Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Catullo
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 3:48 pm    Oggetto:  Catullo
Descrizione:
Rispondi citando

Su proposta di Plinius ho deciso di aprire questo Topic.
Forse alcuni di voi si saranno chiesti cosa significhino o chi abbia scritto i quattro versi in latino della mia firma.
Come si evince dal titolo del Topic l'autore di questi versi fu Catullo.
Catullo visse, secono Gerolamo, dall'87 al 58 a.C. (attualmente si tende a spostare la data di morte al 54 poichè nei carmi si accenna ad avvenimenti di quegli anni).
Nato a Verona, Catullo venne inviato a Roma per intraprendere una carriera di prestigio.
In quel periodo era nato a Roma un circolo di poeti chiamati ironicamente da Cicerono neoteroi, questo gruppo mirava a rinnovare la poesia Romana traendo spunto da quella ellenistica.
A Roma Catullo conobbe Lesbia (oggi identificata con Clodia sorella del turbolento tribuno filocesariano) alla quale dedicò molti carmi.
I carmi catulliani non hanno titolo ma vengono identificati con un numero, furono raccolti , pare, da un amico di Catullo: Cornelio Nepote che non tenendo conto dell'ordine cronologico li ordinò metricamente.
I versi della mia firma sono tratti dai carme 3 e 5, entrambi appartenenti alle nugae (scherzi, tradotto in italiano) la prima parte del liber catulliano.
Il carme 3 parla della morte dell'anomaletto da compagnia di Lesbia: un passero. Catullo si dispiace per l'amata e nei due versi che ho riportato nella mia firma dice:

Siate maledette, malvage tenebre dell'oltretomba (Orco)
che divorate tutto ciò che vi è di grazioso (omnia bella, bella usato come vezzeggiativo di bonus).

I versi sono endecasillabi faleci come si può capire dagli accenti che vi ho riportato, anche il carme 5 usa la stessa metrica; in questo carme Catullo però incita Lesbia all'amore ricorrendo anche alla figura della morte, da qui i due versi che ho scelto:

per noi tramontata questa breve luce
rimane da dormire una sola notte eterna.

In questi versi si può vedere come Catullo e in generale i Romani fossero consci di quanto la vita su questo mondo sia effimera, la mia firma vuole essere quindi un'incitazione al "Carpe diem" e spero veramente che tutti voi mi ascoltiate. Smile Smile Wink

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 3:48 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 4:03 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Complimenti. Very Happy
Mi sembra di vedere già dei frequentatori, immaginari, che rivedendo i propri pregiudizi, accarezzino l'idea di avvicinarsi a simili astrazioni.
Non foss'altro che per rilassarsi scoprendo cose nuove per loro.
Abbiamo visto bene, dunque. Very Happy

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008