Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Le varie figure di gladiatori
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gladiatori: ricerca, storia e sperimentazione
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Gio Giu 23, 2005 1:35 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Claude!
La miscellanea, a base di orzo e altri cereali, sarebbe stata la soluzione preferita anche dai legionari, che ahinoi, non potevano permettersi così facilmente zuppe e condimenti ogni giorno.
E' una questione di apporto energetico, che indubbiamente è prerogativa di cereali e farinacei, meno (ma non escluso) di proteine.
Ricordiamoci la famosa Caena Libera il giorno prima dei combattimenti, in cui ai gladiatori era servito un vero e proprio banchetto degno di un imperatore, con carni, pesci, uova, pane ,verdure, vino e dolci (e donne, parenti e quant'altro...).
Il perchè è facilmente spiegabile, se pensi al fatto che la vita in un Ludus non è altro che la vita di un carcerato, costretto tuttavia ad allenarsi tutto il giorno. Un po' come per il legionario, la priorità è quella dei carboidrati e degli amidi.
DIrei che la quasi totalità delle immagini dell'iconografia rappresenta tipi atletici, di diversa corporatura ma atletici. Mi sembra una mera stupidaggine l'ispessimento della pelle di fronte ad una lama affilatissima come la sica gladiatoria, o dei denti del tridente.
A volte certi studiosi dovrebbero fare qualche mezz'ora di addestramento anzichè cercare le novità che fanno vendere i libri Wink
Sul parallelo dei gradi gladiatori con quelli militari, vi sono poche informazioni. Quartus o Tertius Palus, definizioni di quello o quell'altro gladiatore su steli funerarie, non corrispondono in nulla ai gradi militari (nella fattispecie il parallelo potrebbe essere esclusivamente coi centurioni, poichè il Primpilus è tale!)
Semmai il maximus centurio, il Primus Pilus, prende il nome dall'ambito gladiatorio, giacchè l'esercito prende a piene mani dalla gladiatura, sin dalle battaglie sannitiche.
Si ritiene che il grado gladiatorio corrisponda al numero di combattimenti mortali che gli rimangono, a partire dai circa 12 iniziali (come le fatiche di Ercole, divinità gladiatoria).
Così che un quartus palus è colui a cui mancano tre combattimenti alla libertà! Non vi è ulteriore senso nell'attribuzione dei gradi nei gladiatori, giacchè non era una scuola di arti marziali dove si andava a imparare il combattimento, ma una vera e propria galera che per 4-5 anni costringeva gli uomini ad un esperienza 'infera' la cui fine era la vita o la morte!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Gio Giu 23, 2005 1:35 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Mar Lug 12, 2005 5:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Avete omnibus
Vorrei fare una domanda su un punto che non è molto trattato sul mondo dei gladiatori e che non salta molto all’attenzione, ossia la religione e il sentimento religioso nel ludus.
I gladiatori avevano un qualche culto o un qualche dio a cui erano più devoti in particolari, un po’ sulla falsa riga del culto di Mitra presso i legionari, oppure continuavano tranquillamente a seguire il culto a cui erano devoti anche prima di entrare nel ludus?

Nel libro “Reziario contro Secutor” scritto da ArsDimicandi, nel capitolo finale, e ribadito anche in questo forum, si parla di un’interessante “identificazione” tra questi due tipi di gladiatori con le figure di Nettuno e di Vulcano. Questo parallelo, utilizzando altre figure, ovviamente, era valido anche per tutte le altre coppie di gladiatori, e se si con quale altre figure mitiche si fa il parallelo? (A proposito, a quando l'uscita degli altri libri sulla tecnica degli altri gladiatori e dei legionari? Aspetto impaziente di avere notizie, tenendo conto che mirmilloni e traci sono i miei preferiti....)


P.S: complimenti, anche se in ritardo, per Trigallia e la battaglia contro i Celti. Veramente entusiasmante!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Mer Lug 13, 2005 12:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Claude!
Il Munera gladiatorio è un ricettacolo di culti antichissimi e nuovi.
Retiarius e Secutor affondano le loro antichissime radici nel Puteal etrusco-romano (rito Nettunale e Volcanale), ma altri duelli trascinano tradizioni traciche e samotraciche... eccetera.
Il tutto confluisce negli spectacula, che nell'insieme seguono una tradizione meno etnica e rappresentano lo sforzo per piegare un fenomeno "non romano" (la gladiatura) al Mos romanus. Ecco dunque i due culti principali: Ercules per i gladiatori e Nemesis per il pubblico, con una terza divinità di 'interfaccia' il cui nome è Hermes Psicopompo (insomma... Mercurio).
Spiegare il pragmatismo rituale di questa originale trinità è difficile, soprattutto perchè argomento che sfugge al Logos e alla parola scritta.
Ne sa molto, molto di più un gladiatore... Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Mer Ago 31, 2005 6:32 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Avete omnibus!
Prima di tutto bentornati da Treviri e dintorni. Aspetto con ansia il servizio sulla manifestazione (e anche video, foto e quant'altro).

