Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Ricerca: vale di più se giudicata da un Professore?
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Appassionati e studiosi dicono la loro sulla sperimentazione
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo

La Parola vale di più se hai un Titolo Cattedratico?
Si
7%
 7%  [ 1 ]
Si, ma solo per convenienza
23%
 23%  [ 3 ]
No
69%
 69%  [ 9 ]
Voti Totali : 13

Autore Messaggio
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2007 1:08 am    Oggetto:  Ricerca: vale di più se giudicata da un Professore?
Descrizione:
Rispondi citando

Onorevoli membri. Una disamina.
Mi capita spessissimo di avere a che fare con qualche Professore Universitario. Sappiamo tutti che nel definire questo ruolo intendiamo a un qualcosa di generale, un po’ come quando si dice ‘Dottore’ o ‘Dirigente d’Azienda’. Infatti ci sono mediocri, accettabili e eccellenti Dottori, Managers o Professori e non è certo il solo titolo a determinare l’eccellenza.
Inoltre questi ‘titoli’ sono tanto più importanti quanto più vi è un grado di qualificazione. Insomma, tanto più un chirurgo è specializzato in cardiologia (e qui il settore si multi-specializza ulteriormente), tanto meno risulta oro colato il suo pensiero sull’otorino-laringoiatria. Non so se condividete…

Premetto qui che se non fosse per alcuni Professori coi quali collaboriamo da anni, sarebbe stato impossibile arrivare ai livelli di ricerca che ci contraddistinguono. Certo è anche tuttavia che questi hanno rappresentato un “contributo” a un impianto più complesso fatto da numerose altre specializzazioni, e non una "fonte assoluta" di conoscenza.

Ma veniamo al punto: mi capita ogni tanto di vivere esperienze che mi lasciano perplesso sul valore reale della cultura e della meritocrazia nel XXI secolo.
La domanda è seguente: cosa accade se per esempio un Professore di Storia (ipotizziamo un eccellente professore di storia) si arroga il ruolo di punto di riferimento indiscutibile di “esperto di Esercito Romano”?
Ora, tutti sanno cos’è la Storia, e tutti sanno che un approfondimento di questa materia significa conoscere e confrontare gli autori classici al fine di legare tra loro gli elementi culturali, economici, sociali e militari di un epoca, al fine di interpretare al meglio episodi o eventi storici.
Questo lavoro deve essere inoltre supportato da altre importanti informazioni provenienti da altre specialità scientifiche, quali l’archeologia, la filologia, la storia dell’arte, la numismatica e numerose altre discipline che sono a sé stanti. Specializzazioni che nella stragrande maggioranza dei casi (come per il cardiologo e l’otorino-laringoiatra), non appartengono d’Ufficio allo Storico.

Quanto dico non è certo per sminuire la singola specializzazione, ma solo per riportarla al suo contesto peculiare, al suo ruolo di “contributo” e non di “erudizione totale” su un argomento così complesso come l’Esercito Romano, che non è fatto solo dagli episodi storici, ma anche da testimonianze iconografiche, archeologiche nonché concatenazioni tecniche e tattiche di sapore più squisitamente ingegneristico (che evidentemente non sono patrimonio culturale dello Storico già a partire dalla formazione universitaria).
Ma oltre a tutto ciò vi è un aspetto ancora più importante: il ‘titolo’ corrisponde necessariamente alla verità su un dato argomento?
Mi spiego meglio: può un Professore partire dal presupposto che una persona che non abbia il suo medesimo titolo (e magari numero di pubblicazioni e anni di carriera), debba necessariamente saperne meno di lui?
Cosa accade se in un confronto diretto (e magari in presenza di testimoni) un Professore evidenzia lacune palesemente dimostrabili?
Quando si parla di un argomento, il presupposto è che si veicolino dei ‘contenuti’ e tali contenuti siano giudicabili, con tutti gli elementi obiettivi necessari al giudizio.
Ora, questo giudizio appartiene a chiunque dotato di ratio oppure deve essere rimandato d’Ufficio esclusivamente a chi abbia un titolo cattedratico (a prescindere dalla qualità e dal numero di specializzazioni)? Quale sarebbe il motivo che legittima la parola del Professore rispetto a chi è in grado di dimostrare in qualunque momento le sue ragioni?
Insomma, sulla Politica l’unica verità è quella dei Politici, oppure anche quella dei Giornalisti o dei Cittadini?
Cosa ne pensate?

