Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Dal parlato antico al moderno, etimologie, derivazioni e for
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Mer Dic 31, 2008 8:09 pm    Oggetto:  Dal parlato antico al moderno, etimologie, derivazioni e for
Descrizione:
Rispondi citando

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"

primipilus ha scritto:
Caro Raphael , mi permetto di correggere anche il tuo motto Romani.....Non mettere la virgola dopo romani, altrimenti stacchi il soggetto dal verbo e poi i latini, usando le declinazioni ,non abbondavano nella punteggiatura; ti consiglio anche, stilisticamente, di usare i verbi alla fine della frase. Scusami se puoi!!! Very Happy Mr. Green Mr. Green


Raphael Petreius ha scritto:
No problem... e grazie!
Però ti volevo dire che:
1 il soggetto come vedi è noi di sumus, Romani è vocativo;
2 La virgola vuole indicare la pausa nel discorso diretto.
3 Il costrutto con verbo a fine frase è proprio della lingua scritta: il nostro cervello ragiona per soggetto predicato e complemento; soprattutto il latino poi doveva essere costruito nel parlato in questo modo, altrimenti non si spiegherebbe il perchè i questo costrutto nella nostra lingua, quella che discende più direttamente da quella de Romani. per cui essendo la mia un'incitazione del generale alle truppe, trovo giusto che segua il costrutto logico del parlato. Spero di essere sao esaustivo, macomuque ti ringrazio per esserti interessato!


primipilus ha scritto:
Qundi si dovrebbe tradurre : " Oh Romani! (Noi) siamo figli della lupa capitolina!!....non credo che un legato romano avrebbe usato mai una espressione del genere....altri erano i riferimenti antropologici-sociali - religiosi degli antichi Romani. Per quanto riguarda la costruzione della frase non dimenticare che la nostra lingua ha subito influenze longobarde- franche- greche ed arabe nel corso dei secoli. Grazie. Very Happy


Raphael Petreius ha scritto:
Infatti la frase è di mia invenzione, mi garbava questo richiamo mitico (i riferimenti alla mitologia non erano così rari negli incitamenti), inoltre il lupo era l'animale "totemico"( perdona il termine, ma non sapevo come rendere il senso) di Marte, un pò come la civetta per Minerva. Richiamare alle loro origini credo sia proprio nelle intenzioni del generale, che doveva esaltare i suoi militi, e cosa c'era di meglio se non chiamarli figli di un dio?
Per la lingua: questa impostazione linguistica si riscontra già nei primi documenti in volgare ritrovati in Italia, quindi non credo che la struttura linguistica ci derivi da popolazioni straniere.


primipilus ha scritto:
Alcuni animali per i Romani erano TEOFANIE cioe' concretizzazioni divine sotto forma animale, in funzione di guida od aiuto agli uomini. Dal punto di vista sacrale-religioso un legato romano avrebbe detto siamo come Lupi, piu' che figli di lupa!!! Very Happy Per quanto riguarda la costruzione della frase ed anche nuovi termini e' indubbio l'influsso dei popoli che ci hanno invaso...ad esempio noi usiamo di piu' il termine bosco (Vosck) che e' di origine longobarda che selva, si origine latina.

Dimenticavo. Il volgare si e' formato nell'alto medioevo , le fonti sono scarsissime, gli influssi linguistici principalmente longobardi ed arabi


Riporto qui la discussione

_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Dic 31, 2008 8:09 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Mer Dic 31, 2008 8:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro primipilus io non ho mica detto che non ci sia stata influenza da parte degli invasori, solo che la struttura e gran parte della lingua è di matrice latina, e come tale penso debba mantenere almeno la struttura logica. Noi sappiamo che il latino scritto era molto diverso da quello parlato, poichè la scrittura ( in prosa) era un livello alto (comparabile alla poesia nella forma); d'altro canto il latino parlato aveva tutt'altra struttura: uno degli scopi basilari, anzi forse l'unico scopo, della comunicazione, è fasi comprendere dall'altro; non avrebbe senso parlare mettendo il verbo alla fine o disponendo le parole in ordine quasi casuale, non sarebbe più una lingua! Va bene se si parla di scritto, ma l'orale sarebbe stato inutile se avesse seguito questa struttura: ogni romano avrebbe dovuto scrivere quello che diceva il suo interlocutore per capire il senso della frase. Inoltre le pove sono sacrse ma ci sono... Scsate infnese non ci sarò in questi giorni, ma devo partire buon 2009!
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Gen 01, 2009 1:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il latino fino ad almeno la rivoluzione francese era usato, come lingua parlata, in ambito dotto, scientifico, diplomatico ed ecclesiastico. Questo "tipo" di latino aveva una struttura sintattica simile alle lingue romanze attuali.
Torna in cima
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Mer Gen 07, 2009 4:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Susa ma non capisco cosa vuoi die con questa affermazione correttissima. Concordi con me quindi? ( io questo intendo dalla frase, scusa se ho frainteso Mr. Green )
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008