Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Olimpiadi 2008: se ci fossero i Greci.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Mer Apr 09, 2008 8:51 pm    Oggetto:  Olimpiadi 2008: se ci fossero i Greci.
Descrizione:
Rispondi citando

Brevi e chari pensieri di una persona acuta e critica sull'opportunità di far partecipare ai giochi olimpici anche nazioni con governi antidemocratici: Eva Cantarella.
Da un suo intervento su un quotidiano dell'11 febbraio 2008.





Eva Cantarella: Olimpiadi in Cina. Ma i greci avrebbero detto no
Tratto da “Corriere della Sera”, 11 febbraio 2008

"Le Olimpiadi erano un momento così importante nella vita delle città greche che, per permettere che esse avessero luogo indisturbate e che tutti i greci potessero parteciparvi, in occasione della loro celebrazione veniva dichiarata una tregua sacra (ekecheiria) in forza della quale agli eserciti era vietato attraversare i confini dell’Elide, la regione in cui i giochi avevano luogo. Per l’occasione, le rissose città greche, perennemente in guerra fra loro, accantonavano rivalità e inimicizie, per celebrare la comune appartenenza a una patria che solo in quel momento e grazie a quell’evento sentivano come nazione. L’agonismo, retaggio di antichi valori competitivi, continuò infatti a essere parte importante della cultura greca, anche quando all’etica degli eroi omerici si affiancarono nuovi valori, più congeniali alla evoluzione in senso democratico delle polis. Oggi, la tregua (verbale) viene chiesta dalla Cina per evitare contestazioni sulla pratica delle esecuzioni capitali. Poveri greci, usati per nobilitare una scelta dettata dalla paura della parola, quella parola che essi garantivano a tutti e nella cui forza credevano così fermamente. I greci una simile scelta l’avrebbero disprezzata."

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Mer Apr 09, 2008 8:51 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
GLADIVS

Consul





Età: 31
Registrato: 08/06/07 20:06
Messaggi: 1175
GLADIVS is offline 

Località: Campvs Sanvs (Neapolis)
Interessi: Storia, tattica e strategia militare, lettura, armi, arti marziali, lingue, mitologia
Impiego: discente-idroforo
Sito web: http://natosbagliato.s...

MessaggioInviato: Mer Apr 09, 2008 10:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

è la stessa cosa a cui stavo pensando oggi...
_________________
"Dulce et decorum est pro patria mori"
"Fortes fortuna adiuvat"
"Ζεύς σωτήρ καί Νίκη"

Gladivs - Francesco Saverio Quatrano
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 35
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mer Apr 09, 2008 11:56 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Anche perchè i Greci non erano buonisti e sebbene le guerre venissero bloccate si odiavano comunque durante le Olimpiadi....
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Seneca

Primipilus






Registrato: 19/03/05 16:29
Messaggi: 440
Seneca is offline 






MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 12:32 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Silla ha scritto:
Anche perchè i Greci non erano buonisti e sebbene le guerre venissero bloccate si odiavano comunque durante le Olimpiadi....


Considerando la natura dell'uomo, uguale sotto ogni colore di pelle e sotto ogni categoria di caratteri somatici, è immaginabile che anche nel pieno svolgimento delle olimpiadi sia gli atleti che gli spettatori potevano eccedere nel manifestare la propria partecipazione e simpatia.

_________________
Seneca
Roberto Fanelli
Qui ad Atene noi facciamo così .... (Pericle)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Rufus

Gladiator





Età: 57
Registrato: 27/03/06 14:15
Messaggi: 473
Rufus is offline 

Località: bononia




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 1:52 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Cina ha invaso il Tibet molti anni fa.
Bisognava roflettere prima, al momento della scelta.
Invece si è sperato che nessuno dicesse niente.
Inoltre vi sono moltissimi paesi che non dovrebbero partecipare, se si adottasse il principio per cui possano partecipare solo nazioni democratiche.
E poi, ma chi lo ha stabilito che alle olimpiadi debbano partecipare solo nazioni democratiche?
Lo avrebbero deciso i paesi democratici?
Con quale diritto?
Vogliamo adottare il principio americano, ovvero quello che dice che l'unico sistema di governo buono è il loro, e gli altri vanno bombardati o boicottati?
Io credo che le olimpiadi vadano lasciate in pace.
I momenti per fare pressione contro la Cina o chiunque altro siano prima o dopo, e non durante la sacra tregua olimpica.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Keltie

Veteranus





Età: 51
Registrato: 07/02/08 12:24
Messaggi: 179
Keltie is offline 

Località: ANXANON
Interessi: storia, archeologia, trekking
Impiego: imprenditore, consulente, docente
Sito web: http://www.argantia.it

MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 3:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ho scritto una roba talmente "confusionata" e "insostenibile" che alla fine mi son pentito... potete anche cancellare questo mio post.. grax

Wink

K.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
(Gian Battista Fiorani)

- Sposo di
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


- Capo Famiglia
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


- Custode del Fuoco della
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


- Membro dell'
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


- Firmatario della petizione per la salvaguardia di
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Silla

Praefectus





Età: 35
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 4:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rufus ha scritto:
La Cina ha invaso il Tibet molti anni fa.
Bisognava roflettere prima, al momento della scelta.
Invece si è sperato che nessuno dicesse niente.
Inoltre vi sono moltissimi paesi che non dovrebbero partecipare, se si adottasse il principio per cui possano partecipare solo nazioni democratiche.
E poi, ma chi lo ha stabilito che alle olimpiadi debbano partecipare solo nazioni democratiche?
Lo avrebbero deciso i paesi democratici?
Con quale diritto?
Vogliamo adottare il principio americano, ovvero quello che dice che l'unico sistema di governo buono è il loro, e gli altri vanno bombardati o boicottati?
Io credo che le olimpiadi vadano lasciate in pace.
I momenti per fare pressione contro la Cina o chiunque altro siano prima o dopo, e non durante la sacra tregua olimpica.


Completamente d'accordo! Anche perchè i cosiddetti paesi democratici sono talmente marci al loro interno che mi domando dove sia questa democrazia..... Shocked Che la Cina faccia quello che vuole...

Se si vuole vedere ai Greci, parteciapvano tutte le città greche...con regimi politici differenti...democrazia più o meno spinta, oligarchia.

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 4:54 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Intervento stimolante, specie nella sua linearità e coerenza.

E' genuina la considerazione che "si sarebbe dovuto pensar prima ad accettare la partecipazione della Cina ai giochi olimpici": prima di firmare accordi diplomatici (in primis) e commerciali dopo.

Qui purtroppo entrano in campo due entità:
- la prima è la mediocrità degli statisti (basti pensare ai Bush e a quelli nostrani) tenuti al guinzaglio dalla ormai affermata protervia degli imprenditori (mai parola è stata straabusata come questa da circa 30 anni);
- la seconda è l'appiattimento, quando non l'indifferenza e lo svuotamento, di una opinione pubblica impotente, distratta e sottomessa da una illegalità dilagante.
Critico è anche obiettare che il rifiuto, o comunque il biasimo, è da riservare anche a numerosi altri paesi dove vengono disconosciuti i diritti umani.

Citazione:
E poi, ma chi lo ha stabilito che alle olimpiadi debbano partecipare solo nazioni democratiche?
Lo avrebbero deciso i paesi democratici?
Con quale diritto?

Secondo democrazia nessuno lo ha stabilito, nè dovrebbe stabilirlo; ma alla luce del detto: " non solo la moglie di Cesare dev'essere onesta ..... " (con quel che segue) tutti i paesi di fatto pensano ciò.
Dovrebbero impedire queste cose fuori dal periodo dell'evento in sè: è vero.
Resta comunque il fatto che dimostrare contro ciò è cosa dovuta alla difesa della dignità umana. Certo a noi Italiani viene difficile indossare questi panni censori, abituati come siamo ad essere malgovernati da molti decenni!

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 4:59 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Silla ha scritto:
Rufus ha scritto:
La Cina ha invaso il Tibet molti anni fa.
............................................................
altro siano prima o dopo, e non durante la sacra tregua olimpica.


Completamente d'accordo! Anche............................................................democrazia..... Shocked Che la Cina faccia quello che vuole...

Se si vuole vedere ai Greci, parteciapvano tutte le città greche...con regimi politici differenti...democrazia più o meno spinta, oligarchia.

Erano però altri tempi e la democrazia molto giovane e localizzata. Noi abbiamo cumulato molti altri secoli di conoscenze ed esperienze.
"Non potremmo ..... non dovremmo ......... non vorremmo" restare indifferenti.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Silla

Praefectus





Età: 35
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 5:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh, era anche un'altra democrazia.....
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Apr 10, 2008 6:18 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Verissimo. Era una democrazia che "dominava", proprio perchè significava "potere del popolo", diversa dalla nostra, rappresentativa, che è molto meno "imperiosa".

Silla ha scritto:
.....Completamente d'accordo! Anche perchè i cosiddetti paesi democratici sono talmente marci al loro interno che mi domando dove sia questa democrazia.....


