Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Molossi, lupi e altri legionari a quattro zampe
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cave Canem
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Remvs

Ospite















MessaggioInviato: Ven Giu 03, 2005 1:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

arsdimicandi ha scritto:
Lupe! Perdona il ritardo per il dettaglio sfuggito.
Mi riferisco alla norma da te ricordata: "Inoltre, alcune razze di cani (tra cui il Mastino napoletano se non è cambiato), non possono essere addestrati con il fine di stimolarne l'aggressività".
Capisco i rischi connaturati all'aggressività di un molosso che arriva a quasi 100 Kg, ma... se l'addestramento è inserito in un contesto storico, circoscritto come il nostro, pensi che sia possibile?
E in tal caso, a chi rivolgersi per le dovute autorizzazioni?



oddio......spero tu voglia addestrarlo ad essere un "aggressivo re-enactor"....
stimolare la vera aggressività di un mastino credo sia una cosa troppo pericolosa poi nel quotidiano....

Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Ven Giu 03, 2005 1:09 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Anonymous

















MessaggioInviato: Ven Giu 03, 2005 7:23 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

arsdimicandi ha scritto:
Lupe! Perdona il ritardo per il dettaglio sfuggito.
Mi riferisco alla norma da te ricordata: "Inoltre, alcune razze di cani (tra cui il Mastino napoletano se non è cambiato), non possono essere addestrati con il fine di stimolarne l'aggressività".
Capisco i rischi connaturati all'aggressività di un molosso che arriva a quasi 100 Kg, ma... se l'addestramento è inserito in un contesto storico, circoscritto come il nostro, pensi che sia possibile?
E in tal caso, a chi rivolgersi per le dovute autorizzazioni?


Te lo dico con la massima tranquillità d'animo: non rischi NULLA: l'art 3 della legge 189/04 (che ha riformulato il codice penale) espressamente toglie dal novero delle fattispecie punibili dal c.p. (e per estensione dall'Ordinanza Sirchia,come il divieto di stimolare l'aggressività) le manifestazioni storiche e culturali.
Inoltre l'Ordinanza Sirchia, di fatto, non prevede nessuna sanzione, nemmeno l'art. 650 c.p., che è applicabile solo a casi singoli e non generalizzabili come nel caso di un'ordinanza.
Permettetemi poi per una volta di fare il sofista Twisted Evil se la legge sul maltrattamento prevede che i cani debbano essere utilizzati secondo le loro caratteristiche etologiche va da sè che un cane da presa non possa e non debba essere utilizzato come cane da salotto...il vero maltrattamento sarebbe questo, beninteso l'addestramento "marziale" deve sempre avenire nei limiti del buon senso e della civile convivenza.
Torna in cima
Anonymous

















MessaggioInviato: Ven Giu 03, 2005 7:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

evidentemente non ho ancora familiarizzato con il funzionamento del forum (mi riferisco alla firma del post precedente): sono Fabius e presto vi presenterò un mio personalissimo progetto per l'utilizzo del "lupo italiano" per fini di pubblica utilità
Torna in cima
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Ven Giu 03, 2005 11:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Fabius! Mi sento più tranquillo, anche perchè non ho alcuna intenzione di lasciare Titus inattivo. Anzi, è mio desiderio sperimentare la sua natura, nel limite della funzione rievocativo-sperimentale.

A Re', non te preoccupà! Non voglio addestrare Tito a una aggressività generica, ma contro bersagli predefiniti, uomini ovviamente, che con lui si addestrano a dovere. Almeno, ci voglio provare... Wink
In particolare sarebbe mio desiderio vederlo al fianco dei sottufficiali schierati (Vexilliferi e Centurioni in modo particolare), come deterrente. Escluso un suo uso nelle Venazioni. Già ci massacriamo come gladiatori, e ci piace, e non vorrei mai passare a una pantomima solo facendo finta di far male a un animale.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Lupus

Ospite















MessaggioInviato: Sab Giu 04, 2005 11:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Natale di Roma 2004: Il Gruppo Storico Romano fa sfilare un canis pugnax!
Torna in cima
Lupus

Ospite















MessaggioInviato: Sab Giu 04, 2005 11:25 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non mi ha allegato la fotografia, ci riproverò (comunque era una mastino napoletano).
Torna in cima
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Sab Giu 04, 2005 11:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lupe, come si comporta Nero-Black davanti ai vostri avversari? Come lo gestisci in un ambito rievocativo?