Scrivo qui perchè non so dove altro scrivere.

Comunicazione di servizio rivolta specialmente ad ArsDimicandi e a chi vuole. Avrei un paio di disegni da sottoporre alla vostra attenzione, per avere un vostro parere, obiezioni, critiche costruttive e, se le merito, qualche lode. Vista la "grandezza" dei file (non eccessiva, però), certi "soggetti" (sempre nell'ambito gladiatorio) e la lunga spiegazione scritta che li accompagna, necessaria per inquadrare meglio certe mie scelte e decisioni (le quali possono esser tutte messe in discussione), preferirei spedirli privatamente a chi vuole e può darmi consigli.
Come faccio? A quale indirizzo? Spiegatemi tutto passo per passso, anche per allegare i files, perchè fra me e questo "instrumentum diaboli" del Forum non corre buon sangue.

Vale

_________________
Titus Claudius Cincinnatus/ Claudio Casti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Mer Ago 31, 2005 8:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Claudie,
purtroppo non so soccorrerti: ho conseguito a pieni voti laurea, master e dottorato di ricerca in "ignoranza informatica. Laughing
Sicuramente troveremo qualcuno che ci potrà dare le indicazioni adatte. Però non sarebbe forse meglio postarlo sul forum, adeguatamente confortati dalle idonee nozioni?

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Gio Set 01, 2005 11:08 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave Plinie,
E' che i disegni, tenuto conto che sono ancora bozzetti a matita, per essere comprensibili sono un po' grandi come dimensioni e la spiegazione di essi e del progetto in generale viene parecchio lunga e non vorrei intasare il forum. Inoltre alcuni presentano "nudità" parziali (non eccessive e/o volgari, credo) e non vorrei urtare la sensibilità di chi frequenta il forum. E' vero che si è tutti adulti e che non sono cose oscene o irriguardose, ma non si sa mai. E' per questo che preferisco passare, prima per un giudizio, per così dire, "privato". In realtà, sarebbe la cosa migliore, per me, "postare" sul forum, in quanto più giudizi e critiche ci sono, meglio è, soprattutto per migliorarmi e evitare errori marchiani. Ma per le ragioni dette prima, secondo me, sarebbe meglio fare così.
A meno che gli amministratori non mi dicano il contrario e mi diano "via libera", magari creando un topic apposta.
Fatemi sapere!

Vale

_________________
Titus Claudius Cincinnatus/ Claudio Casti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Set 01, 2005 4:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie per il riguardo dimostrato Claudio. Apprezzatissimo!
Chiederò soccorso e vedremo. A dopo. Smile

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Ven Set 02, 2005 2:02 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Occasione!
Sabato prossimo (3 sett) sarò a Villadose per tenere un convegno sull'Esercito Romano.
Hai possibilità Claudio di esserci, e così non intasare il Forum?
In caso contrario temo dovrai fare copie in formato ridotto (Photoshop o similari) e allegarle al Topic o inviarle alla mail del sito di AD.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Lun Set 05, 2005 7:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Purtroppo sono appena tornato dalla Provenza dove, proprio in questi giorni, ho partecipato ad una rievocazione-gemelleggio tra il mio gruppo, la "Mansio Templi Parmensis", e il gruppo francese dei Beaux Manteaux. Se non fosse stato per questo bellissimo evento sarei venuto a Villadose, anche perchè il programma mi interessava moltissimo. Purtroppo.....
Le immagini, di formato jpg, non superano le 300 k e le spiegazioni non dovrebbero essere di grande ingombro. Magari sono un po' lunghe. Niente che una dsl non possa sopportare, penso.
Attendo indicazioni.... volendo si possono restringere ma penso a scapito della qualità e visibilità.
Valete omnibus.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Lun Set 05, 2005 8:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

