Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Il gigante grigio d'Irlanda
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cave Canem
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Nepher

Miles






Registrato: 30/07/08 15:52
Messaggi: 71
Nepher is offline 

Località: Karalis Sardinia
Interessi: scrittura creativa, arti figurative, storia, natura e animali, cinema
Impiego: insegnante
Sito web: http://xoomer.alice.it...

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 2:17 pm    Oggetto:  Il gigante grigio d'Irlanda
Descrizione:
Rispondi citando

"Davanti a lui tremava tutta Roma" sentenziò il Praefectus Urbis Simmaco (320-402 d.C.) ammirando questo splendido cane, che i legionari avevano portato dalla Britannia per adibirlo, si suppone, a scopi non troppo pacifici, ludi gladiatorii compresi. Qualcuno asserisce che i famigerati "Pugnaces Britanniae" non fossero, come comunemente si crede, i mastiff, ma loro, gli Irish Wolfhound, nella loro terra d'origine cacciatori implacabili di lupi e compagni di druidi e sovrani. Il Levriero irlandese contende all'alano il primato di cane più alto del mondo. Alcuni maschi raggiungono l'altezza di un metro al garrese.Malgrado i trascorsi in guerra e nell'arena (i Conquistadores lo impiegarono perfino nella caccia agli indios ribelli e agli schiavi fuggiaschi) e l'aspetto poco rassicurante, è una creatura dall'indole dolce e pacifica, che si trasforma in una spietata macchina da guerra se il padrone o i suoi averi vengono minacciati. Guai allora al malintenzionato che se lo trovasse davanti, perchè nel Gigante Buono si risveglierebbe l'istinto del distruttore di lupi e nemici.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Maria Usai
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 2:17 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Alexandros

Centurio Hastatus






Registrato: 08/08/08 13:59
Messaggi: 204
Alexandros is offline 

Località: Isole del grande verde
Interessi: Disegno, illustrazioni, letture
Impiego: Studente


MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 3:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Che bestia stupenda....

Saluti da Karalis Nepher, adoratrice di Tanit e Baal Hammon Wink

_________________
Alexandros-Alessandro Atzeni
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 5:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E dire che dalla foto sembrava di taglia media Smile Exclamation
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Nepher

Miles






Registrato: 30/07/08 15:52
Messaggi: 71
Nepher is offline 

Località: Karalis Sardinia
Interessi: scrittura creativa, arti figurative, storia, natura e animali, cinema
Impiego: insegnante
Sito web: http://xoomer.alice.it...

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 8:04 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In questa non direi proprio...
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Maria Usai
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 9:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ha delle proporzioni più "robuste" rispetto all'alano Smile
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Mar Nov 17, 2009 11:14 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' un cavallo, non un cane... Very Happy
Accidenti che animale stupendo.

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fabius belilukos

Veteranus





Età: 41
Registrato: 01/07/09 11:25
Messaggi: 122
fabius belilukos is offline 

Località: Modena
Interessi: rievocazione storica-fotografia
Impiego: scultore designer


MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:17 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Nepher ha scritto:
In questa non direi proprio...
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

e' impressionante Shocked

_________________
Chi più in alto sale più lontano vede, chi più lontano vede più a lungo sogna

Belilukos/Fabio Ricchetti LEGIONARIO
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
GLADIVS

Consul





Età: 32
Registrato: 08/06/07 20:06
Messaggi: 1175
GLADIVS is offline 

Località: Campvs Sanvs (Neapolis)
Interessi: Storia, tattica e strategia militare, lettura, armi, arti marziali, lingue, mitologia
Impiego: discente-idroforo
Sito web: http://natosbagliato.s...

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 9:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

quanto mangia? 4 chili di cibo al giorno?
_________________
"Dulce et decorum est pro patria mori"
"Fortes fortuna adiuvat"
"Ζεύς σωτήρ καί Νίκη"

Gladivs - Francesco Saverio Quatrano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Gio Nov 19, 2009 11:52 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Secondo me mangia un lupo al giorno...
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Il Pitta

Gallus





Età: 39
Registrato: 20/10/05 17:41
Messaggi: 319
Il Pitta is offline 

Località: Verona
Interessi: Storia, Archeologia, Polemologia, Celtismo
Impiego: Studente
Sito web: http://www.fianna-ap-p...