_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di Dr Domus il Sab Apr 07, 2007 1:29 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2007 1:08 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Appio

Novicius






Registrato: 31/01/07 09:38
Messaggi: 2
Appio is offline 






MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2007 1:23 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La verità dei politici è strettamente legata alle loro poltrone Twisted Evil
Mi sento di condividere con Doc il fatto che un titolo qualunque presuppone un livello superiore. Ma attenzione: non un livello superiore di conoscenza, che è tutto da dimostrare (e questo puo essere faticoso) ma a un livello sociale. Temo che certi TITOLI considerino le menti degli ALTRI sub normali, qualunque sia quello che viene effettivamente detto o dimostrato. Insomma Medioevo... Cool
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Circe

Praefectus





Età: 36
Registrato: 27/09/06 20:04
Messaggi: 822
Circe is offline 

Località: Barcino
Interessi: Imparare ancora un po'
Impiego: veterinaria
Sito web: http://www.fotolog.com...

MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2007 3:46 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Penso lo stesso che già si ha detto; un titolo è una "cosa" che si ha di ottenere con sforzo e mooolto tempo di dedicazione, questo lo sappiamo tutti...per altro latto un titolo non ti fa essere saggio...Molta gente ha titoli!! Non c'i sono così saggi nel mondo!!!
Il problema non è il titolo in se, il problema è la persona, se si crede superiore o no.
Mi spiegarò: conosco una professora di la facoltà (una grandissima amica) che ha al meno due dottorati e la cattedra e non so quanti titoli più...Ha il grandissimo dono della umilità e sa valorare tutte le oppinione vengono di chi vengono per uguale.
Per l'altro latto, anche conosco la tipica gente che per essere professore di questo o avere studiato a una determinata facoltà si crede un dio.
Un'altro essempio, queste mio propio...io ho un titolo universitario (dotoressa veterinaria)...bene, amici, la verità è che il contadino più analfabeta del popolo più piccolo sa molto più di malatie o di riproduzione di vacche o di pecore che io o che i miei compagni di produzione!!!
Avere titolo o no...dov'è la differenza!!
Ma, amici, dopo c'e la questione legale, sociale, o come si dica...una persona senza titolo ha meno valore...questo è un fatto.
Darius, amico, tu sei uno di tanti essempii di gente che forse non avrà titolo di "superprofe" ma che ha più conoscenza che molti.

_________________
Circe/Mònica Carrión Martínez

URBS UBI VER AETERNA EST.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Sab Apr 07, 2007 8:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non per fare il qualunquista, ma un titolo altro non è che un'indicazione per "il consumatore di informazioni"... insomma se io voglio sapere qualcosa sull'effetto Doppler andrò a sentire un laureato in Fisica, magari con una specializzazione in Acustica. A maggior ragione mi rivolgerò a Tizio piuttosto che a Caio se Tizio ha pubblicato tonnellate di libri sull'argomento di mio interesse e Caio neanche l'ho mai sentito nominare; ma niente e nessuno mi garantisce che Caio sapesse o meno quello che volevo sapere, magari anche meglio di Tizio.
Personalmente, se Tizio mi viene a dire che Caio è inaffidabile mi precipito da Caio per vedere cosa sa dirmi... magari poi andrò da una terza persona se i due mi hanno confuso con opinioni contrastanti.

Tutto questo papiro era un esempio chiarificatore, il succo è che ogni sedicente esperto è in possesso di una delle infinite tessere del mosaico della conoscenza e non è minimamente in diritto di sostenere la propria onniscienza a discapito delle conoscenze di chi non la pensa come lui. Ogni cosa va vagliata ed esaminata alla luce del logos che contraddistingue (o almeno dovrebbe) noi umani, non ci sono titoli che reggono! (anche perché non sono obbligato a riconoscere l'autorità che li ha rilasciati Wink )

