : il famoso pragmatismo romano che fine ha fatto in quei secoli?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Lun Set 20, 2010 12:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

marco valerio ha scritto:
Flavius Stilicho ha scritto:
........................
..............................


Temi interessanti, meritano sicuramente un approfondimento. Concordo su quanto esposto da Stilicho ma spesso mi chiedo : il famoso pragmatismo romano che fine ha fatto in quei secoli?

Lo sviluppo che ha portato a questa involuzione è sempre lo stesso. Con modalità differenti; ma sempre uguale.
Il pragmatismo, i valori morali di quella società sono stati prima anestetizzati e poi fatti dimenticare ricorrendo a corruzione e stravolgimento delle istituzioni.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Lun Set 20, 2010 2:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una volta tanto credo che potremo dare ragione a Catone che si scagliava contro i Greci, la cultura greca (non si confonda con quella ellenistica) è decisamente più xenofoba di quella romana. Basti pensare all'etimologia del termine "barbaro", le classi aristocratiche romane (in breve: quelli che decidevano) erano, nel tardo impero, ormai ampiamente grecizzate e non si ritenevano più cittadini ma superiori alla semplice plebe e avevano il terrore che dei barbari riuscissero ad elevarsi alle più alte cariche dello stato grazie ai propri meriti militari (meriti che per gran parte degli aristocratici erano ormai incomprensibili).

Come in ogni società, quando una o più classi sociali riescono a pervertire il sistema affinché gli appartenenti a quelle classi possano vivere parassitariamente rispetto agli altri allora si formano delle correnti conservatrici e reazionarie che si autorafforzano ad ogni vittoria sui movimenti riformatori fino a che non si giunge a una rivoluzione (o a qualche altro evento che, sovvertendo l'ordine costituito, cambia le carte in tavola e genera un nuovo tessuto sociale. Ad esempio le guerre totali.).

Attualmente sono la classe politica e quella burocratica a vivere sulle spalle di tanti lavoratori e il peso sta divenendo insostenibile, è sotto gli occhi di tutti (o per lo meno di chi paga le tasse) MA QUESTA È UN'ALTRA STORIA Mr. Green .

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
marco valerio

Veteranus






Registrato: 15/03/09 01:19
Messaggi: 102
marco valerio is offline 

Località: roma
Interessi: mare



MessaggioInviato: Mar Set 21, 2010 8:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

@Stilicho : anche qui ci troviamo perfettamente d'accordo.Leggevo lo scorso anno un testo di autore francese che affermava il teorema "Impero Romano= Impero Ellenico" dopo le prime 15 pagine ho smesso di leggerlo. istintivamente non mi trovavo in sintonia con l'autore e tanto per fare bassa polemica , mi ricordava la funzione del fumetto Asterix, dove in chiave nazionalista ( ma si sa , i cari cugini sono fatti così) si cerca di sminuire la conquista romana.
In effetti la corruzione nel contesto storico ha effetti devastanti e terribili. La trasposizione moderna che ne fai è invece fortemente pragmatica e reale!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Pubblicazioni recenti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008