PS
Allego foto di oggi di Titus (tra 1 settimana fa' tre mesi e pesa 14 Kg)
Avviso subito che per fotografare una sola azione di salto e attacco, ho dovuto scattare tre foto, perchè sono un fotografo cane! Laughing
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Lupus

Ospite















MessaggioInviato: Dom Giu 05, 2005 12:01 pm    Oggetto:  Ancora non ho provato!
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Darivs!
Al momento non posso rispondere in maniera esuriente alla tua domanda, in quanto l'uso del mio cane lupo in ambito rievocativo, è stato perlopiù ai fini di immagine (vedi fotografie sul sito della Legio I Italica), vista la sua somiglianza con il lupo.
Dunque un utilizzo finalizzato alle sfilate e alla guardia del campo in notturna.
Peraltro, poi, se volessi qualcosa di più, come ad esempio attacco del nemico, dovrei usare la mia femmina di Lupo italiano, Helene, non il maschio. Nero-Black, infatti, è brevettato per la Protezione Civile e non farebbe mai del male ad alcuna persona. Magari devo trattenerlo un pò quando vede altri cani maschi, ma questo è nella sua natura.
Nell'ambito della Legio stiamo studiando un possibile uso in battaglia di un canis pugnax, ma come tu ben sai ci vorrebbe un molossoide.
Vedremo nel futuro cosa riuscirò ad organizzare.
Torna in cima
Si torna a combattere!

Ospite















MessaggioInviato: Gio Ago 04, 2005 12:22 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tutto è pronto, finalmente, per la grande battaglia tra i Milites della Prima Italica e i Celti Salassi, in quel di Augusta Praetoria. Per l'occasione, abbiamo addestrato i due Lupi a mordere, per cui simuleremo un attacco, con successivo arresto dei ribelli, che verranno bloccati dai cani. Alcuni barbari si sono prestati, nei giorni scorsi, a fare da figuranti! Vedremo quale sarà il contesto ed il risultato.
Nel frattempo ci facciamo una rimpatriata all'ombra delle mie montagne, rinfrescandoci dopo il grande caldo. Un saluto a voi tutti e buone ferie ( se ancora dovete andare come me).
Torna in cima
Lupus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Ago 04, 2005 12:26 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Chiedo scusa Embarassed per non essermi accorto che ero uscito dal login. Il post di cui sopra l'ho scritto io. Laughing
Ancora saluti a voi tutti. Rolling Eyes
Torna in cima
Il Pitta

Gallus





Età: 39
Registrato: 20/10/05 17:41
Messaggi: 319
Il Pitta is offline 

Località: Verona
Interessi: Storia, Archeologia, Polemologia, Celtismo
Impiego: Studente
Sito web: http://www.fianna-ap-p...

MessaggioInviato: Dom Ott 23, 2005 2:10 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Plinius ha scritto:
L'uso iniziale dei molossi fatto dai Britannici fu il lavoro con particolare riguardo alla difesa di beni e persone.
Quando Cesare con i suoi legionari sbarcò in Britannia nel 55 a.c., trovò in moltissimi luoghi questi cani che venivano aizzati contro i soldati prima di giungere al corpo a corpo.
I Romani furono impressionati da questi cani che chiamarono "pugnacee britanniae".


Il "Pugnace Britanniae"....ovvero, l'Irish Wolfhound...