..... Ah! Le immagini sono 3-4. Non più di 1 mega in totale di allegati.....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Mar Set 06, 2005 8:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Spero di aver spedito al'indirizzo giusto il tutto! E, soprattutto, spero di non aver creato "casini informatici" o problemi di ingolfamento! Basta che non mi fustighiate!!
Valete
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Mer Set 07, 2005 2:28 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Riesco finalmente ad allegare il testo e le immagini inviatemi da Claudio. Ora potrò rispondere in modo pubblico.
Ecce!
-------------------------------------------------------------------------
Claudio: avevo detto che la spiegazione era lunga..... in realtà è lunghissima. Scusate

ecco i primi quattro disegni che ho disegnato, riguardanti il mondo della gladiatura. Ovviamente, essendo i primi bozzetti, sono pieni di errori e cose da mettere a posto, ed è proprio per questo che ho deciso di spedirli, per evitare di fare errori marchiani in sede di composizione finale.

Prima, però, dovrei fare un paio di considerazioni, sia sul fumetto sia su alcune mie scelte.

La storia prende spunto dal famoso rilievo del British Musem proveniente da Alicarnasso raffigurante due gladiatrici, Achillia e Amazonia, e vuole ricreare il mondo dei gladiatori in particolare e di Roma in generale, partendo da queste due protagoniste. In realtà, sia le due protagoniste, sia i vari co-protagonisti che si presenteranno, non sono altro che un “mezzo” per raccontare tutto ciò che era il mondo romano del primo Impero. Non ci si limiterà solamente al mondo del ludus o delle legioni, non sarà solo un fumetto “marziale”, ma si spazierà dal giallo all’epico, dal thriller all’erotico, dal mistery, al fantasy e via dicendo, dove il mondo classico, romano e non, fa contemporaneamente da sfondo e da protagonista. Cercheremo di rendere i protagonisti il più possibile consoni al periodo, con le superstizioni, credenze e mentalità tipiche del periodo, anche se possono stridere con la mentalità moderna. E’ chiaro che il compito che ci si presenta è difficile e vasto, anche perché, come detto prima, non ci limitiamo solo all’ambito militare e gladiatorio, ma anche a tutto il mondo civile. Già è difficile riuscire a riprodurre con precisione gli armamenti corretti, e voi dell’ArsDimicandi lo dimostrate ampiamente, figuriamoci tutto il mondo classico, quello delle province così diverse tra di loro, delle città, delle campagne, di Roma, degli abiti di varie fogge e dei templi di varie divinità e via discorrendo.

E’ chiaro che non abbiamo nessuna pretesa di ricostruzioni filologicamente corrette al millesimo, sia per i nostri limiti di conoscenza, sia per le necessarie licenze che ci dovremmo prendere per rendere le storie accattivanti per tutti, non solo gli appassionati, e sia per la vastità dell’argomento. Il nostro obbiettivo è di evitare gli errori e il pressappochismo tipici di opere, letterarie e non solo, riguardanti il mondo romano, onde evitare cose come “Il Gladiatore”, con gli elmi del periodo sassone-vichingo, le armature fantasiose e tutto il corredo di errori di quel film, e, contemporaneamente, cercare di fare le cose il più correttamente possibile.
E’ un compito vasto e difficile, ma, proprio per questo, affascinante e stimolante.

Parlando dei disegni, dovrei fare alcune precisazioni.

In quello intitolato “Britanna-2”, il primo in ordine temporale che ho disegnato, come si potrà vedere balzano subito all'occhio alcune "licenze creative" ed errori. La prima licenza riguarda l'elmo, che io ho raffigurato come quello dei mirmilloni ma senza maschera. All'inizio l'avevo fatto perchè credevo che ci fossero modelli senza maschera, ma poi, guardando meglio alcune foto, ho scoperto gli attacchi per la maschera. In realtà servirebbe un elmo senza la maschera, in modo da lasciare il viso scoperto delle due protagoniste. Proviamo ad immaginare la gladiatrice con l'elmo completo di maschera e poi con l'elmo aperto; nel primo caso si avrà una figura fredda, alienata, distante quasi, mentre se ce la si immagina con il volto ben visibile, secondo me cambia tutto. Anche l'altra gladiatrice (di cui non c’è il disegno), dovrebbe avere il volto scoperto. Quello che chiedo è se questa "licenza" è plausibile, sia in un qualche modo giustificabile e non appaia una forzatura eccessiva. In caso contrario, se ci sono dei suggerimenti, ne sarei molto grato.