MessaggioInviato: Ven Nov 20, 2009 10:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ne parlai già a suo tempo.

La descrizione che i classici hanno riprotato del Pugnax Britanniae sono molto dettagliate, e lasciano poco spazio a dubbi ed interpretazioni varie, faendo propendere innegabilmente per il Wolfhound.
---------------------------------------------------------------

I CANI DEI CELTI


Nella mitologia e nella cultura celtica la figura del cane ha sempre ricoperto un ruolo di rilievo.

I racconti mitologici Irlandesi sono ricchi di riferimenti a cani da caccia dalle abilità straordinarie, come il Cucciolo di Ioruaidhe citato nel Lebor Na hUidre, e nel Tàin Bò Cuailnge Cu Chulaìnn, il più grande eroe della mitologia celtica, è appunto chiamato Cu, “Cane”, in un identificazione ideale con le virtù che i Celti ascrivevano all’animale: fedeltà e valore. Oltretutto Sucellos, il “Buon Colpitore”, divinità gallica assimilabile al Dagda gaelico, viene a volte ritratto in compagnia di un cane di grandi dimensioni.


I LEVRIERI

Sappiamo che i primi cani da caccia adottati nei primordi dalle popolazioni celtiche erano dei levrieri: i Greyhound, importati dall’Africa o forse dall’Asia.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


In seguito in Britannia si sviluppò una peculiare razza canina che divenne propria di tutte le popolazioni celtiche, e che dall’isola venne esportata in tutta l'Europa.

In Britannia dal Greyhound celtico si sviluppò il Deerhound, fondamentalmente una tipologia di levriero dal pelo più folto e setoso,
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

e successivamente, a seguito di incroci con molossoidi importati dai Fenici, dal Deerhound si produsse un nuovo ramo, quello del Wolfhound
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Molto simile al Deerhound, quest’ultimo aveva però una struttura assai più massiccia, dimensioni maggiori e muso più squadrato.

Fu proprio questo il cane che i Romani chiamarono per la sua ferocia "Pugnax Britanniae" e i Gaelici "Cù Faoil" ("Cane Coraggioso"), e che i Celti delle Isole esportavano nel continente già centinaia di anni prima della conquista romana, come testimonia la Fibula di Braganza, un reperto ritrovato in Spagna e datato tra il 250 e il 200 a.C., dove è ritratto un Celta in assetto di guerra, con scudo spinato ed elmo di tipo Montefortino, in compagnia di un cane che mostra gli inconfondibili tratti del Wolfhound.
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Floro e Orosio ci raccontano inoltre che già il Rix degli Arverni, Bituitos, era solito recarsi in guerra portando la sua muta di cani, proprio come faranno gli Ard Rì irlandesi dell'Alto Medioevo.

Arriano invece ci offre una dettagliata descrizione dei i cani da combattimento celtici:

"Il collo è lungo, robusto e flessibile. Il petto ampio...Le zampe lunghe e dritte, le costole forti, la schiena ampia e robusta senza essere grassa, l'addome ben definito, le anche incavate, la coda sottile, dal pelo folto, lunga e flessibile, con un pelame più setoso in punta. Le zampe grosse e solide."

Sappiamo da una lettera scritta di suo stesso pugno, che il console Quinto Aurelio Simmaco, nel 391 d.C., ricevette in dono dal fratello Flaviano, di stanzio in Britannia, sei cani da combattimento britannici, i quali vennero impiegati nelle venationes del Circo.

Un cane veloce, di taglia enorme, robusto e fornito di pelo fitto e setoso che fungeva da ottima protezione, il Wolfhound trovava il suo impiego naturale nel combattimento, nella difesa di greggi, villaggi e accampamenti da qualunque genere di minaccia esterna.

