Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

G. L. Verre ruba e vende una nave da guerra romana.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Mer Mar 10, 2010 8:15 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il tentativo d'insabbiare l'inchiesta nata a Mileto fallì. Dai miletesi la corruttela fu ritenuta troppo scandalosa e pertanto inviarono una delegazione di cittadini costituita dai nobili di maggior prestigio.
A Roma, il clima politico in quel momento era particolarmente saturo e da più parti giungevano lamentele contro la corruzione diffusissima anche negli affari più modesti, venne aperta una inchiesta che proseguì inarrestabilmente come un rullo compressore. Ce ne ha riportato i fatti Cicerone nelle sue "Contro Gaio Verre" e "In difesa di Sesto Roscio Amerino".

Tornando infine alla trama di Mitridate, nel suo accordo con Q. Sertorio c'era la promessa di fornirgli navi e denaro, tremila talenti e una quarantina di poliere per contrapporsi a Roma, che (Sertorio) rinunciasse ad alcuni territori già conquistati dai Romani e dall'invio (al re) di alcuni consiglieri militari.
Sertorio rispose dicendo: "Io non desidero diventare potente a danno della Repubblica. Prenda Mitridate la Bitinia e la Cappadocia, ma non un pezzo di quella terra che i trattati non consentono. Io, romano, combatto e vinco non per ridurre ma per accrescere i domini di Roma"."

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Mer Mar 10, 2010 8:15 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008