Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

La musica nell'ambito militare romano
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento da parata
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Marcus Julius Maurus

Miles





Età: 54
Registrato: 02/08/10 21:56
Messaggi: 78
Marcus Julius Maurus is offline 

Località: Veronae
Interessi: arti marziali, musica
Impiego: impiegato


MessaggioInviato: Dom Nov 07, 2010 5:47 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Shocked a mio parere, il ruolo della musica nella società romana , sopratutto a livello popolare, non era così irrilevante, anzi......

In età repubblicana e nella prima età imperiale, le canzoni del teatro popolaresco (mimo) diventavano facilmente "grandi successi" tra la plebe e in periodi successivi il genere Pantomima aveva come sottofondo un coro e complesse musiche in qualche modo "orchestrali"....


Da Wikipedia:
Rispetto alla semplice raffinatezza della musica greca, eseguita con pochi strumenti per accompagnare il canto, la musica dei romani fu indubbiamente più vivace e coloristica, mescolata con elementi di origine italica, ed eseguita con grandi complessi in cui doveva essere massiccia la presenza degli strumenti a fiato: la tibia, la buccina, il lituus, la tuba. Si faceva anche uso dell'organo idraulico e di numerosi (e rumorosi) strumenti a percussione. Si può pertanto desumere che la musica a Roma fosse assai popolare e che accompagnasse sempre molti spettacoli tra cui la pantomima e gli spettacoli dei gladiatori. Mentre per i greci la musica era una componente fondamentale dell'educazione, i romani ne avevano un'opinione molto inferiore, associandola a feste e divertimenti piuttosto che alla formazione del vir.

Da Studenti.it
Anche nella musica, come in quasi tutte le attività culturali, i Romani furono molto influenzati da Greci, Etruschi e popoli dell'Oriente ma composero anche musiche proprie per le commedie, per l'esercito, per i banchetti, per i funerali. Fra gli strumenti a corde ereditati dai Greci c'era la lyra e fra quelli a fiato la tibia. Tipicamente romani furono invece strumenti a fiato come il cornus e il lituus, entrambi di bronzo e usati in campo militare: proprio gli strumenti militari erano al centro della cerimonia del Tubilustrium, durante la quale erano "purificati" con riti e preghiere. Anche nelle spedizioni navali veniva usata la musica per sincronizzare i movimenti dei vogatori. Gli strumenti militari più tipici furono la tuba, il corno, la bucina, il lituus e la tibia. La musica era importantissima nelle battaglie e lo dimostrano alcune frasi particolari: “in medias tubas” significava “nel mezzo della battaglia” e “post lituos” “finita la battaglia”.

_________________
Marcus Julius Maurus / Mauro Nelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Dom Nov 07, 2010 5:47 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Quintus Caius Caesar

Veteranus






Registrato: 29/10/10 23:15
Messaggi: 176
Quintus Caius Caesar is offline 

Località: roma
Interessi: modellismo, storia militare
Impiego: legionario


MessaggioInviato: Dom Nov 07, 2010 5:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ALT Very Happy , un attimo wikipedia non è la saggezza totale in ambito romano sbaglia molte cose, non ho detto che i romani non utilizzassero musica nelle feste, nei banchetti o in altre tipologie di festeggiamenti, la musica vi era certo, ma non era amata dai romani come dai greci, o egizi o comunque popolazioni celtiche e nord africane, la musica c' era a roma, ma non era prettamente romana era influenzata da molti popoli e gli strumenti dai romani inventati furono usati più nel campo bellico che civile, i romani amavano la musica, ma i musicisti in maggioranza erano di origine greca. I romani non avevano l' "amore" per la musica come lo avevano gli altri popoli, la musica era il sottofondo della civiltà romana Wink
_________________
tra le armi la legge tace_ cicerone

alea iacta est_ cesare

Quintus / Pietro Capone
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus Julius Maurus

Miles





Età: 54
Registrato: 02/08/10 21:56
Messaggi: 78
Marcus Julius Maurus is offline 

Località: Veronae
Interessi: arti marziali, musica
Impiego: impiegato


MessaggioInviato: Dom Nov 07, 2010 7:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Certo , Wikipedia è l'opinione media, e nemmeno troppo qualificata.

Ma più che musica "colta" intendo musica popolare - non riesco proprio ad immaginare una taverna della Suburra o una corsa al Circo Massimo senza cori e canzonacce popolaresche Laughing (anche solo cantate).....

