Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Ieri-oggi: "Gli oligarchi contro la"Res Publica&qu
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Sab Giu 16, 2007 2:06 pm    Oggetto:  Ieri-oggi: "Gli oligarchi contro la"Res Publica&qu
Descrizione:
Rispondi citando

Spunto da un post di Silla.


Silla ha scritto:
Cesare è stato un grandissimo uomo politico oltre che generale. Forse è stato più politico che generale.... Aveva compreso, come molti prima di lui (che guarda caso furono tutti uccisi... i Gracchi, M. Livio Druso, etc...), che l'oligarchia senatoriale non poteva più svolgere una politica da polis bensì lo stato doveva essere pensato per governare un impero, cosa che gli oligarchi non capirono mai. Le sue riforme - che no toccarono le istituzioni come quelle di Ottaviano/Augusto - miravano proprio ad un miglioramento dello svolgimento della giustizia, per es., del rapporto con i provinciali (probabilmente la concessione della cittadinanza romana ai galli italici fu una sua idea, poi attuata dopo la sua morte).

Concedetemi questo ultimo ragionamento forse riduttivo, cinico addirittura ingenuo:
alla fine Cesare non riuscì fino in fondo nel suo intento (oltre a causa di malattia) ma anche a causa della sua "generosità". Silla riuscì a governare e a ritirarsi a vita privata perchè eliminò fisicamente i suoi nemici; Augusto governò perchè eliminò fisicamente i suoi nemici.... Cesare fu ucciso dai suoi nemici (e anche da alcuni amici) perdonati....

Appunto, forse è un po' riduttiva la questione messa in questi termini, ma comunque non è da sottovalutare come ipotesi....

Di sicuro non per incapacità Cesare non riuscì ad ottenere ciò che voleva....


Piegare la "Res Publica"
al proprio servizio è un percorso di cambiamento delle istituzioni che ha ripetizioni storiche in tutte le società umane. Si comincia con il volgere le istituzioni sociali a proprio favore in modo variamente palese.
Quando un'oligarchia, o come oggi una timocrazia, nella comunità in cui vive conquista posizioni di predominanza economica, finisce con interrompere i rapporti culturali con i restanti concittadini e inizia a inseguire, via via, posizioni di preminenza prima, e d'inseguimento del potere nelle sue varie gradazioni poi.
L'azione si esaurisce quando il soggetto in gioco raggiunge una forma di predominanza compresa nel ventaglio di quelle possibili e che la società non ha saputo impedire.

Cesare aveva visto come il "Senatus" si era irrimediabilmente trasformato da consesso di "Padri della Patria" in consesso di "Tyranni" e, studiato il fenomeno, ne aveva cercato la soluzione riuscendo a trovarla. Aveva attuato una politica di riconciliazione con i nemici politici, li aveva vinti e perdonati giungendo ad ammetterli nel suo progetto di rinnovamento/amministrazione della società romana di allora; società stanca delle precedenti e lunghe guerre sociali, tutte intese a soffocare i diritti dei cittadini non abienti.
L'aver toccato l'interesse costituito del potente "gruppo senatoriale" è stato la sua condanna a morte.

Ugual cosa si può forse dire oggi dell'omicidio dell'ex onorevole Aldo Moro, sequestrato e ucciso dalle Brigate Rosse durante i suoi tentativi di mediazione tra le scelte del partito politico "Democrazia Cristiana", al potere in Italia sino ai primi anni '90, e i partiti di sinistra che, nonostante rappresentassero legalmente grandissima percentuale di cittadini, con furbizie e ricatti amministrtativi venivano sistematicamente esclusi dai posti di governo/amministrazione chiave della Nazione.

La Democrazia Cristiana, attuando ciò, obbediva alle direttive del Governo americano del periodo, che la usava in chiave anticomunista. Era il periodo della guerra fredda e dell'opposizione all'allora URSS.
Dato che l'opera mediatrice di Aldo Moro dava buoni risultati, venne decisa la sua soppressione, in modo tale da lasciare inalterato il disegno prestabilito dagli USA per contrastare l'URSS.
Il disegno antidemocratico fu attuato nel più infame dei modi.

