Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Humeralia sì, Humeralia no
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento d'Ordinanza
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 4:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sicuramente le guerre civili repubblicane sino state piu' cruenti perche' in Roma era in atto una profonda rivoluzione istituzionele e sociale, e' documentato univocamente. Nel periodo successivo ricordo solo l'anarchia militare che porto' Diocleziano al potere, ma piu' che grandi guerre campali erano congiure interne tra pretoriani o scontri tra di loro....
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 4:46 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 5:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Ma abbiamo la certezza che tra il I e il III secolo d.C. i combattimenti "corpo a corpo" continuano ininterrottamente, come da tradizione greco-italica, persino tra le Cohorti ausiliarie di nordici Germani, Galli e Britanni che adotteranno l'armamento Romano.


Anche fosse come dici, primipilus, non cambierebbe la natura dei discorsi che abbiamo fatto Smile

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 5:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Cambia eccome!!! Organizzare eserciti per battaglie campali contro Romani stessi, impone scelte strategiche completamente diverse.La mentelletta diverrebbe essenziale nel corpo a corpo e quindi prodotta copiosamente dalle fabbriche di hamate. Col passare dei decenni se ne e' ridotta la fabbricazione e quindi l'utilizzo. Sappiamo che all'epoca una lorica aveva un costo altissimo, quindi i posteri, trovandosele, le hanno utilizzate fin quando hanno potuto, fino al loro logoramento.E' un'ipotesi.La mia.
Torna in cima
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 5:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una cosa e' il corpo a corpo tra Romani, altro e' combattere contro nemici che non utilizzano una tecnica schermistica legionaria-gladiatoria.
Torna in cima
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 6:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se pensiamo, ad esempio, alla battaglia di Isso del 194 d. C. tra Settimio Severo ed il suo rivale Pescennio Nigro, ci troviamo di fronte ad uno scontro tra 2 eserciti romani. Allo stesso modo, Massimo il Trace attaccò Aquileia nel 238 d. C. Lo stesso Filippo l'Arabo venne sconfitto in battaglia dal suo rivale Decio nel 249.
Per non parlare dell'anno 69 d. C. durante il quale si scontrarono truppe "romanissime" - da un punto di vista militare - di ben 4 generali per il potere imperiale.

Penso, quindi, che non solo l'ultimo secolo della Repubblica abbia visto lo scontro tra eserciti "armati alla romana", ma anche le guerre civili successive.

Inoltre, la mantelletta è visibile anche sui rilievi dell'Ara di Domizio Enobarbo, che alcuni datano a fine II secolo a. C. Certo, tale monumento presenta dei problemi di datazione, ma forse gli humeralia esistevano anche prima delle guerre civili del I secolo a. C.

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 6:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se poi vogliamo contarci anche un'altra battaglia abbastanza famosa: quella del Ponte Milvio capiamo che gli scontri tra Romani non passarono mai di moda Neutral

Ad ogni modo l'addestramento di stampo gladiatorio del legionario non poteva non rilevare la grande quantità di colpi ricevuti nella parte alta della schiena, qualsiasi Mirmillone lo può confermare.

Per me permane la questione dei costi Smile

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Dom Gen 04, 2009 6:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ripeto una cosa era Roma e il spirito di battagliare e di preparere una guerra in epoca repubblicana, altro lo scontro tra cesari che spesso avveniva in circostanze sociali, economiche, strategiche diverse. Non a caso si parla di Dominato, e le primavere marziali non danno piu' la juventus pronta al sacrificio di una volta!!!Comunque mi piace il fatto che riporti date e battaglie, cosi' chi non le conosce....se le studia.... Cool Cool Cool
Torna in cima
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 27
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Mer Gen 07, 2009 4:13 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Concordo con Rufus e Silla.
La tecnica di combattimento cambiò anche se gradualmente ( vedesi gli esempi portati da Darius) e questo predispose ad un abbandono di alcuni corazzamenti tipici per la difesa da una scherma mediterranea. Penso che queso sia il motivo e che la iuuentus non veniva arruolata più come una volta già dai tempi di Gaio Mario. Gli umori erano più o meno gli stessi tra il secolo I a.C. e il I d.C. Inoltre il Dominato è quel periodo d tempo che parte da Massimino il Trace, ma secondo alcuni già da Alessandro Severo, con la comparsa nelle fonti epigrafiche dell'epiteto Dominus appunto per indicare l'imperatore. Questo è il segno di una trasformazione profonda che passò da un Imperatore moderato e ancora legato ale antiche istituzioni repubblicane, ad un Imperatore sempre più sovrano assoluto. ( Quasi per esagerare un Luigi XIV dell'Impero)