BREVE RIEPILOGO DELLA STORIA:
sappiamo che i Celti del Europa continentale possedevano un greyhound discendente probabilmente dai greyhounds che per primi furno immortalati nei dipinti egiziani. Come i loro cugini continentali, anche i celti irlandesi erano interessati all'allevamento di levrieri di grande taglia. Questi grandi levrier irlandesi potrebbero aver avuto pelo liscio o ruvido, ma in seguito il pelo ruvido divenne predominante, forse a causa del clima irlandese. Il primo riferimento scritto agli I.W. fu di un console romano nel 391 d.C., ma essi erano presenti già in Irlanda dal I sec. d.C. quando Setanta cambiò il suo nome in Cu-Chulainn (il cane di Culann). Li nominano gli Uisneach (I sec.) che parlano di 150 cani in fuga con loro verso la Scozia. I cani irlandesi sono stati senza dubbio la base di partenza degli scottish deerhound.
Coppie di I.W. furono dati in regalo alle case reali europee, scandinave ed altre dal medioevo fino al XVII sec. Furono inviati in Inghilterra, Spagna, Francia, Svezia, Danimarca, India e Polonia. Nel XV sec.fu richiesto ad ogni contea di avere 24 “cani da lupo” per proteggere le greggi dei contadini dalle scorribande dei lupi. La proibizione di Cromwell (1652) di esportare wolfhounds aiutò a preservare il loro numero per un certo periodo, ma la scomparsa graduale del lupo e la continua richiesta all'estero ne ridusse il numero quasi al limite dell’estinzione alla fine del XVII sec.
Il ritorno all'interesse verso la razza ha accompagnato la crescita del nazionalismo irlandese nel tardo XIX sec. L’I.W. divenne il simbolo vivente della cultura irlandese e del passato celtico. In quest’epoca, un risoluto entusiasta, il capitano G.A. Graham, cominciò a procurarsi alcuni dei pochi levrieri del tipo wolfhound che si potevano ancora trovare in Irlanda e, con l’uso del sangue di deerhound e di occasionali incroci con borzoi ed alani, alla fine ottenne un tipo di cane che si riproduceva in maniera omogenea in ogni generazione.I risultati furono accettati finalmente come un ritorno legittimo della razza. L'Irish Kennel Club istituì una classe per la razza nella propria esposizione dell'aprile 1879 e il club di razza fu fondato d. L'I.W. attualmente gode la fama che conobbe nel medioevo. I wolfhound sono oggi posseduti ed allevati in numero abbastanza rilevante al di fuori dell'Irlanda.

ASPETTO GENERALE:
l'I.W. non dovrebbe essere pesante o massiccio come l'alano, ma più del deerhound, al quale tuttavia deve assomigliare in generale nel tipo. Di grande taglia e aspetto imponente, molto muscoloso, di coporatura forte, ma aggraziata, movimento fluente ed efficace, testa e collo portati alti, la coda portata con una piega verso l’alto con una leggera curva verso l'estremità. Una grande taglia che comprende altezza al garrese e proporzionale lunghezza del tronco è l'ideale cui bisogna tendere ed è desiderabile fissare una razza che misuri una media fra gli 81 e gli 86 cm. nel maschio e che mostri la potenza, la vivacità, il coraggio e l’armonia richiesti.

CARATTERE E TEMPERAMENTO.
“Agnelli a casa, leoni nella caccia”

CARATTERISTICHE FISICHE
TESTA:
lunga e piatta, portata alta; le ossa frontali leggermente rilevate con pochissima depressione tra gli occhi.
REGIONE CRANIALE:
Cranio: non troppo largo.
REGIONE FACCIALE
Muso: lungo e moderatamente appuntito.
Denti: ideale la chiusura a forbice, a tenaglia accettabile.
Occhi: scuri
Orecchi: piccoli ed a rosetta (portati come nel greyhound)
COLLO:
abbastanza lungo, molto forte e muscoloso, ben arcuato, privo di giogaia o di pelle allentata intorno alla gola
TRONCO:
lungo e costoluto
Dorso: piuttosto lungo che corto
Rene: leggermente arcuato
Groppa: molto larga fra le anche
Torace: molto profondo e moderatamene largo, petto ampio
Costole: ben rilevate
Ventre: ben retratto
CODA:
lunga, leggermente curvata, di spessore moderato e ben coperta di pelo.
ARTI
ANTERIORI:
Spalle: muscolose, che danno ampiezza di torace, oblique
Gomiti: bene sotto, non girati all'interno o all'esterno.
Avambraccio: muscoloso
Zampa: di ossatura pesante, ben diritto
POSTERIORI:
Cosce: lunghe e muscolose
Grassella: gradevolmente curvata
Zampa: ben muscolata, lunga e forte
Garretti: corti, non girati all'interno o all'esterno.
PIEDI: moderatamente grandi, e rotondi né girati in dentro né in fuori. Dita ben arcuate e chiuse.Unghie molto forti e curvate.
PASSO/MOVIMENTO
Movimento fluente ed efficace
MANTELLO
Pelo: ruvido e duro sul tronco, sugli arti e sulla testa, peli particolarmente ispidi sopra gli occhi e sotto la mascella.
Colore e macchie
I colori riconosciuti sono il grigio, il tigrato, il rosso, il nero, il bianco puro, il daino e tutti i colori ammessi per il deerhound.
TAGLIA (ALTEZZA E PESO):
Altezza desiderata: mediamente da 81 a 86 cm nei maschi
Altezza minima: maschi 79 cm.
Peso minimo: 54,5 kg.
Altezza minima: femmine 71 cm.
Peso minimo: femmine 40,5 kg:

