Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Tornare a parlare il latino.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
quintosertorio

Tiro





Età: 59
Registrato: 18/07/07 22:32
Messaggi: 29
quintosertorio is offline 

Località: tarentum
Interessi: storia dell'antica roma e storia del far west
Impiego: libero professionista


MessaggioInviato: Gio Ago 30, 2007 2:55 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gladivs....sante parole! Il significato corretto dei nostri vocaboli riesci a capirlo solo se mastichi un po di latino. Molti fanno un uso improprio dei vocaboli italiani cambiandone spesso il significato. prendi per esempio la parola plebiscito, molti pensano che sia una parola legata alle elezioni mentre il significato latino è plebe, massa, moltitudine. Detto questo e precisando che amo il latino credo impossibile un suo utilizzo se non nell'avvocatura con citazioni ad effetto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Gio Ago 30, 2007 2:55 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Gio Ago 30, 2007 12:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In realtà plebiscito deriva da plebis scitum = la plebe approva la proposta (generalmente del senato). Usato per esempio nella deduzione di una colonia.
Ora il significato è un po' distorto....

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
quintosertorio

Tiro





Età: 59
Registrato: 18/07/07 22:32
Messaggi: 29
quintosertorio is offline 

Località: tarentum
Interessi: storia dell'antica roma e storia del far west
Impiego: libero professionista


MessaggioInviato: Gio Ago 30, 2007 2:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' vero Silla che eri un mio mortale nemico e che mi mandasti Pompeo che ridicolizzai. Tuttavia stavolta mi hai inferto una lacerante ferita. Ergo ho scritto una cavolata travisando qualche lettura. Grazie comunque per la correzione.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Gio Ago 30, 2007 6:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Oh, figurati, è stato un piacere mandarti Pompeo... Mr. Green Nessun problema... Wink
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Gio Ott 11, 2007 8:39 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Flavius Stilicho ha scritto:
Scusate se mi intrometto con le mie teorie strampalate... secondo me il latino si è evoluto nel tempo e nello spazio mentre la chiesa e i dotti continuavano a tenerlo fermo. Posso capire fino al 1400 ma dopo mille anni, bisognerà prendere atto delle trasformazioni di una lingua.
Quello che siamo abituati a chiamare come volgare è, per me , nient'altro che la naturale evoluzione del latino, specialmente nel Lazio e nelle regioni centrali d'Italia dove l'influenza straniera è stata inferiore.

Vi prego di non assalirmi ma di rispondere ponderando bene a questo mio messaggio.


Ecco uno dei miei primi posts su questo Forum Very Happy aldilà della mia iniziale ingenuità e del mio ingiustificato timore di "assalti", vorrei portare alla vostra attenzione le parole di un pensatore Tedesco, riguardanti la questione della "purezza della lingua"... chi ha studiato Filosofia dell'800 avrà già capito di chi stia parlando: di Fichte e dei suo 14 discorsi alla Nazione Tedesca.

Sorvoliamo sullo scopo di Fichte e sulle successive interpretazioni che lo vedono come un pre-nazista e concentriamoci sul contenuto generale del suo discorso, egli dice:

"La lingua in generale e in ispecial modo la nomenclatura degli oggetti per mezzo di suoni prodotti dalle corde vocali non dipende da decisioni e premeditazioni cervellotiche; esiste invece una legge fondamentale secondo cui ogni concetto assume, attraverso gli organi, un suono: quello e non un altro [...] Non è dunque l'uomo che parla, ma attraverso di lui parla la natura umana e si comunica ai suoi simili. Bisognerebbe dunque ritenere che ci sia una sola lingua, espressione necessaria della natura, dovunque.

Invece la lingua non poté mai prorompere nella sua originaria unità, per l'uomo-tipo; ma si è tosto trasformata e modificata secondo la zona di cielo sotto cui nacque e secondo l'influenza che ebbe sulle designazioni la successione degli oggetti designati e osservati.[...]