_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Gen 07, 2009 4:53 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Inoltre il Dominato è quel periodo d tempo che parte da Massimino il Trace, ma secondo alcuni già da Alessandro Severo, con la comparsa nelle fonti epigrafiche dell'epiteto Dominus appunto per indicare l'imperatore. Questo è il segno di una trasformazione profonda che passò da un Imperatore moderato e ancora legato ale antiche istituzioni repubblicane, ad un Imperatore sempre più sovrano assoluto. ( Quasi per esagerare un Luigi XIV dell'Impero)


Attenzione però: patrimonio del principe e res publica furono sempre separati, al punto che degli storici greci si permetteranno di criticare le elargizioni di certi imperatori fatte con denaro pubblico.

Mai quanto nel periodo del Dominato si vede che l'Imperatore non è solo formalmente vincolato nel proprio agire ma anche praticamente, infatti l'esercito e il senato si rivelano veri e propri centri di potere autonomo.

Perfino quando gli Imperatori regnavano ormai solo sulla Parte Orientale non furono sovrani assoluti e solo a partire da Eraclio (vissuto a cavallo tra VI e VII sec.), il titolo Basileùs sostituì quello di Augustus (o di Caesar o di Imperator) nella cancelleria di corte.

Inoltre, sebbene gli imperatori potevano cambiare le leggi, erano formalmente sottoposti ad esse. Illuminante è il passo di Giovanni Lido in cui dice «è proprio del sovrano non violare in alcun modo le leggi dello stato, ma mantenere saldamente il volto della costituzione servendosì dell'autorità che è propria della legalità».

A ciò va aggiunto che mai la tradizione Romana riuscirà a stabilire dei princìpi chiari per la successione al ruolo di Imperatore, si tratterà di un compromesso tra desideri espressi dall'Imperatore "uscente" (in genere morto) e giochi di forza tra i veri centri di potere (esercito, senato, burocrazia, chiesa).

Insomma, Luigi XIV era ancora lontano Wink

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Aegerivs Licivs

Veteranus





Età: 60
Registrato: 06/10/08 13:45
Messaggi: 106
Aegerivs Licivs is offline 

Località: URBS




MessaggioInviato: Mer Gen 07, 2009 5:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sarà che sono un amante della segmentata questa non fu mai abbandonata.
Sulla colonna Traiana ci sono dei rilievi che mostrano legionari con la lorica segmentata ma non è dato sapere se fossero di cuio o metallo, quindi deduco che la segmentata non fu del tutto abbandonata.
La conquista della Dacia avvenne tra il 101 e 106 d.c. mentre la Colonna Traiana con un lungo fregio spiraliforme che si avvolge, dal basso verso l'alto, su tutto il fusto della colonna e descrive il trionfo delle guerre di Dacia (101-106) fu inagurata nel 113 d.c., forse basandosi sui perduti Commentarii di Traiano.

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Particolare della Colonna Traiana

Estrapolato da Wikipedia.

_________________
Aegerivs Licivs - Sergio Bux
Miles Legio XI CPF

Veniteci a trovre sul forum :
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Gio Gen 08, 2009 12:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Visto che pur odiandando le citazioni ti piace farne uso: "Il sistema giuridico permane dunque rigoroso nel diritto privato e in quello pubblico e del pari il principio secondo cui «ciò che il principe ha disposto ha forza di legge» né dall'idea che quest'ultimo è «sciolto dalle leggi» (legibus solutus). Ciò non significa infatti che il suo potere non abbia limiti: le leggi a cui questa affermazione di Ulpiano si riferisce sono quelle positive, stabilite dalla stessa volontà del sovrano che non è sottoposto alle leggi da lui stesso emanate poiché nessuno può dare leggi a se medesimo. Ma ciò non esclude che il sovrano in quanto uomo sia sottoposto, altre che alle norme dettate dai suoi predecessori (che può modificare ma non infrangere), alle leggi naturali e divine: violarle significa trasformare la sovranità in un dispotismo senza legalità."

