Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Chirurgia al tempo dei romani!!!!
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Pubblicazioni recenti
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Durus Sardicus Valerio

Centurio Princeps





Età: 35
Registrato: 22/02/07 13:51
Messaggi: 351
Durus Sardicus Valerio is offline 

Località: Milano/Oristano

Impiego: studente/gigolò


MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 12:28 am    Oggetto:  Chirurgia al tempo dei romani!!!!
Descrizione:
Rispondi citando

riporto il link e veramente non ho parole per descrivere queste cose nel de bello gallico si parla dell'abilità dei chirurghi di cesare ma non pensavo che la materia fosse cosi sviluppata!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Spiacque assai a un certo Tito Manlio,
di nobilissima stirpe, di vedere così grande insulto rivolto alla propria nazione e che nessuno
di così numeroso esercito si presentasse.
Manlio, per tale ragione, si fece avanti, non
tollerando che la gloria romana fosse turpemente offuscata da un Gallo.

( davide vallieri)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 12:28 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 1:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Secondo fonti del mondo occidentale, i Romani furono i primi ad organizzare un servizio medico militare che naturalmente si evolse con il tempo.
La prima mente organizzatrice del servizio medico militare fu Gaius Julius Caesar. Realizzò il TRIAGE, un istituto medico che prevedeva, all'accoglimento dei feriti, un prediagnosi veloce e intuitiva sulla gravità dei feriti, graduandola in tre differenti stadi di gravità.
Ancora oggi, questo accorgimento organizzativo è in vigore negli ospedali e mantiene lo stesso nome. Dopo le prime attuazioni, Caesar organizzò pure gli ospedali militari nelle vicinanze degli acquartieramenti dei presidi militari.
Anche le triremi, e le altre navi più grandi, ebbero stabilmente il medicus duplicarius. Questi era in genere un sottufficiale con anzianità di servizio o un ufficiale con il grado di centurione, ed era coadiuvato da due o più capsari (infermieri). Il medico imbarcato riceveva una paga doppia, rispetto al suo corrispondente legionario, come indennizzo di rischio.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Circe

Praefectus





Età: 35
Registrato: 27/09/06 20:04
Messaggi: 822
Circe is offline 

Località: Barcino
Interessi: Imparare ancora un po'
Impiego: veterinaria
Sito web: http://www.fotolog.com...

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 1:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Bello!
Nell'antica Roma la medicina e la chirurgia erano abbastanza sviluppate e si facevano intervenzione di tante cose e già si conoscevano le piante e i composti per fare l'anestesia, l'analgesia, ecc... Anche si cominciava a pensare nella igiene dei istrumenti chirurgici e delle ferite.
Anche se la conoscenza della fisiologia era ancora primitiva, l'anatomia si studiava abbastanza bene.

_________________
Circe/Mònica Carrión Martínez

URBS UBI VER AETERNA EST.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Durus Sardicus Valerio

Centurio Princeps





Età: 35
Registrato: 22/02/07 13:51
Messaggi: 351
Durus Sardicus Valerio is offline 

Località: Milano/Oristano

Impiego: studente/gigolò


MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 3:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

ribadisco riamango stupefato prima pensavo che le prime operazioni chirurgche fossero state effettuate dal medioevo in poi. certo non me lo sarei aspettato.

Inoltre ogni giorno scopro che il Nostro Giulio era uno che la sua fama se l'è stra meritata. Wink

_________________
Spiacque assai a un certo Tito Manlio,
di nobilissima stirpe, di vedere così grande insulto rivolto alla propria nazione e che nessuno
di così numeroso esercito si presentasse.
Manlio, per tale ragione, si fece avanti, non
tollerando che la gloria romana fosse turpemente offuscata da un Gallo.

( davide vallieri)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 4:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Da mie informazioni di cui però non ho ancora fonti certe, aggiungo che Caesar, tra i primi generali romani, creò degli ospedali all'interno degli accampamenti siti in zona di guerra. La loro direzione era affidata al medicus castrensis corrispondenti ai nostri primari e aventi rango pari al centurione.
Questi "medicus castrensis"avevano in subordine alcuni medici militari che, come già detto, molte volte erano sott'ufficiali anziani e furono chiamati principales al tempo di Augusto.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Hector

Centurio Princeps






Registrato: 13/03/05 11:22
Messaggi: 394
Hector is offline 






MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 4:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Smile Certo che come OT è un buon esempio. Very Happy

Naturalmente la struttura che svolgeva il servizio di assistenza medica continuava verso il basso con altre figure sanitarie.
C'erano i capsari già citati, svolgenti anche funzioni di guardarobieri, i curatores operis che si occupavano del servizio farmaceutico, i frictores o massaggiatori, gli unguentari, gli optiones valetudinarii incaricati dell'amministrazione e del vitto.

_________________
Hector
Marco Lucifredi
O Zeus padre degli Dei, tu che hai abbandonato la mia Ilio, non dimenticarti di me.
Non mancano gli imputati e chi li accusa; lo Stato non manchi di un tribunale (Cicerone)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 4:31 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Plinius ha scritto:
Da mie informazioni ....................................
, aggiungo che Caesar, tra i primi generali romani, creò degli ospedali all'interno degli accampamenti siti in zona di guerra. ...........................................................
......................... al tempo di Augusto.