L’altra “licenza” riguarda la totale nudità della protagonista o della coprotagonista (vedere il disegno “Reziaria”): a dire il vero, essendo prigioniere di guerra o schiave, comunque delle moriture, dovrebbero combattere a seno scoperto (come da rilievo e come testimoniato da vari commenti, anche di autori autorevoli), per cui la nudità integrale, di almeno una delle protagoniste, o coprotagoniste, potrebbe essere, forse, "plausibile", forse. Per le altre ci si limiterà agli scontri "privati" dove l'aspetto erotico potrebbe prevalere su quello marziale, con conseguente reazioni negative o, al contrario, esibizioniste delle protagoniste costrette a mostrarsi in tal guisa (è vero che l'antichità aveva un concetto totalmente diverso riguardo la nudità ma non so fino a che punto). Potrebbe essere un buono spunto o meno, si vedrà.

In realtà, la nudità serve come "esca" per quei potenziali lettori che si avvicinano al fumetto senza essere appassionati del periodo. Perchè un personaggio femminile abbia presa, considerato che la maggior parte dei lettori di questo tipo di fumetti sono uomini, bisogna che abbiano caratteristiche "maschili" (ed essendo gladiatrici, non ci sono problemi) e, contemporaneamente, abbiano una forte carica erotica (vedi Druna o altre eroine). Chiaramente la nudità ci sarebbe in quei momenti tipici della gladiatura, come gli allenamenti e i giochi, pubblici o privati, oltre nei momenti in cui è più giustificata, ad esempio nelle terme. In progetto ci sarebbe da rappresentare nuda integralmente la reziaria (probabilmente etiope o nubiana). Per le altre ci sarà il subligaculum, anche se più succinto del solito (vedere “Murmilla vs Traex”). Nessun problema per i gladiatori.

E’ un discorso molto intricato, direi, sul filo del rasoio e non è facile mostrare determinate cose, bilanciandosi tra esigenze di “mercato” e la necessità di non esagerare.

Ritornando al primo bozzetto, è una prima stesura giusto per avere un'idea dell'apparenza e del carattere del personaggio. Sono già evidenti i vari errori: la manica di metallo, il gladio invece della sica lunga, la nudità integrale (su questo ne ho già parlato sopra), l’elmo senza maschera e i lunghi capelli sciolti. Quando combatterà avrà i capelli acconciati in maniera da poter combattere senza impacci o altro. Ho visto una foto su un libro della serie Osprey dedicato ai gladiatori su come si riteneva fossero intrecciati i capelli delle gladiatrici e pensavo di rifarmi a quella acconciatura, anche per le altre gladiatrici. Non so se ci sono altre immagini o idee sull'argomento. A dire il vero, nel disegno “Murmilla vs Traex”, la protagonista ha i capelli sciolti e, secondo me, danno movimento e dinamismo alla scena. Dico questo perché, avendo preso spunto da alcune vostre foto, ho dovuto esagerare il movimento e aggiungere i capelli così altrimenti la scena risultava troppo statica. E’ una delle tante cose che sto imparando su come si fa i fumetti.

Per quanto riguarda il disegno “Reziaria”, a parte alcuni errori che ho già visto (manca la protezione alla mano e la cintura) non dovrei aver fatto grosse inesattezze. In questo caso la sua nudità potrebbe essere più “giustificata”, dato che la nudità reziaria era una caratteristica fondamentale del reziario, una sorta di esca per attirare il secutor ( il libro “Reziario vs Secutor et Scissor” docet), e che ho visto un paio di mosaici che ritraggono dei reziari, in azione, nudi (visti posteriormente) o comunque con un subligaculum ridottissimo. L'idea originaria era che fosse una venatrix (se mi passi il termine) e una reziaria. La doppia specializzazione non è scelta a caso, in quanto si vorrebbe raffigurare una gladiatrice tecnicamente eccezionale, nonostante sia una figura che stia un po' più in secondo piano rispetto alle altre due. Vorrei fare anche un altro gladiatore con una specializzazione multipla, da mostrare come figura straordinaria, un vero campione dell'arena. Potrebbe andare l'accoppiata venatrix-reziaria? Tra le altre cose mi permetterebbe di mostrare più spesso le venationes. Come erano armati i venatores? Ci sono immagini che potete mandarmi ?

Non so se i capelli siano acconciati alla maniera corretta, ma non stanno male, anzi, per cui penso che vadano bene. O no?

Non ho altro da aggiungere per gli altri due: “Gregatim” e “Murmilla vs Traex”.