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Rufus

Gladiator





Età: 58
Registrato: 27/03/06 14:15
Messaggi: 473
Rufus is offline 

Località: bononia




MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2007 7:33 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Se ci riferiamo a qualcuno che, in virtù della sua investitura ufficiale, è in grado di esprimere un giudizio ufficial che può escludere da una determinata carriera, ad esempio quella universitaria, allora possiamo dire che un professore di storia è un'autorità incontestabile.
Se invece pensiamo che la conoscenza è un insieme complesso di elementi che comprendono la lettura, l'interpretazione, il confronto con elementi ancora riscontrabili, la discussione in contradittorio, la sperimentazione empirica, la ricerca dei gesti e delle modalità sopravvissute all'evento; e se pensiamo che nulla più della storia si presta a questo,
allora possiamo dire che non è certamente un titolo attribuito con procedure elementari che può fare la differenza tra chi sà e chi sà meno.
Inoltre sappiamo che i metodi dell'interpretazione storica sono stati tanti e molti di essi nascono viziati.
Tanti hanno scritto ciò che i politici del loro paese volevano sentire, altri hanno scritto ciò che a loro sarebbe piaciuto che fosse accaduto, altri hanno le loro simpatie ed esaltano o denigrano a piacimento, etc.
La maggior parte degli storici che hanno scritto di Adua hanno detto per anni che gli italiani furono visti dagli etiopici mentre si avvicinavano alla città.
Un giorno, dopo decine di anni, un giornalista che scrive di storia andò ad Adua in un giorno ed in un'ora in cui tutto si combinava con le condizioni di quel primo marzo 1896, per scoprire che a quell'ora è completamente buio e non si vede nulla.
Questo è solo un esempio, ma...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 1:15 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Avete!

Penso che alla fine dipenda tutto dalla propria coscienza!
E' uno scontro tra arroganza e umiltà... o se vogliamo "sapere di non sapere"...per scomodare un certo Socrate... Wink

Lo Studio (in questo caso della Storia) dovrebbe dare gli strumenti per comprendere le tante discipline che compongono la scienza storica... Ma questo non DEVE darti il diritto di pensare di sapere tutto! Non si può sapere tutto, e di sicuro un pezzo di carta incorniciato appeso alla parete non ti da la conoscenza... E questo lo sapeva benissimo Socrate...

Non voglio dire che lo studio non sia necessario (altrimente starei buttando 5 anni della mia vita... Very Happy Accidenti Embarassed, vuoi vedere invece che è così?? Laughing ). Ma ciò non ti fa diventare di conseguenza onniscente!!

Insomma, studio, metodo e soprattutto forma mentis (cfr. Socrate Very Happy ) permettono di intraprendere una ricerca storica senza pregiudizi o presunzione, ma neanche in modo sprovveduto... E la collaborazione tra "professionisti" (passetemi il termine, ovvia Wink ) è fondamentale...
Dopotutto, Troia non l'ha scoperta un archeologo....per dire.... Wink

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 9:21 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il mio convincimento non si discosta dal vostro e molto poco ha da aggiungere: specie dopo gli interventi di Flavius Stilicho e di Silla che si sono espressi con un linguaggio così colto, che io non avrei saputo riprendere.

P.S.
Silla, Smile sapevi che Socrate è un mio lontano zio Wink per parte di padre? Mr. Green

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
cratos

Miles






Registrato: 21/03/05 12:30
Messaggi: 83
cratos is offline 






MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 5:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Avete

Dal mio punto di vista il titolo, o meglio la strada che porta ad esso, da gli strumenti necessari per affrontare il propri lavoro, penso al medico, etc.

Ma la vera differenza è il metodo con cui si affrontano le cose, ed è quello scentifico, facile a dirsi ma difficile a farlo proprio, e in questo caso il titolo non è nè una condizione necessaria nè sufficiente per ottenerlo, ma entrano in gioco molte altre cose...

C'è da dire poi che alcuni (molti) che hanno il titolo non hanno acquisito neanche quei strumenti basilari..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 8:10 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Plinius, intendi Socrates, il calciatore del secolo scorso??? Very Happy Very Happy

Caspita, non sapevo di questa tua dote sportiva avita... Laughing

E bravo il nostro Consul!! Laughing Laughing

E come dice il Dr. Zoiberg:
Hurrà!!!!! Mr. Green Mr. Green

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 10:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Molti di voi che frequentate il forum sapete come la penso in proposito. Più volte ho espresso il mio pensiero riguardo ai "titoli" che, ribadisco quotando gli altri, "non fanno la sapienza".

Anzi, in molti casi esprimono l'esatto contrario. Quotando Silla riguardo il grande Socrate il "sapere di non sapere" è la più grande dote. Ma questa dote, nella maggioranza dei casi, non fa parte del bagaglio dei titolati.

Anzi chi sfoggia un titolo, di qualunque natura, si credi di essere "superiore", in cosa poi non si sa. E così si pone di fronte alla massa, e la massa (ignorante) lo vede come un "sapiente", lo celebra come un sapiente e qualsiasi cosa esca dalla bocca del "saccente" ha più valore della stessa cosa affermata però da un non titolato.

Perchè questo? Perchè chi ascolta nella maggioranza dei casi è ignorante e non sa "capire" nè "discernere" ciò che può essere veritierio detto dall'uno e dall'altro, indipendentemente dal titolo portato o meno.