Per maggiore esattezza aggiungo che solo quando le strutture sanitarie interne ai castrum erano di grandi dimensioni, diventando veri propri ospedali, venivano chiamate valetudinarii in castris.
I valetudinarii avevano grandi dimensioni, erano paragonabili a quelle dei nostri attuali ospedali, erano dotati di stanze areeggiate, ben esposte al sole e contenenti pochi letti (si parla di tre!!!). All'interno degli edifici esisteva un vastisimo cortile.
Queste strutture erano inoltre corredate di abitazioni per medici e per il restante personale sannitario.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Caesar

Tribunus






Registrato: 15/03/05 23:09
Messaggi: 519
Caesar is offline 






MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 4:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Durus Sardicus Valerio ha scritto:
ribadisco riamango stupefato prima pensavo...........................................

Inoltre ogni giorno scopro che il Nostro Giulio era uno che la sua fama se l'è stra meritata. Wink


Smile Dopo questa tua considerazione sono costretto ad aggiungere che altro merito di Caesar fu l'aver istituito per primo la facoltà di medicina, Smile ovverossia aver fatto nascere una vera scuola di medicina regolamentandola con apposita legge.
L'insegnamento avveniva con l'aiuto di testi di medicina, rigorosamente greci perchè ritenuti all'epoca i più autorevoli, e si svolgeva su due direttive.
Una teorica, dove si insegnavano i principi medici, e l'altra pratica facendo partecipare gli studenti alle visite e alla vita del valetudinario in genere. Proprio come ancora oggi avviene nei nostri policlinici.

_________________
Caesar
Pietro Silva
Milovan Gilas scrisse che la memoria tende a modificare i fatti per farli quadrare con le necessità del presente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Circe

Praefectus





Età: 35
Registrato: 27/09/06 20:04
Messaggi: 822
Circe is offline 

Località: Barcino
Interessi: Imparare ancora un po'
Impiego: veterinaria
Sito web: http://www.fotolog.com...

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2008 10:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Certo, certo!
I giovanni potevano imparare l'ufficio in campagna con l'essercito o coi maestri a Alessandria, Atene o altri importanti centri culturale.
È un tema lungo e abbastanza studiato, molto interessante a sviluppare quì!

_________________
Circe/Mònica Carrión Martínez

URBS UBI VER AETERNA EST.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 12:04 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dopo Gaius Julius Caesar, dunque in periodo imperiale, l'esercito venne dotato di un medico per ogni cohorte più altri due in servizio nella cohorte impegnata in prima linea.
Questi medici dipendevano dal prafectus castrensis e da un medico capo, (che personalmente paragonerei al legatus senatoriale) molte volte medico personale dell'imperatore.
Le conoscenze cliniche di questi medici erano valide e permettevano loro di dare subito, sul campo stesso, all'aperto, le prime ed efficaci cure nella stessa zona in cui avveniva lo scontro armato.
E' probabile che l'ampliarsi della struttura sanitaria militare e il suo sviluppo evolutivo, unitamente alla sua riorganizzazione imperiale, abbia visto trasformare il medicus castrensis repubblicano in praefectus castrensis.
I valetudinari in castris, veri e propri ospedali da campo quando superavano determinate dimensioni, arrivavano a comprendere sino a circa 200 infermi con considerevole personale di supporto.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Tvllia

sagittarius





Età: 51
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2196
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 12:19 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Argomento bellissimo! Very Happy

Molto interessanti tutti i vostri interventi, c'è da imparare parecchio! Very Happy

Nel De Bello Gallico Caesar parla abbastanza frequentemente di suoi legionari, centurioni e decurioni che rimanevano a riposo nel castrum in convalescenza per riprendersi da ferite (forse in ospedali).

Un paio di episodi in particolare mi ricordo: quello dove un centurione pluridecorato, rimasto in convalescenza nel castum mentre il grosso delle legioni erano uscite in missione, di fronte all'assedio dei Galli al castrum, prende il comando delle truppe di presidio e combatte anch'egli, fino a quando sfinito per la debolezza, crolla a terra e viene riportato presumo nell'ospedale da campo.

Un'altro invece racconta che in un castrum erano rimaste truppe di presidio (per lo più reclute inesperte) mentre il grosso delle legioni erano uscite per una missione. Un gruppo di calones uscì per andare a raccogliere legna e foraggio, scortato da una coorte di reclute insieme ad un gruppo di legionari che erano in convalescenza nel campo (erano quasi guariti ma non abbastanza per tornare al servizio attivo).