Per quanto riguarda il discorso della credibilità del fumetto, con i fisici delle protagoniste più simili alle eroine Marvel o alle modelle americane siliconate, ci si addentra in un argomento delicato perchè qui ci si viene a scontrare con alcune caratteristiche del fumetto e con i gusti del pubblico. Mi spiego meglio: se prendiamo "Dago", fumetto a cui mi ispiro, sono evidenti varie incongruenze storiche e non solo. Gli uomini, Dago per primo, sono troppo alti, l'età media della gente in cui si svolgono le avventure è troppo alta (almeno stando alle nostre conoscenze attuali), il taglio di capelli dei Dago è un po' troppo moderno, per non parlare della marea di conquiste galanti del protagonista, di quante volte sia stato sul punto di morire, di quante battaglie abbia affrontato, alcune grandiose come Pavia o il sacco di Roma, in quanti posti sia stato, dall'Africa del nord al tutta l'Europa per arrivare a girare tutte le Americhe del centro sud e pure quelle del Nord. Non solo, ma ha anche conosciuto tutti i personaggi più potenti del tempo, dal Barbarossa al Frundsberg, da Francesco I re di Francia a Nostradamus, da Pizarro e Cortés a Carlo d'Asburgo e via dicendo. E' stato inquisito e torturato, è stato schiavo, ufficiale dell'esercito spagnolo, rinnegato e "amico" del Barbarossa, emissario del sultano, ha combattuto con i lanzichenecchi, con gli Scozzesi, con i Conquistadores e i Francesi. A me non basterebbero 10 vite per fare tutto quello che ha fatto lui, sempre che io riesca a soppravvivere al primo pericolo, mentre lui sembra essere neanche sulla quarantina. Ovvio che tutto questo è eccezionale e quasi improbabile proprio a livello di credibilità. Quello che voglio dire è che, da quello che sto imparando su come fare fumetti, mi sembra quasi impossibile sfuggire da certe "eccezioni" e improbabilità, che non sia pensabile non fare qualche piccola forzatura o prendersi delle "licenze creative". Facciamo l'esempio dei capelli: troppo moderni ed elaborati. Ma qui i capelli assumono una valenza diversa, servono a sottolineare o a delineare il carattere del personaggio, a "scrivere" pagine e pagine senza il bisogno di scriverle materialmente. Proviamo ad immaginarla con i capelli più ordinati e così come li ho disegnati: non so cosa sia meglio ma sicuramente cambia tutto. In realtà le altre gladiatrici avranno i capelli più curati, più rispondenti all'epoca, soprattutto la greca, mentre per la britanna mi serviva una capigliatura che desse un tocco al suo carattere. Senza contare che non credo che anche le donne celtiche usassero capigliature elaborate, ho sempre saputo diversamente o perlomeno non ho mai letto niente a riguardo che mi facesse pensare diversamente. Sicuramente posso sbagliarmi, ma se si pensa che basta un ricciolo o un capello fuori posto per dare una vena di ribellione ad un volto composto, si può capire cosa intendo. Idem per il discorso del fisico. La protagonista servirebbe come una sorta di esca, di Cavallo di Troia. Chiaramente, se la cosa dovesse, proseguire e avere successo, spero di riuscire a ridurre certe "licenze" ed eccezionalità, ma all'inizio non credo di potere fare diversamente.

Nonostante la lunghezza di tutto ciò che ho detto, ci sono moltissime cose da dire e da spiegare e mi piacerebbe molto ricevere commenti, critiche costruttive, appunti e quant’altro mi possa servire per migliorami e non fare errori. Per me è una fonte preziosissima, perché mi serve per crescere e confrontarmi con gli altri. E se poi ci scappa anche una lode, non me ne dolgo di certo.