Per di più, i titolati il più delle volte (anzi oserei dire che sono la maggioranza dei casi) mancano di una componente fondamentale per definirsi "sapienti e ferrati in materia": la PRATICA.

Se il titolo (diploma - laurea o altro) non è supportato dalla pratica, ha ben poco valore. Tutti i giorni sul luogo di lavoro ho a che fare con "Dott. - Ing o Prof." e quant'altro, ma mai che abbia visto in uno di questi la "superiorità" nei confronti degli altri. Anzi è verissimo il contrario...si rivelano essere piccole persone causa proprio la mancanza della pratica, e questo pavoneggiarsi superiori le fa essere ridicole in certi casi. Però, nonostante questa lampante dimostrazione di incapacità, sono i più ascoltati lo stesso... Crying or Very sad

Spero di non aver offeso nessuno dei frequentatori del forum, ma io sono una da "pane al pane e vino al vino". Scusate Wink

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 11:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Visto che siamo in vena di scomodare filosofi di una certa importanza... mi piacerebbe citare il clamoroso caso di Aristotele, di certo saprete tutti che il mondo accademico si basò sulla sua auctoritas per secoli interi... Quando si doveva spiegare il perché di una teoria ritenuta valida a livello accademico si era soliti emmettere questo strano verso "Ipse dixit..." che altro non significa "Lo disse..."

Le più grandi scoperte del 1500, 1600 furono fatte tutte scardinando le posizioni del mondo accademico... ovviamente di acqua sotto i ponti ne è passata, ma troppo spesso si cade nello stesso vecchio tranello di appellarsi a titoli, pubblicazioni, collaborazioni che, a livello accademico, sono "lo nutricamento" primo dell'auctoritas... è chiaro che non si può discutere in questi termini su nessuna teoria che infatti, come ebbe a dire il buon vecchio Galilei, necessita di "SENSATE ESPERIENZE" e di "NECESSARIE DIMOSTRAZIONI" Wink

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Silla

Praefectus





Età: 36
Registrato: 12/03/05 19:25
Messaggi: 830
Silla is offline 

Località: Tergeste




MessaggioInviato: Ven Apr 13, 2007 11:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Quello che dici è vero, Tullia.

Diamo però qualche possibilità di redimersi all'uomo... Wink
Devo dire che dalle mie parti ho avuto modo di trovare (non sempre, però Rolling Eyes ) persone disponibili e aperte a nuovi visioni e concetti...

Non tutto è perduto, c'è ancora un po' di speranza...

_________________
Silla/Luca Ventura

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"O straniero, riferisci agli Spartani che qui
noi giacciamo, obbedienti ai loro ordini"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2007 1:22 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io infatti ho parlato di "maggioranza dei casi" non di "globalità".
Ho lasciato infatti uno spiraglio di luce, che qualcuno ha già iniziato a seguire, per fortuna Rolling Eyes .
Ma le tenebre sono dure da sconfiggere... Wink

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Circe

Praefectus





Età: 36
Registrato: 27/09/06 20:04
Messaggi: 822
Circe is offline 

Località: Barcino
Interessi: Imparare ancora un po'
Impiego: veterinaria
Sito web: http://www.fotolog.com...

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2007 11:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io penso che anche si ha di fare divisione tra le carriere cientifiche (mecinina, biologia, fisica...) e altre...nel senso che la gente di ciencie come la medicina, la genetica, ecc...sono "obbligati" a fare investigazione pratica, no so se mi spiego...
è differente uno che fa storia che uno che fa medicina nel senso che il medico ha una importantissima base pratica, e è bisogno sempre di studiare nuove cose e di tentare nuove tecniche, mentre che la storia è un po' più teorica, nel senso de che è ora quando si comincia a fare esperimentazione practica...
No so come sono gli studi di storia, ma poche pratiche si fanno, vero, Silla?? Ha poca gente ancora che faccia lavoro sperimentale. A una facoltà cientifica come la mia, tutti i professori (o la maggioranza) sono sempre impegnati facendo investigazione pratiche...e con i resultati, si fanno i articoli...I proffessori di storia, forse, non trovanno importanti questa basse sperimentale...non so...
Spero avermi spiegato bene...

_________________
Circe/Mònica Carrión Martínez

URBS UBI VER AETERNA EST.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Sab Apr 14, 2007 3:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sul fatto che i professori di Storia non tengano nella dovuta considerazione il metodo Scientifico Sperimentale credo non vi siano dubbi, stiamo per l'appunto commentando su quanto sia giusto escluderlo dallo studio della Storia prediligendo il concetto di autorità...
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Appassionati e studiosi dicono la loro sulla sperimentazione Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008