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!



tratto da:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Gioal apPalug il Pitta
della stirpe dei Katti
Brennos dei Fianna apPalug

- Gioal Canestrelli -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Gio Ott 27, 2005 12:05 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Pitta!
Premetto che di cani ne so gran poco (a parte Titus che oramai pesa 50 Kg e va' per i 7 mesi Laughing )
L'unico dubbio che mi viene dal tuo ampio intervento è il seguente: un levriero come Canis Pugnax? O per dirla nei termini romani inerenti alla Britannia, Pugnace Britanniae?
Le questioni sono due: si hanno riferimenti documentari di una certa rilevanza (del tipo, iconografia del Britanniae oppure descrizione fisica da parte di qualche autore latino), che confermino questo "levriero" come il famoso combattente conosciuto dai romani nella Britannia?
Secondo: ma siamo sicuri che una razza levriera possa essere cosiderata Canis Pugnax (cane da combattimento)?
Cesare afferma che dalla Britannia ne riporta un centinaio, e che per la loro mole e ferocia (similare al Molosso-Mastino romano in uso dai legionari), li fa sfilare nel suo trionfo e poi li manda a combattere in Arena contro i Venatori.
Che io sappia (ma ribadisco la mia ignoranza in merito), gli unici canidi in grado di combattere ferocemente sono i parenti stretti del lupo, ma necessitano di combattere in branco... oppure i famosissimi Molossi (che nulla hanno a che fare coi levrieri), che invece sono fatti combattere singolarmente coi Leoni e coi Tori (quest'ultima sfida fino a pochi secoli fa' in Spagna).
Molossi, ossia Mastino Napoletano, Cane Corso (derivato del Mastino), Dogo argentino, il Mastive inglese, escluso l'Alano e i Molossoidi moderni derivati (Mastive PittBull, BullDog, RotWeiler, etc).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Anonymous

















MessaggioInviato: Gio Nov 03, 2005 3:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh Darius...direi che le foto che ho postato parlano da sole, così come i dati sull'altezza al garrese e peso della bestia in questione.

Una curiosità però: potresti darmi il passo specifico di Cesare a riguardo? Perché sui cani da guerra presso i Celti non trovo nulla di antecedente a Quinto Aurelio Simmaco, 391 a.C., che ricevette in dono SEI cani da guerra britannici che vennero impiegati nel circo...
Torna in cima
Il Pitta

Gallus





Età: 39
Registrato: 20/10/05 17:41
Messaggi: 319
Il Pitta is offline 

Località: Verona
Interessi: Storia, Archeologia, Polemologia, Celtismo
Impiego: Studente
Sito web: http://www.fianna-ap-p...

MessaggioInviato: Gio Nov 03, 2005 3:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ARGH! Chiedo venia!

uno, per aver postato da Ospite
due, per aver sbagliato a digitare la data...naturalmente si tratta del 391 d.C. !!!!!

_________________
Gioal apPalug il Pitta
della stirpe dei Katti
Brennos dei Fianna apPalug

- Gioal Canestrelli -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
valerio.metronio

Ospite















MessaggioInviato: Lun Gen 02, 2006 4:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao a tutti, anche Alessandro di Epino zio di Alessandro il grande allevava molossi che portava con se anche nell'infelice appoggio a taranto portò qualcuno di questi splendidi animali
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cave Canem Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 3 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008