_________________
Marcus Julius Maurus / Mauro Nelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Quintus Caius Caesar

Veteranus






Registrato: 29/10/10 23:15
Messaggi: 176
Quintus Caius Caesar is offline 

Località: roma
Interessi: modellismo, storia militare
Impiego: legionario


MessaggioInviato: Dom Nov 07, 2010 7:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Laughing , hai ragione su questo fatto ma senza offesa non la si può chiamare proprio musica, ci saranno di certo stati degli stornelli Laughing , ma come musica vera e propria poco e niente, se non influenzato da altre colture
_________________
tra le armi la legge tace_ cicerone

alea iacta est_ cesare

Quintus / Pietro Capone
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Marcus Julius Maurus

Miles





Età: 54
Registrato: 02/08/10 21:56
Messaggi: 78
Marcus Julius Maurus is offline 

Località: Veronae
Interessi: arti marziali, musica
Impiego: impiegato


MessaggioInviato: Lun Nov 08, 2010 4:30 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In generale concordo (sono un musicista Cool ) sui gusti musicali più "rozzi" dei Romani, rispetto ad Etruschi e Greci (ma forse erano Etruschi e Greci che erano esageratamente dediti alla musica Very Happy ! in ogni evento e ogni occasione! Laughing , però certe affermazioni mi sembrano estremistiche Wink :
Citazione:
ma come musica vera e propria poco e niente, se non influenzato da altre colture

Citazione:
I Romani non erano grandi musicisti nelle occasioni solenni probabilmente suonavano solo legni e cimbalini

vere al 100% forse solo nel periodo Repubblicano

Per un opinione qualificata (Walter Maioli):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Però per non andare troppo OT, limitiamoci all'ambito militare dove riassumendo potevano esserci queste tipologie di musica:

1) Canti da marcia/esercitazioni = senza strumenti (forse simili al Jingle di Full Metal Jacket Smile ) - derivati da musica popolare ma forse anche colta

2) Canti da "Castrum" = musiche estemporanee, cantate e/o strumentali (musica popolare o anche colta)

3) Musiche da Marcia, musiche da Parata, Trionfi, Solennità, musiche da Battaglia = strumentali e/o cantate; (dovevano essere musiche già molto più strutturate e sofisticate)

4)Segnalazioni da Battaglia = semplici suoni codificati secondo sequenze prestabilite....

_________________
Marcus Julius Maurus / Mauro Nelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Lun Nov 08, 2010 11:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

I Synaulia ed il loro fantastico lavoro sono ciò su cui mi sono basato per la mia affermazione: i miei gusti musicali non sono raffinati, sono un suonatore dilettante, ma trovo la musica romana ricostruita filologicamente di un tedio mortale.

Poi... de gustibus non disputandum est Mr. Green

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Marcus Julius Maurus

Miles





Età: 54
Registrato: 02/08/10 21:56
Messaggi: 78
Marcus Julius Maurus is offline 

Località: Veronae
Interessi: arti marziali, musica
Impiego: impiegato


MessaggioInviato: Mar Nov 09, 2010 3:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vero… senza nulla togliere allo straordinario e memorabile lavoro di ricerca e ricostruzione degli strumenti e dei suoni, anch’ io l’ho trovato un po’ troppo solenne, scarno/spoglio e … tutto sommato triste Smile - a memoria, non mi viene in mente un brano allegro! Laughing -; anche la suddivisione “iperspecialistica”dei CD in 1: strumenti a fiato e 2:strumenti a corda mette a dura prova la pazienza dell’ascoltatore medio, più alternanza, varietà e combinazioni tra tipologie di strumenti avrebbero reso il tutto più digeribile… Cool
_________________
Marcus Julius Maurus / Mauro Nelli
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 52
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Sab Nov 13, 2010 12:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Conoscendo MOLTO bene i Synaulia dal 1998 (uno di loro attualmente, Janus, era un mio gladiatore), posso certamente dire che il loro approccio sperimentale è senz'altro efficacie. Ma come avete un po' tutti anticipato, la definizione di musica romana è un po' come dire MUSICA EUROPEO-MEDITERRANEA, ossia ricchissima di contaminazioni e germogliazioni. Se dai canti degli schiavi neri in America nasce il Blues, e dal Blues il Jazz e il Rock-and-Roll e di conseguenza l'Hi-pop e la musica Pop in generale (il tutto in meno di 100 anni), possiamo immaginare come il suono multi-etnico romano potesse spaziare da temi indo-iranici (già i Greci ne furono influenzati, vedasi gruppo Paniagua), celtici, zampognari appenninici, percussioni afriche. Il tutto senza escludere quella vena sinfonica (synphonia) da cui nasce la musica classica sinfonica. Infatti c''è inoltre l'influenza della musica apollinea e dionisiaca, ben strutturata per i diversi fini, dall'ambito guerrriero (solare), a quello dell'intrattenimento, a quello terapeutico estatico (ctonio), con ramificazioni semplicemente impressionanti se ricordiamo i tanti secoli.
Ecco, i Synaulia coprono una parte di ciò, una parte possibile, non certo tutta. Lo stesso per gli amici dei Ludi Scaenici. Ma non oso pensare che la Tarantella, o la attuale musica celtica, non contengano in loro elementi veramente antichi, anche se probabilmente l'antichità era davvero molto più vasta e multi etnica.
Come il medio-evo dimostra, con la caduta dell'Impero, e dunque con la caduta di un fenomeno di reciproca influenza e creazione, la musica ha certamente subito una regionalizzazione, una floklorizzazione spesso a lungo isolata (come d'altronde i suoi popoli) che rappresenta la nostra attuale mini-eredità storica della musa per eccellenza. Una eredità che rappresenta la punta di un iceberg assai più ampio, oggi sconosciuto... eppur non inconoscibile.

_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2010 8:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Exclamation Smile
_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento da parata Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008