Mentre questo gruppo era fuori a foraggiare, il campo viene messo sotto assedio dai Galli. I Galli, non appena scorsero in lontananza, il gruppo di foraggiatori che rientrava, lasciarono l'assedio per andare incontro al gruppo di romani, che era in netta inferiorità numerica. I Galli in breve tempo circondarono le poche truppe romane.
In quel frangente di estremo pericolo, il comando fu assunto dal più anziano del gruppo, un decurione di cavalleria in convalescenza, il quale decise di sfondare l'accerchiamento nemico, per raggiungere al più presto il vicino castrum.
I veterani in convalescenza furono tutti d'accordo per forzare il blocco nemico ed i calones si unirono ai veterani ben sapendo che stando con loro erano al sicuro.
Le reclute invece, vista la loro inesperienza, non osarono provare lo sfondamento, ma decisero invece di rifugiarsi su di un'altura e provare a resistere. I veterani, forti della loro esperienza, con un cuneo forzarono l'accerchiamento e insieme ai calones trovarono riparo nel campo senza nessuna perdita.
Le reclute, che avevano deciso di resistere, furono tutte sterminate.

Chi non si ricorda la famosa immagine della Colonna Traiana dove un medicus sul campo cura un legionario ferito?

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Il servizio medico nelle legioni romane era davvero all'avanguardia per quell'epoca.

Valete

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 8:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Smile Grazie per i vostri apprezzamenti.
I primi medici al seguito dei legionari, e condividenti con essi i rischi bellici sui terreni di scontro, non erano ancora medici militari a tutti gli effetti, ma erano medici civili che, pagati dall'erario, prestavano la loro opera.
Da questo al passo successivo di arruolare nella legione veri medici il passo fu breve; specie se si tiene conto della pragmaticità e capacità di pianificazione dei Romani.
Adesso non sono in grado di affermare che fu Gaius Julius Caesar a organizzare il servizio medico militare, ma ritengo che comunque possa essere stato possibile e a lui si deve una delle prime vere organizzazioni di quel servizio.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Seneca

Primipilus






Registrato: 19/03/05 16:29
Messaggi: 440
Seneca is offline 






MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 9:54 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Smile Per non alimentare l'OT cui avete contribuito un po' tutti metto questo link di rimando:

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


E dato che l'argomento è ormai avviato aggiungo che i capsari dovevano avere una capsa sufficientemente grande per contenere molte bende dato che molte volte l'atto della bendatura (alligatio o anche obligatio) era frequentissima sul campo.

_________________
Seneca
Roberto Fanelli
Qui ad Atene noi facciamo così .... (Pericle)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Caesar

Tribunus






Registrato: 15/03/05 23:09
Messaggi: 519
Caesar is offline 






MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 4:00 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una delle ferite più orrende e pericolose da curare, fu indubiamente quella causata dalle frecce a causa delle lacerazioni provate dai barbigli al momento dell'estrazione.
Anche in ciò i Romani trovarono una soluzione divenendone maestri e per questo non si può non ammirarli.

La descrizione comporta dei particolari impressionanti e cruenti, pertanto non è opportuna la lettura alle persone sensibili


Idearono uno strumento chirurgico, estrattore, semplice ed efficace.
Era di bronzo, costituito da una lamina dai bordi adeguatamente smussati per evitare che lacerasse, e sagomato con accorta maestria: lungo circa 30 cm e largo circa 3 cm., e comunque più largo dello spazio occupato dai barbigli della freccia.
Esso veniva introdotto nella ferita, parallelemente alla freccia e al di sotto del piano ideale su cui si trovava essa, in modo da diventare un letto per la freccia stessa. La punta di questo estrattore era rastremato nella
parte che veniva inserita dentro la ferita e con dei lembi ripiegati verso l'interno e sollevati, per creare un alveo capace di alloggiare la punta della freccia e di imprigionarla.
Il chirurgo, introdotto l'estrattore nella ferita nelle modalità e accorgimenti descritti, lo affondava nella ferita superando la punta della freccia stessa, quindi manovrava l'arnese lateralmente all'asse della freccia, in modo
tale che la punta venisse ad entrare nell'alveolo e venisse trattenuta dai lembi ripiegati. A questo punto, come detto, essendo lo strumento di larghezza maggiore della freccia, permetteva l'eliminazione del dardo senza fare a brandelli la ferita. Questa naturalmente risultava di larghezza maggiore di quella creata dalla freccia al momento in cui si era conficcata.
Inutile dire come i momenti più dolorosi fossero l'introduzione e l'affondo dell'arnese per superare in profondità la freccia, e la manovra per "incappucciarla".

Io ho avuto modo di vederla persino in alcuni documentari e raffigurazioni. La sua forma ricorda un tubo sezionato longitudinalmente!

_________________
Caesar
Pietro Silva
Milovan Gilas scrisse che la memoria tende a modificare i fatti per farli quadrare con le necessità del presente.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Circe

Praefectus





Età: 35
Registrato: 27/09/06 20:04
Messaggi: 822
Circe is offline 

Località: Barcino
Interessi: Imparare ancora un po'
Impiego: veterinaria
Sito web: http://www.fotolog.com...

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2008 4:05 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco! Bravo!
_________________
Circe/Mònica Carrión Martínez

URBS UBI VER AETERNA EST.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Pubblicazioni recenti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008