Grazie di tutto e Valete omnibus
Claudio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Mer Set 07, 2005 3:58 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Claude!
Anzitutto mi sono innamorato della Britanna! Ma da pazzi!
Se creerai un episodio d'amore tra un certo retiarius 'Darius' e la murmilla in questione, non ti invierò mai la parcella della consulenza Wink .
Scherzi a parte (i disegni sono comunque forti e veramente efficaci, come un esca reziaria), comprendo a pieno le tue spiegazioni e i tuoi compromessi storico-commerciali.
Tieni presente che da novembre 2004 ad agosto 2005, solo in Italia ho venduto 40.000 copie de "il Grande Gladiatore" (Piemme-Mondadori).
Non puoi immaginarti i compromessi a cui sono stato costretto per farne un romanzo di penetrazione!
Inoltre, come Historical Military Advisor del film Rome (HBO), che la settimana scorsa secondo La Repubblica e i TG italiani, ha avuto un successo straordinario negli U.S.A., ho dovuto capire e accettare ulteriori compromessi. Il primo film dal 1906 ad oggi in cui si vedono i Legionari non fare lama contro lama alla "Il Gladiatore" ma usare gli scudi come arma principale e il gladio come elemento risolutore.
Sono stato il primo e per ora l'unico. Ti immagini la soddisfazione?
Tuttavia, quanti compromessi ed errori scelti a tavolino per ottenere un efficacia televisiva? Quali i compromessi per una diffusione internazionale finalmente autorevole, ma non veramente filologica? Io lo so!
Non sono il Don Quichotte delle Legioni romane e dei Gladiatori, e (a diffferenza di altri) , non mi interessa esserlo. Credo, anzi crediamo si sapere molto, e al contempo non abbastanza.
Veniamo alle tue superbe tavole.
Metti la galea (elmo) della mia innamorata Britanna senza celata? Non ha senso, neanche in epoca repubblicana prima delle leges gladiatorie che obbligarono a passare da elmi con semplici guanciali (paragnatidi) a maschere integrali per proteggere il viso dei gladiatori.
Ma al pubblico non interessa. Loro devono innamorarsi come me (e penso che tu sia stato il primo ad innamorarti di Britanna). Esattamente come io mi sono innamorato di ArsDimicandi e di tutti i miei fantastici uomini e donne. C'è un altro modo di vivere se non innamorandosi?
Hai messo sui gladiatori maniche di ferro che sono rigidamente in dotazione agli artiglieri militari romani, e non sui gladiatori. Hai messo un nudo integrale assolutamente "detestato" dai romani, persino nell'arena.
Pensa che i romani, nonostante dodici secoli di atletica pesante greca all'insegna della nudità integrale, mettono pugili e lottatori col perizoma!
Metti un gladio al posto di sicae e pugii. E allora?
Non sei tu che pubblichi libri scientifici sui gladiatori (quella è una mia competenza). Tu non hai questa responsabilità.
Tuttavia, caro Claudio, sarei un ipocrita se affermassi che buona parte degli storici degli ultimi 60 anni, non campi oggi sulle scelte coraggiose di chi, facendo impresa, ha permesso un re-interessamento mondiale verso testi scientifici e siti archeologici.
Credo però ci sia una grande differenza tra la tua "licenza" artistica, così attenta agli abbinamenti gladiatorii, agli armamenti e persino alla distinzione tra i duelli e i gregatim, con la fantasia totale di altri artisti.
Il tuo prodotto rappresenta uno dei compromessi meglio congegnati che abbia mai visto in vita mia!
Non posso che farti i miei complimenti. Naturalmente troverai molti Savonarola che assurgono a custodi universali della verità gladiatoria! Peccato che questi declinino sistematicamente il nostro vivo desiderio di confronto in arena.