Sfruttando la notorietà eversiva, o forse si dovrebbe dire di rivolta di alcuni gruppi extraparlamentari che in Italia allora si contrapponevano cruentemente e ferocemente per indirizzare le scelte politiche del Governo, si scelse di far rapire Aldo Moro dalle Brigate Rosse, di tenerlo prigioniero, di avviare trattative e infine di ucciderlo.
In verità la cosa che interessava era ucciderlo; il resto era fumo per confondere, disorientare e nascondere il mandato d'omicidio.
Moro aveva la colpa di aver trovato una strada conciliatoria nell'amministrazione politica, capace di accordare destra e sinistra, e di aprire i cittadini alla critica politica sui fatti italiani.
La sua opera potenzialmente faceva fallire la linea di politica internazionale statunitense.
Tanto fu sufficiente.

Ma un'altra cosa merita d'esere evidenziata. L'uso delle Brigate Rosse.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Sab Giu 16, 2007 2:06 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Sab Giu 16, 2007 2:35 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Citazione:

Ma un'altra cosa merita d'esere evidenziata. L'uso delle Brigate Rosse.


Il tocco d'artista Confused

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 26
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Sab Ott 11, 2008 8:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Si infatti, non capisco perchè alla fine le Brigate rosse, un gruppo terroristico di sinistra, abbia aiutato a mantenere le cose così com'erano quindi favorendo la DC... se qualcuno può spiegare, io non c'ero a quel tempo vorrei apere Confused
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Sab Ott 11, 2008 9:26 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Di qualsiasi fatto che conosciamo, sappiamo quello che altri ci dicono. Così è dei giornali, delle tv e dell'editoria (sia di destra che di sinistra).
Noi dobbiamo prenderli per buone sino a quando non abbiamo fonti attendibili!

In quel periodo di storia nazionale sono stati presenti gruppi terroristici di sinistra e di destra. Purtroppo, [e ciò che dirò può facilmente essere connotato come dietrologia (con l'accesso semantico negativo di "complottomania")] questi gruppi agivano in modo difforme dall'interesse dei cittadini facendo leva sull'ideologia più cieca e riuscendo a confondere le menti dei più.
In tal modo il comportamento tenuto, ripeto lesivo e contro logica, riusciva ad ottenere l'approvazione morale.
Ad esempio. le BR negli anni '70 hanno gambizzato un dirigente della "Lancia".
Ora, per quanto dirigente e pertanto vicino al "padronato" (uso volutamente termini e concetti di certa sinistra per rendere i sentimenti in gioco di quel periodo), sempre uomo del popolo era.
Ma allora perché colpirlo? Non sembra ma è semplice! Lo si colpiva perché tale illogicità veniva percepita indistintamente da tutti e pertanto i gruppi terroristici attivi di volta in volta ricevevano il biasimo collettivo.
La cosa tornava utile al gruppo avversario.
Ciascuno schieramento, dunque, con manovre infami ed oblique, si premurava di infamare gli avversari ARRIVANDO PERSINO a immolare propri adepti ignari del giuoco in cui venivano usati come inconsapevoli pedine.
Così faceva la "rosa dei venti" (fascisti e destra ), così facevano le BR (sinistra) i NAP, i NAR, etc., etc.
Questo puzzle, apparentemente caotico, era manovrato da frange estremiste ed eversive dello Stato, gruppi di potere economico (industriali e finanziari) che si rivolgevano, dopo averli subornato, a politici e faccendieri capaci a loro volta di manovrare frange degli stessi servizi segreti italiani; gruppi di pressione stranieri (mediante i loro servizi segreti: spionaggio israeliano, libico, americano, russo ......., per tutti i motivi di predominanza economica e finanziari del mondo.
In tal modo in Italia restavano invariati la pressione e il controllo della situazione nazionale a favore dei gruppi dominanti nazionali e di quelli stranieri interessati allo status quo.
Naturalmente questo consideralo un breve sunto.
Quanto mi hai fatto scrivere! Exclamation
Mi servirà un mese di riposo adesso. Smile

P.S.
Non vorrei angosciarti, ma ....
succedevano cose simili anche sotto i Tarquini, i Persiani, gli Indù, I Cinesi, i Mongoli, Silla e Mario, Bruto e compagni ........ continua tu. Smile

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 26
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Sab Ott 11, 2008 11:16 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Graie mile esauriente come sempre
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tvllia

sagittarius





Età: 51
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2195
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Dom Ott 12, 2008 6:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La situazione in quegli anni (io ero piccola ma ricordo il clima in cui si viveva) era davvero caotica. Gruppi eversivi di matrice prettamente politica si moltiplicavano come funghi, sparando a chiunque avesse legami con mondo del lavoro e Stato (visto come il difensore dei "padroni").

