Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

I tribuni......
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gradi e Servizi militari
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Gneo Servilio

Tiro





Età: 50
Registrato: 19/11/06 16:05
Messaggi: 31
Gneo Servilio is offline 

Località: anxanum




MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:35 pm    Oggetto:  I tribuni......
Descrizione:
Rispondi citando

Dopo la riforma di Gaius Marius del 108 AC, la legione fu comandata da un legatus, supportato da sei tribuni(Ufficiali Superiori), cinque dall'ordine equestre ed uno, il tribunus laticlavius, di rango senatorio, che agiva come secondo in commando. Il tribuno era ufficialmente responsabile di comandare la legione dopo la morte del suo legato.I diversi tribuni si distinguevano da una particolarità del loro tradizionale abito, la toga, che aveva una banda purpurea larga nel caso di un tribuno senatorio (da qui la denominazione laticlavius), una banda più stretta nel caso dei tribuni equestri (che in effetti sono noti col nome di tribuni militum angusticlavii). Non era raro che i giovani predestinati ad una brillante carriera politica venissero nominati VIviri equitum Romanorum, cioè comandanti di una delle sei turmae dei cavalieri romani; si trattava tuttavia di un comando puramente onorario; del resto anche il tribunato militare raramente esponeva i giovani ai pericoli della guerra, si trattava infatti generalmente di un incarico presso lo stato maggiore della legione.

Bisogna comunque dire che le carriere erano piuttosto vincolate da diversi fattori.
Il tribuno laticlavio, di rango senatorio , viveva questa sua prima esperienza militare come tappa verso l'ingresso in senato (era infatti un senatore designato, ma non ancora "effettivo") e la conseguente carriera politico-militare, infatti era "per definizone" giovane e privo di esperienza (intorno ai 25 anni), serviva in quel ruolo un anno (di solito) o qualche anno (più raramente) per poi iniziare il cursus honorum vero e proprio entrando in senato e rivestendo la questura.

Il tribunato laticlavio non dava accesso diretto ad altre cariche militari - per divenire legatus legionis (l'unico grado legionario più elevato) era necessario essere senatori di rango pretorio - avere cioè rivestito la pretura, il che avveniva intorno ai 30 anni.

Tra i due incarichi militari il giovane senatore seguiva la sua carriera civile.
In effetti si può forse dire che il laticlavio non fosse al servizio della legione, ma viceversa, nel senso che appare più come un servizio da parte dell'esercito atto a dare al giovane senatore quella esperienza militare in un' alta posizione gerarchica per prepararlo al futuro possibile comando legionario.

I tribuni angusticlavi,di ordine equestre, avevano un percorso radicalmente diverso: il cuore della carriera militare di un equestre era costituito dai tre comandi per un uomo del suo rango: comando di una coorte ausiliaria, tribunato nella legione, comando di un'ala asuiliaria.
In effetti il ruolo dei tribuni angusticlavii potrebbe essere stato, tra l'altro, quello di "consiglieri militari" del legato, proprio alla luce della loro maggior esperienza militare (ciascuno dei 3 comandi poteva essere ricoperto per diversi anni).

Resta il fatto che il loro appartenere all'ordine equestre impediva loro di raggiungere il comando di legione (per cui era necessario essere senatori di rango pretorio) e a maggior ragione quello di eserciti plurilegionari (cui potevano accedere senatori di rango consolare).

La carriera militare di un equestre, a parte i 3 comandi classici, poteva evolvere, in ambito legionario, al massimo fino al ruolo di praefectus castrorum , il "Numero 3 " della legione.

Riferimenti vari presi dalla rete........
Fonti non ufficiali......................

____________________________________________________________________

Gneo Servilio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Lun Gen 22, 2007 6:35 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gradi e Servizi militari Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008