PS
Ricordati di Darius e Britanna Laughing
Nel caso lo ricordassi, ti regalerò con dedica il secondo romanzo che uscirà a Dicembre 2005. Nel caso che tu non lo ricordassi, ambienterò a mio piacimento un momento "intimo" tra questi due personaggi nell'ultimo romanzo della trilogia che stò scrivendo Laughing Laughing Laughing
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Gio Set 08, 2005 1:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave ArsDimicandi!
Bhè, che dire? Prima di tutto che mi fa molto piacere il fatto che ti siano piaciute le tavole, soprattutto una in particolare. E in secondo luogo, siccome ne hai già avuta esperienza, il fatto che comprendi appieno le mie difficoltà nel muoversi con circospezione tra le esigenze di adesione alla realtà storica e quelle per accattivarsi il pubblico in genere. Devo dire, anche, che ne sono sollevato perchè vedendo la precisione e l'accuratezza dei vostri lavori pensavo diversamente. Ma, come hai detto, sai bene quali sono le difficoltà in cui ci si muove per questo genere di opere, per cui....
A dire il vero non mi dispiace affatto che mi si faccia notare gli errori che ho commesso. Anzi! Più riesco ad essere preciso, meglio è per me. Mi spiego meglio: il motivo per cui, io e mia sorella insieme ad altri, abbiamo intrapreso questo progetto era quello di unire ad una storia accattivante e interessante la più corretta visione del mondo di Roma del primo periodo dell'Impero. Ovviamente nei limiti del possibile. E' chiaro che poi si devono fare delle scelte. Non mi costa nulla disegnare pugii e sicae invece dei gladi in mano ai gladiatori, o le manicae di cuoio invece di quelle metalliche. Tanto alla gente non interessa più di tanto. Non è un problema disegnare la giusta tecnica dei gladiatori, quando la so, invece di vedere grandi fendenti e colpi di gladio alla maniera dei cavalieri medioevali, tanto al pubblico interessa di più che le tavole siano dinamiche e incalzanti. E gli esempi si possono sprecare, a partire dall'uso dello scudo da parte dei legionari, agli abbinamenti gladiatori corretti (ho visto parecchie tavole in giro di reziarii contro traci o mirmilloni) e via dicendo. Però la precisione, quando è possibile, interessa a me. Sbagliare senza saperlo è un conto ma facendolo sapendo di errare non mi garba per nulla. Anzi. E' per questo che da quando mi sono iscritto al vostro Forum ho cominciato a fare un sacco di domande, forse anche stupide e prive di interesse, ma che a me a mia sorella (che cura la sceneggiatura) servono parecchio. Ed è anche per questo che ho cominciato a muovere i primi passi nel reenactment romano con gli amici della Legio I Italica, con cui ho già fatto alcune uscite e prevedo di farne altre. A dire il vero ho usato la scusa del fumetto per "andare a fare il Romano" (come mi dicono in dialetto di Parma) senza che brontolassero troppo in casa, però, intanto, ne approfitto per vedere la tecnica di combattimento dei legionari, la disciplina, cosa vuol dire essere un legionario, ecc. ecc. Così come sono venuto a Trigallia per vedervi combattere contro i Galli.
Certo, alcuni errori li farò sapendo di farli: l'esempio più lampante è la mancanza della maschera nell'elmo della Britanna (di cui mi ero già accorto l'assurdità) o la nudità integrale delle gladiatrici; magari ci saranno delle armature più elaborate e meno storiche per determinati personaggi (prendendo spunto da quella meno scorrette de "Il gladiatore" ad es.), ma su questo si è già detto.
Britanna
Come darti torto? E' il primo disegno che ho fatto in assoluto, quello con più errori che ho riconosciuto, eppure ogni volta che lo riguardo mi complimento con me stesso, ed è cosa rara perchè tendo ad essere molto critico verso i miei disegni (essendo autodidatta è l'unico modo per migliorarmi).
Una storia con un "certo reziario Darius"? Mi cogli in contropiede! In genere non disegno personaggi tratti da persone che si possono riconoscere, per questioni di privacy o di possibili offese. Cerco sempre di cambiare le foto a cui mi ispiro. Guarda "Gregatim": la reziaria e il secutor sono copiati da una foto sul vostro sito, lo scissor e il reziario dal libro "Reziario vs secutor e scissor", ma al reziario ho cambiato i connotati aggiungendovi barba e capelli lunghi. Certo che la richiesta è parecchio appassionata, per cui penso che non ci possano essere problemi in tal senso (l'ultima parola spetta alla sceneggiatrice! ma...).
L'unica cosa che ti prego è di non anticipare troppo del personaggio nella tua trilogia, se vuoi inserirlo, giusto per non "bruciare" uno dei personaggi principali del fumetto. Eventualmente se ne può parlare più approfonditamente per coordinare meglio le cose, magari, visto che sono di Parma, sono disponibile a parlarne anche in altre sedi oltre che sul Forum, se si preferisce. Basta farmelo sapere per tempo (ad es. questo mese sono occupatissimo con la Mansio Templi Parmensis e la Legio Italica). Come preferisci.

Gratias tibi et ave atque vale
Claudius

P.S. attenzione che il regalo del libro lo prendo come impegno! Very Happy
P.P.S.: Ah..... attenzione che ho sentito dire che le reziarie numide diventano molto cattive e agguerrite contro i loro "rivali" Very Happy Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Claudio

Centurio Hastatus





Età: 47
Registrato: 06/06/05 19:44
Messaggi: 234
Claudio is offline 

Località: Parma
Interessi: Storia (Antica e Medioevale), disegno, palestra, football americano, rievocazione storica, fantasy e i giochi di ruolo, anche dal vivo, leggere
Impiego: Istruttore fitness, studente, fumettista(?)