(estratto dal libro "Bisanzio" di Mario Gallina, ex docente di storia bizantina all'Università di Torino e docente di Storia del Mediterraneo medievale)

Che ci fosse differenza tra Augusto e Diocleziano nel modo di esercitare il potere mi pare un'affermazione ovvia, tanto quanto dire che c'é differenza tra Augusto e un tribuno della plebe del II sec. a.C. Agli occhi del tribuno in questione Augusto sarebbe apparso come un anomalia tanto quanto Diocleziano poteva sembrare tirannico agli occhi di Augusto, sfido io: ci sono secoli di distanza, si chiama evoluzione della società.

Eppure ciò non significa che i sovrani tardoimperiali fossero paragonabili a un sovrano europeo del XVII sec., come non nego che la figura dell'Imperatore nel Tardo Impero fosse ormai lontana dal concetto di princeps, non sono disposto ad accettare che Costantino sia paragonato al Re Sole, l'Impero non era Costantino, lo Stato Francese era Luigi XIV.

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Gen 08, 2009 12:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La stragande maggioranza dei giuristi, scienziati del diritto, miei colleghi , la pensano come me.
Torna in cima
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Gen 08, 2009 1:34 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non la stragrande, la TOTALITA' dei giuristi da' la mia interpretazione....e poi lo storico al quale ti riferisci lo sa che fino a Napoleone nemmeno si concepiva il principio di legalita'. Legibus solutus sta a significare che il popolo, l'esercito ed il senato conferiscono imperium ed auctoritas suprema al princeps, permanentemente, a vita. La differenza col periodo repubblicano e' nell'estensione temporale e nel potere ordinante(proprio nel senso di dare ordine ed efficienza) del princeps. L'imperium del console era della stessa natura di quello imperiale,e lo stesso vale per l'intercessio e la sacrosanctitas del tribuno della plebe. Nel periodo tardo repubblicano tali checks and balances vanno in crisi per svariati motivi e si arrivera' al principato; col passare dei secoli il sistema va in tilt nuovamente, come ogni cosa umana anche i sistemi di governo non sono mai perfetti ma ancorati al periodo storico-sociale del quale sono frutto, ed il princeps diventa dominus ac deus prima, dominus e SOTTOPOSTO solo al DIO di Abramo, in seguito. Mentre i cosoli allo scadere del loro mandato doveveno rispondere del loro operato, e nel primo principato il princeps "condivideva "il potere con il Senato ed il popolo di Roma e le altre magistrature, durante il dominato il senato non conta piu' nulla, tanto e' vero che le piu' alte cariche civili e militari sono di rango equestre o plebeo,scelte direttamenta dall'imperatore che istitui' come suo organo consultivo il consistorium....tale termine non ti ricorda forse qualcosa...tipo Concistiro, papi, cardinali e potere ASSOLUTISTICO? ...E poi per quanto riguarda l'effettivo potere dei monarchi francesi o europei fino alla rivoluzione francese, non era mica tanto assoluto...c'era l'interferenza della Chiesa, dei Grandi feudatari, sia singolarmente nelle loro terre, che a livello centrale con Parlamentes e Cortes varie.... Cool Cool Exclamation Exclamation Idea
Torna in cima
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Gen 08, 2009 1:38 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

....domenticavo odio anche le bibliografie....
Torna in cima
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Gio Gen 08, 2009 9:57 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

P.S. Flavio rileggendo cio' che dice lo storico da te menzionato, mi pare che faccia confusione con due principi giurisprudenziali elaborati da Ulpiano...."quod placet principi legis habet vigorem" (Digesto 1.4.1 pr.). (Fonti non citazioni di altri) Cool Cool
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento d'Ordinanza Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 2 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008