Il nome stesso in Inglese, “Wolf-hound”, significa “cane da lupi”, così come il suo stretto parente “Deerhound” era il “cane da cervi”.

La selezione di una razza canina da combattimento già nell’antichità non deve sorprenderci: così come i Celti, anche i Romani avevano selezionato un cane da guardia e da combattimento, il “Canis Pugnax”, ancor prima conosciuto dagli Spartani col nome di “Molosso Lacone”. In quale razza odierna il “Canis Pugnax” sia ravvisabile è tutt’ora fonte di dibattiti, e cultori della materia e cinofili sono divisi tra il Cane Corso e il Mastino.

Trattavasi comunque in ogni caso di un molossoide, a differenza del “Pugnax Britanniae” che, pur avendo beneficiato del sangue dei molossi fenici, era un levriero.

Portando un raffronto ideale, potremmo dire che i Celti, adoperando come cane da combattimento un levriero, così come per i loro guerrieri ricercavano principalmente la velocità finalizzata alla forza d’impatto (un Wolfhound lanciato è in grado di atterrare un cervo adulto al primo attacco), mentre i Romani, adoperando un molosso, una struttura maggiormente robusta e una tenacia incrollabile.

La progressiva scomparsa dei lupi, la preda principale del Wolfhound, prima dalla Britannia e poi dall'Irlanda, contemporaneamente alla sempre costante e massiccia esportazione all'estero, misero in pericolo la sopravvivenza della specie, che alla fine del 1800 rischiava di scomparire.

Si corse ai ripari incrociando i suoi ultimi esemplari con il Deerhound, il Borzoi, l'Alano e il Mastino Tibetano, selezionando attentamente, fino a riuscire a salvare il Wolfhound dall'estinzione.

Il Wolfhound odierno comunque rassomiglia enormemente alla razza originaria, forse lievemente più massiccio e dal muso più squadrato, a causa dell'apporto dell'Alano e del Mastino Tibetano.


I PASTORI (Lupoidi)

Se i Levrieri erano i cani della nobilta, addestrati per la guerra, la caccia e la difesa personale, da sempre i cani “del popolo” sono stati i Pastori, o Lupoidi.
Se dovessimo identificare oggi un Lupoide che più si avvicina a quello che potevano possedere i Celti (che sicuramente non possedevano solo Levrieri) il candidato più papabile è il Beauceron che è stato identificato come il diretto discendente del Cane delle Torbiere (Canis Familiaris Palustris):

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Altri due Lupoidi che potrebbe essere stato impiegati dai Celti poi sono il Pastore della Piccardia

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


e il Briard

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


entrambi strettamente imparentati tra loro ed entrambi con lo stesso Beauceron e probabilmente in origine frutto dell'incrocio tra quest'ultimo e i grandi Levrieri celtici a pelo lungo importati dalle Isole Britanniche.
Un parente stretto del Briard è infine il Pastore Bergamasco, che viene citato già dalle fonti classiche come cane proprio dei Galli Cisalpini.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


------------------------

Possiamo quindi identificare due gruppi principali di cani che ragionevolmente venivano allevati dai Celti:

I LEVRIERI, da caccia e da guardia, importati originariamente dall'Africa o forse dall’Asia, tra i quali l'"originario" Greyhound, dal quale nelle Isole Britanniche si sono sviluppate come varianti prima il Deerhound ed infine il Wolfhound.

ed i PASTORI (Lupoidi), originari dell'Europa Centrale, con il Beauceron "originario" che, forse a seguito di incroci con i levrieri insulari ha dato vita al Pastore della Piccardia e al Briard, con quest'ultimo che, seguendo i Galli in Italia, si è poi differenziato in Cisalpina nel Pastore Bergamasco
------------------------------------------------------------------------



Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Gioal apPalug il Pitta
della stirpe dei Katti
Brennos dei Fianna apPalug

- Gioal Canestrelli -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cave Canem Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008