Questo è vero, e purtroppo coesiste con quella necessità: quella di cercar di tutelare la dignità umana.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Rufus

Gladiator





Età: 57
Registrato: 27/03/06 14:15
Messaggi: 473
Rufus is offline 

Località: bononia




MessaggioInviato: Ven Apr 11, 2008 8:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Cina viola sistematicamente i più elementari diritti, e non solo quelli dei tibetani.
Così fanno moltissimi altri paesi, a cominciare dagli Stati Uniti.
Ma le olimpiadi sono un sacro evento sportivo, che deve rappresentare una tregua politica o militare.
Ci sarà tempo dopo, se si vorrà, per riprendere le contese tra falsi paesi democratici, falsi paesi socialisti e falsi paesi in via di sviluppo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Apr 11, 2008 12:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rufus ha scritto:
La Cina viola sistematicamente i più elementari diritti, e non solo quelli dei tibetani.
Così fanno moltissimi altri paesi, a cominciare dagli Stati Uniti.
Ma le olimpiadi sono un sacro evento sportivo, che deve rappresentare una tregua politica o militare.......

Non si può negare: e poi sono comportamenti continuamente sotto gli occhi di tutti Exclamation

Rufus ha scritto:
.....Ci sarà tempo dopo, se si vorrà, per riprendere le contese tra falsi paesi democratici, falsi paesi socialisti e falsi paesi in via di sviluppo.

A mio vedere questo tempo non verrà mai, anche se le olimpiadi originariamente erano una tregua genuina, rispettata e apprezzata anche tra nemici belligeranti, sino a quando uno degli schieramente potrà forzare la mano all'altro (specie grazie ad accordi commerciali) e sino a quando non troverà un fronte compatto, duraturo e numeroso, di governi critici.

E' lo stesso stallo della situazione politica italiana. I politici sono pochi e organizati, i cittadini sono mumerosi ma confinati nell'autoisolamento sociale e politico.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Caesar

Tribunus






Registrato: 15/03/05 23:09
Messaggi: 519
Caesar is offline 






MessaggioInviato: Ven Apr 11, 2008 9:21 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In Cina esiste una disciplina spirituale, quasi una religione, che tra le altre cose rinsalda i rapporti tra gli adepti: si tratta del Falun Gong. Questo movimento, identitario di etnie minori (oltre iTibetani, esistono anchei Mongoli, gli Uiguri ed altri) è avversato con metodi violenti e sanguinari dal Governo centrale cinese.
Uno dei tanti giornalisti, Federica Bianchi del''espresso per esempio, ha riportato dati rilevati dalle Nazioni Unite, secondo le quali dissidenti o semplicemente sospettati vengono internati in campi di prigionia, ipocritamente denominati di lavoro, dove vengono torturati e perfino privati, DA VIVI, dei loro organi interni che vengono poi venduti.

Certo esistono e sono esistite altre nefandezze, l'ultima in Birmania, prima a Timor, moltissime in Africa: perfino in Italia a Genova durante il G 8 del 2001 mentre era ministro dell'interno Scajola.

_________________
Caesar
Pietro Silva
Milovan Gilas scrisse che la memoria tende a modificare i fatti per farli quadrare con le necessità del presente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Seneca

Primipilus






Registrato: 19/03/05 16:29
Messaggi: 440
Seneca is offline 






MessaggioInviato: Sab Apr 12, 2008 10:31 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gli Uiguri, sono nomadi nei deserti occidentali della Cina, appunto lo Xinjiang e sono di religione musulmana.
(Fuori sacco: "al loro interno alcuni hanno dei caratteri somatici abbastanza indoeuropei. Per tale motivi e per il fatto che essi hanno un retaggio lontano di conoscenze del mondo romano, si è suppost che siano i discendenti dei legionari di Crasso, fatti prigionieri e poi scambiati dai vinti con i cinesi in uno dei successivi scontri".)
Questi Uiguri, oggi integrati nel mondo moderno, con figli laureati ed altro, sono stati spogliati dai Cinesi delle loro terre, dei loro beni e perfino dei diritti civili.
Soltanto dal 1999 hanno un riferimento carismatico nella persona di una ricca vedova, Rebiya Kadeer vivente in USA, già parlamentare del governo cinese, membro della delegazione cinese all'ONU, imprigionata nel 1997 per aver difeso i diritti degli Uiguri che manifestarono contro il Governo cinese, nella città di Ghulja.
Fu liberata nel 2005 a seguito di accordi con gli USA.

_________________
Seneca
Roberto Fanelli
Qui ad Atene noi facciamo così .... (Pericle)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008