Se noi chiamiamo popolo gli individui viventi in mezzo alle stesse condizioni esterne capaci di influire sulla loro lingua [...] bisognerà dire che la lingua di questo popolo è quel che è, necessariamente, e che non il popolo esprime le sue conoscenze, ma le sue conoscenze si esprimono attraverso lui

Questa legge rimane immutabile in mezzo a tutti i mutamenti che avvengono attraverso le condizioni più su enunciate, e per tutti coloro che restano in ininterrotta comunicazione, sicché ogni nuovo elemento tosto arriva all'udito di tutti. [...]

Perciò una lingua resta sempre la stessa lingua. Se anche i tardi posteri non capiscono più la lingua parlata dai loro antenati, perché i passaggi graduali sfuggon loro, tuttavia esiste dal principio alla fine un continuo insensibile passaggio senza salti; ai contemporanei questa trasformazione sfugge; ma quando un passaggio si aggiunge all'altro, ecco che ce ne accorgiamo e abbiamo la sensazione che sia stato un salto. Non c'é mai stato un momento in cui gli uomini della stessa epoca (io aggiungerei, anche se è sott'inteso: appartenenti allo stesso popolo e in stretto contatto tra loro, come Fichte ha già specificato sopra) abbian cessato di comprendersi tra di loro; loro assiduo interprete e mediatore fu sempre la comune forza naturale del linguaggio"

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Calliope

Novicius





Età: 29
Registrato: 04/01/07 16:37
Messaggi: 4
Calliope is offline 

Località: Bononia
Interessi: storia romana, letteratura greca e latina, filologia, archeologia, sport da combattimento
Impiego: discipula


MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 6:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Al di là di Fichte e discussioni sulla storia e la lingua italiana, vorrei proporre un ottimo libro sul latino parlato, abbastanza ostico da leggere ma che se preso a pillole può svelare moltissime curiosità. Si chiama "La lingua d'uso latina" di J. B. Hofmann (non a caso un tedesco Wink ) edito dalla Patron e temo ormai fuori circolazione.
Credo che recuperare il latino, quello più possibile tendente al parlato, sia possibile ma solo come lingua per il piccolo gruppo. Molti studiosi (tententi al fanatismo, se vogliamo) già lo parlano, uno per tutti il Traina. La messa in latino invece mi fa un po' storcere il naso Confused . Certo è meglio che niente, ma credo che si ridurrebbe ad un imparare a memoria la pappardella senza significato, com'era per i nostri nonni

_________________
Calliope - Letizia Leonelli

Fortuna spondet multa multis, prestat nemini
Vive in dies et horas, nam proprium est nihil
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Vestia

Ospite















MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 7:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Per quanto concerne la mia esperienza personale, ho potuto toccare con mano l'utilità del latino in certe circostanze di ordine liturgico. Posso dire che celebrare la messa in latino è particolarmente utile nel contesto dei grandi santuari internazionali, come quello di Medjugorje, che ho sperimentato per due anni consecutivi. Ora, a Medjugorje affluivano persone provenienti almeno da dieci o quindici paesi diversi. Ciò significava che la funzione liturgica era recitata in sei lingue diverse (Croato, Francese, Inglese, Italiano, Tedesco e Spagnolo). Con il risultato che non si capiva il resto di niente. L'unico momento in cui si poteva capire qualcosa (confermato anche da ragazzi che erano con me e che non sapevano una parola di latino) era la Consacrazione, che in questi casi è obbligatorio recitare in latino.
D'altronde, il pontefice non ha imposto la messa in latino: ha soltanto tolto la proibizione di recitarla.


Ultima modifica di Vestia il Sab Ott 04, 2008 2:15 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 8:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Infatti, io personalmente amo il latino, sono si puo dire un fanatico di questa lingua, cerco di parlarla il più volte possibile per esercitare il parlato, anche con persone che non lo parlano. Questa e la lingua più bella che ci sia, purtroppo pero i tempi sono cambiati, le conoscenze si sono ampliate e solo vivendo in un contesto latino (nel senso solo se vivesse nell'età romana, VIII a.C. - V d.C.) si potrebbe ricominciare a parlare la lingua dei nostri padri, i migliori di tutto il mondo antico!
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
GLADIVS

Consul





Età: 32
Registrato: 08/06/07 20:06
Messaggi: 1175
GLADIVS is offline 

Località: Campvs Sanvs (Neapolis)
Interessi: Storia, tattica e strategia militare, lettura, armi, arti marziali, lingue, mitologia
Impiego: discente-idroforo
Sito web: http://natosbagliato.s...

MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 10:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Raphael Petreius ha scritto:
Infatti, io personalmente amo il latino, sono si puo dire un fanatico di questa lingua, cerco di parlarla il più volte possibile per esercitare il parlato, anche con persone che non lo parlano. Questa e la lingua più bella che ci sia, purtroppo pero i tempi sono cambiati, le conoscenze si sono ampliate e solo vivendo in un contesto latino (nel senso solo se vivesse nell'età romana, VIII a.C. - V d.C.) si potrebbe ricominciare a parlare la lingua dei nostri padri, i migliori di tutto il mondo antico!


e a che pro? tanto vale parlare ostrogoto con i cinghiali...

_________________
"Dulce et decorum est pro patria mori"
"Fortes fortuna adiuvat"
"Ζεύς σωτήρ καί Νίκη"

Gladivs - Francesco Saverio Quatrano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 11:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

GLADIVS ha scritto:
Raphael Petreius ha scritto:
Infatti, io personalmente amo il latino, sono si puo dire un fanatico di questa lingua, cerco di parlarla il più volte possibile per esercitare il parlato, anche con persone che non lo parlano. Questa e la lingua più bella che ci sia, purtroppo pero i tempi sono cambiati, le conoscenze si sono ampliate e solo vivendo in un contesto latino (nel senso solo se vivesse nell'età romana, VIII a.C. - V d.C.) si potrebbe ricominciare a parlare la lingua dei nostri padri, i migliori di tutto il mondo antico!


e a che pro? tanto vale parlare ostrogoto con i cinghiali...


Probabilmente i cinghiali capirebbero U.U sono intelligenti almeno quanto gli ostrogoti sono barbari Razz

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Ven Set 26, 2008 11:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Eheh, così per puro diletto... stranezze mie, ma mi piace eheh. Sono convinto che i cinghiali parlano non solo ostrogoto, ma anche vandalo. Le parole pìu ricorrenti "Oink! Oink!"(e non mi riferisco ai cinghiali)
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Olivia Meridia

Miles





Età: 42
Registrato: 22/10/08 20:19
Messaggi: 60
Olivia Meridia is offline 

Località: Bergomvm, Gallia Cisalpina
Interessi: Antica Roma/i gladiatori
Impiego: Mater Familias


MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 10:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao sono nuova da poco iscritta a questo mondo meraviglioso....Purtroppo la mie conoscenze di latino sono molto appannate e questo per colpa della mia profe di latino del liceo(l'ho scritto in presentazione!) Mi ricordo vagamente le prime due declinazioni...poi qualche frase conosciuta,anche se anche ai nostri giorni il latino è spesso usato in termini come gratis, ad hoc,etc..anche se le persone nemmeno ci fanno caso... Sad
Un pò mi dispiace...ma spero che grazie a voi e a questo splendido sito io possa imparare tanto. Grazie "FRATRES"...

_________________
AVE, CAESAR... MORITVRI TE SALVTANT !!
Sacri Antenati, io vi onoro...Cercherò di vivere con la dignità che mi avete insegnato...Tutto il resto è aria e polvere...
FORZA E ONORE.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 10:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Allora, mia cara Olivia Meridia, dovresti provare il topic sulla prima e seconda declinazione che ha realizzato un certo Cornelio..... Embarassed buh! Very Happy

P.S.: quando avrò più tempo, continuerò con la terza declinazione, che è la più articolata delle 5.... Wink

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 10:34 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

che ha realizzato un certo Cornelio.....


Chiamato così a causa di due vistosissime escrescenze ossee collocate sulla testa Mr. Green

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 10:38 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Flavius Stilicho ha scritto:
Citazione:

che ha realizzato un certo Cornelio.....


Chiamato così a causa di due vistosissime escrescenze ossee collocate sulla testa Mr. Green


Magari...... Ciò implicherebbe che ci sarebbe almeno qualcuna che gliele metterebbe...... Laughing

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Lingua latina Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 4 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008