MessaggioInviato: Gio Set 08, 2005 1:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave ArsDimicandi!
Bhè, che dire? Prima di tutto che mi fa molto piacere il fatto che ti siano piaciute le tavole, soprattutto una in particolare. E in secondo luogo, siccome ne hai già avuta esperienza, il fatto che comprendi appieno le mie difficoltà nel muoversi con circospezione tra le esigenze di adesione alla realtà storica e quelle per accattivarsi il pubblico in genere. Devo dire, anche, che ne sono sollevato perchè vedendo la precisione e l'accuratezza dei vostri lavori pensavo diversamente. Ma, come hai detto, sai bene quali sono le difficoltà in cui ci si muove per questo genere di opere, per cui....
A dire il vero non mi dispiace affatto che mi si faccia notare gli errori che ho commesso. Anzi! Più riesco ad essere preciso, meglio è per me. Mi spiego meglio: il motivo per cui, io e mia sorella insieme ad altri, abbiamo intrapreso questo progetto era quello di unire ad una storia accattivante e interessante la più corretta visione del mondo di Roma del primo periodo dell'Impero. Ovviamente nei limiti del possibile. E' chiaro che poi si devono fare delle scelte. Non mi costa nulla disegnare pugii e sicae invece dei gladi in mano ai gladiatori, o le manicae di cuoio invece di quelle metalliche. Tanto alla gente non interessa più di tanto. Non è un problema disegnare la giusta tecnica dei gladiatori, quando la so, invece di vedere grandi fendenti e colpi di gladio alla maniera dei cavalieri medioevali, tanto al pubblico interessa di più che le tavole siano dinamiche e incalzanti. E gli esempi si possono sprecare, a partire dall'uso dello scudo da parte dei legionari, agli abbinamenti gladiatori corretti (ho visto parecchie tavole in giro di reziarii contro traci o mirmilloni) e via dicendo. Però la precisione, quando è possibile, interessa a me. Sbagliare senza saperlo è un conto ma facendolo sapendo di errare non mi garba per nulla. Anzi. E' per questo che da quando mi sono iscritto al vostro Forum ho cominciato a fare un sacco di domande, forse anche stupide e prive di interesse, ma che a me a mia sorella (che cura la sceneggiatura) servono parecchio. Ed è anche per questo che ho cominciato a muovere i primi passi nel reenactment romano con gli amici della Legio I Italica, con cui ho già fatto alcune uscite e prevedo di farne altre. A dire il vero ho usato la scusa del fumetto per "andare a fare il Romano" (come mi dicono in dialetto di Parma) senza che brontolassero troppo in casa, però, intanto, ne approfitto per vedere la tecnica di combattimento dei legionari, la disciplina, cosa vuol dire essere un legionario, ecc. ecc. Così come sono venuto a Trigallia per vedervi combattere contro i Galli.
Certo, alcuni errori li farò sapendo di farli: l'esempio più lampante è la mancanza della maschera nell'elmo della Britanna (di cui mi ero già accorto l'assurdità) o la nudità integrale delle gladiatrici; magari ci saranno delle armature più elaborate e meno storiche per determinati personaggi (prendendo spunto da quella meno scorrette de "Il gladiatore" ad es.), ma su questo si è già detto.
Britanna
Come darti torto? E' il primo disegno che ho fatto in assoluto, quello con più errori che ho riconosciuto, eppure ogni volta che lo riguardo mi complimento con me stesso, ed è cosa rara perchè tendo ad essere molto critico verso i miei disegni (essendo autodidatta è l'unico modo per migliorarmi).
Una storia con un "certo reziario Darius"? Mi cogli in contropiede! In genere non disegno personaggi tratti da persone che si possono riconoscere, per questioni di privacy o di possibili offese. Cerco sempre di cambiare le foto a cui mi ispiro. Guarda "Gregatim": la reziaria e il secutor sono copiati da una foto sul vostro sito, lo scissor e il reziario dal libro "Reziario vs secutor e scissor", ma al reziario ho cambiato i connotati aggiungendovi barba e capelli lunghi. Certo che la richiesta è parecchio appassionata, per cui penso che non ci possano essere problemi in tal senso (l'ultima parola spetta alla sceneggiatrice! ma...).
L'unica cosa che ti prego è di non anticipare troppo del personaggio nella tua trilogia, se vuoi inserirlo, giusto per non "bruciare" uno dei personaggi principali del fumetto. Eventualmente se ne può parlare più approfonditamente per coordinare meglio le cose, magari, visto che sono di Parma, sono disponibile a parlarne anche in altre sedi oltre che sul Forum, se si preferisce. Basta farmelo sapere per tempo (ad es. questo mese sono occupatissimo con la Mansio Templi Parmensis e la Legio Italica). Come preferisci.

Gratias tibi et ave atque vale
Claudius

P.S. attenzione che il regalo del libro lo prendo come impegno! Very Happy
P.P.S.: Ah..... attenzione che ho sentito dire che le reziarie numide diventano molto cattive e agguerrite contro i loro "rivali" Very Happy Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Gladiatori: ricerca, storia e sperimentazione Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Pagina 3 di 7

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008