Si disse sempre che il sindacato e i partiti politici di sinistra fossero legati a filo doppio con le BR, in realtà non era proprio così, però le masse composte dai lavoratori delle fabbriche per lo più, sotto sotto, approvavano l'operato delle BR.
Quando però l'iscritto del PCI e sindacalista Guido Rossa fu ucciso dalle BR per aver denunciato un lavoratore dell'Italsider di Genova che distribiva volantini delle BR, i lavoratori si allontanarono definitivamente dall'operato delle BR e da quel momento fu l'inizio della fine per quel movimento.

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 28
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Ott 15, 2008 11:17 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tanto avevamo la corda di sicurezza contro ogni presa di potere della Sinistra: GLADIO Rolling Eyes
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Raphael Petreius

Praefectus





Età: 26
Registrato: 06/09/08 16:34
Messaggi: 819
Raphael Petreius is offline 

Località: Lilianum
Interessi: L' Ars Dimicandi, armi, strategia militare antica, storia romana e antica ( ma anche moderna), Harry Potter
Impiego: Universitario e Combattente amatoriale :D


MessaggioInviato: Gio Ott 16, 2008 5:03 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

eheh Laughing
_________________
"Mors est dulcis et honesta si accipiatur pro patria, Roma"

" - Romani, sumus filii Lupae Capitolinae!!
- Mars Exurge!"


Raphael Petreius /Raffaele Pirozzi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 12:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Eccellentissimi, avete!!! Spesso parlando con gente profana in materia, paragona il modo di agire dei Romani a quello dei "nazisti". Per quanto riguarda la mia esperienza, e' molta la gente che la pensa cosi'!!!! Voi che ne pensate? Come posso argomentare meglio le mie affermazione su cio' che era effetivamente Roma e cosa ha fatto per le generazioni future? Aspetto fiducioso vostri commenti. Grazie.
Torna in cima
Silla

Praefectus





Età: 35
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 12:41 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

primipilus ha scritto:
Eccellentissimi, avete!!! Spesso parlando con gente profana in materia, paragona il modo di agire dei Romani a quello dei "nazisti". Per quanto riguarda la mia esperienza, e' molta la gente che la pensa cosi'!!!! Voi che ne pensate? Come posso argomentare meglio le mie affermazione su cio' che era effetivamente Roma e cosa ha fatto per le generazioni future? Aspetto fiducioso vostri commenti. Grazie.


Se il paragone verte solo sul modo di agire, puoi rispondere che tutti, compreso l'uomo di Cromagnon, erano e sono nazisti

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 12:45 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mi riferifo alla presunta mentalita' imperialista e tirannica
Torna in cima
Silla

Praefectus





Età: 35
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 1:00 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Allora non è tanto il problema se i Romani fossero imperialisti e tirranici; il problema è ridurre il nazismo a imperialismo e tirannide. Quest'ultimo è un fenomeno ben più complesso. Paragonare due realtà così distanti cronologicamente e storicamente non ha senso.
_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 10:13 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Illustre Silla, io sono pienamente d'accordo con te!! Volevo solamente approfondire l'argomento, con tesi storiche di piu' ampio respiro.
Torna in cima
Tvllia

sagittarius





Età: 51
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2195
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 10:13 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ritengo l'ideologia nazista diversa dall'ideologia imperialista o tirannica.
Come dice giustamente Silla, due fenomeni diversi, con caratteristiche diverse.
Non si può paragonare l'Impero Romano con il Nazismo, in mezzo stanno ben 2000 anni di storia durante la quale la mentalità è profondamente cambiata.

Giusto ieri l'altro ho finalmente visto il documentario di Alberto Angela sulla Colonna Traiana e nelle varie spiegazioni date, una mi ha colpito per la serietà e la realtà con cui è stata espressa. Alberto nello spiegare la deportazione di donne e bambini daci dai villaggi conquistati e dati alle fiamme dai Romani dice che a noi queste sembrano cose orribili ma nella mentalità e nel modo di fare guerra del mondo antico ciò era la norma: chi perdeva una battaglia veniva ucciso o preso prigioniero, diventava schiavo dei vincitori, i suoi beni presi e la sua famiglia seguiva la stessa sorte. Ed è così. Punto.

Non si può paragonare una mentalità di 2000 anni fa con una moderna del 20 secolo

Valete

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
primipilus

Ospite















MessaggioInviato: Mar Gen 06, 2009 10:30 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Allora se cosi' e' , noi moderni con la nostra societa' e cultura ,siamo "migliori" dei Romani??? Assolutizzanzo la tua affermazione???
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e paralleli storici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008