Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Skiltron
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e tattica militare
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
daimund

Novicius






Registrato: 11/10/06 23:02
Messaggi: 3
daimund is offline 






MessaggioInviato: Gio Ott 12, 2006 9:59 am    Oggetto:  Skiltron
Descrizione:
Rispondi citando

Qualcuno mi potrebbe aiutare e dirmi cosa è esattamente lo Skiltron, e se esiste una sua traduzione in italiano. Ho trovato questo termine in un testo sulla battaglia di Bonneckburn, che ha permesso agli scozzesi di ottenere l'indipendenza. Battaglia combattuta nel 1300 circa tra Edoardo II, re d'inghilterra, e Robert Bruce, re di Scozia. Battaglia combattuta pochi anni dopo la vicenda di William Wallace.
Grazie per il vostro aiuto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Gio Ott 12, 2006 9:59 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Rufus

Gladiator





Età: 58
Registrato: 27/03/06 14:15
Messaggi: 473
Rufus is offline 

Località: bononia




MessaggioInviato: Gio Ott 12, 2006 5:50 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Lo skiltron era la difesa ad istrice che i fanti scozzesi adottavano per difendersi dalla cavalleria pesante inglese.
Funzionò bene contro la cavalleria ma rese i fanti scozzesi, dotati di piccoli scudi o privi affatto, un bersaglio straordinario per gli arcieri gallesi, che ne facevano regolarmente una mattanza.
In sostanza una sorta di formazione di picchieri sul modello di quelle che si erano adottate sul continente europeo da italiani e svizzeri.
Vale.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
daimund

Novicius






Registrato: 11/10/06 23:02
Messaggi: 3
daimund is offline 






MessaggioInviato: Gio Ott 12, 2006 6:27 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie mille per la risposta esauriente. Mi inchino di fronte a tale sapienza.
Ciao.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Apuanus

Tiro





Età: 55
Registrato: 26/09/06 17:50
Messaggi: 44
Apuanus is offline 

Località: Roma


Sito web: http://www.radioalzoze...

MessaggioInviato: Lun Ott 16, 2006 10:46 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il primo impiego fu nella battaglia di Stirling Bridge (la battaglia di Stirling non fu in campo aperto come descritta nel film Braveheart, ma fu il tentativo di forzare un passaggio su un ponte). Gli Skiltron originari di Wallace erano essenzialmente statici, reggevano l'impatto della cavalleria ma erano soatanzialmente incapaci di manovrare, capacità che acquisirono con i migliomenti apportati da Robert Bruce e che portarono all'epica vittoria di Bannockburn
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Lun Ott 16, 2006 11:06 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In aggiunta alla casualità dell'attarversameto del ponte, responsabile di aver reso nulla la forza di scontro della cavalleria, gli storici hanno ricordato le condizioni del terreno.
A causa di piogge precedenti lo scontro, il terreno era fangoso e molto intriso d'acqua e contribuì a rendere difficoltosa qualsiasi manovra alla cavalleria.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Lun Ott 16, 2006 7:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Accidenti... Mad

Mi state demolendo anche il film Braveheart... Crying or Very sad

Ma possibile che in tutti i film americani, costoro debbano stravolgere la storia a loro uso e consumo?

Cos'è, sarebbe stata meno "spettacolare" mettere in scena una battaglia campale che verteva sull'attraversamento di un ponte? (tra l'altro una delle manovre più difficili in assoluto in campo militare)

AH! Confused

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Mar Ott 17, 2006 8:17 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La discussione "Skiltron", non pertinente al forum "ARMAMENTO D'ORDINANZA", è stato spostato nel più adatto forum "TATTICA MILITARE".
Gli interessati possono continuare la conversazione in quella sede.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)


Ultima modifica di Plinius il Mar Ott 17, 2006 8:20 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Apuanus

Tiro





Età: 55
Registrato: 26/09/06 17:50
Messaggi: 44
Apuanus is offline 

Località: Roma


Sito web: http://www.radioalzoze...

MessaggioInviato: Mar Ott 17, 2006 8:20 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Stravolgere? beh, il film è bello ma quando la bella principessina francese si sposa con il figlio di longshank, Wallce era morto da un paio d'anni se ricordo bene. Il padre di Robert Bruce non aveva la lebbra, era Robert Bruce stesso ad averla. Robert Bruce non era l'indeciso mollaccione mostrato nel film, era un tipo che la vigilia della battaglia di Bannockburn viene caricato da un cavaliere pesante inglese armato di tutto punto mentre lui era solo, armato solo di un ascia e non era sul suo grande cavalo da battaglia, la testa che è rotolata per terra non è stata quella di The Bruce, visto che ha avuto il tempo di vincere una battaglia il giorno dopo. La Storia viene totalmente stravolta, però resta una bella storia.
Però non sono stati gli americani a stravolgerre la Storia, Gibson è australiano e lo sceneggiatore è Randall Wallace.

P.S. Ops, quando ho scritto il post precedente non era ancora apparso, scusatemi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Il Pitta

Gallus





Età: 39
Registrato: 20/10/05 17:41
Messaggi: 319
Il Pitta is offline 

Località: Verona
Interessi: Storia, Archeologia, Polemologia, Celtismo
Impiego: Studente
Sito web: http://www.fianna-ap-p...

MessaggioInviato: Gio Ott 26, 2006 5:01 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vi sono fonti iconografiche ascrivibili ai Pitti che fanno pensare che la falange a schiltron fosse in realtà molto antica e impiegata molto tempo prima degli scontri con gli inglesi nel 1300.

In particolare, guerrieri Pitti sono ritratti su cippi e steli schierati con una prima fila di portatori di scudo e una seconda fila di lanceri con lunghe aste.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Gioal apPalug il Pitta
della stirpe dei Katti
Brennos dei Fianna apPalug

- Gioal Canestrelli -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
BlitZ

Miles






Registrato: 13/11/06 16:59
Messaggi: 53
BlitZ is offline 

Località: Napoli RuLeZ
Interessi: Strategia e Lotta
Impiego: Studente


MessaggioInviato: Mar Nov 14, 2006 9:54 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ho quasi finito di leggere un libro sulla storia della Scozia dal 500 d.C. circa fino a Culloden, e mi sono stupito della testardaggine mostrata dagli Scozzesi nell'utilizzare per tutto il medioevo la tattica degli "schiltron", che si rivelò quasi sempre perdente, tranne in pochi (ma importanti) casi in cui risultò vittoriosa, ma a causa di altri fattori che giocarono a suo favore.

Per chi non lo sapesse, lo schiltron era una formazione quadrata di uomini aramti di picche lunghe mediamente 3 metri e mezzo che derivava dalla formazione a falange e poteva essere usata in funzione offensiva e difensiva; se veniva attaccata dalla cavalleria, gli uomini della prima fila si inginocchiavano e piantavano la propria picca per terra, mentre quelli delle file posteriori poroiettavano la propria arma sopra le spalle dei compagni inginocchiati, presentando così alla cavalleria un muro di punte acuminate.

Gli schiltron apparvero per la prima volta alla battaglia di Stirling Bridge (1297), pare come idea di William Wallace, e furono subito vincenti: la cavalleria inglese che li caricò incautamente fu fatta a pezzi, ma questo fu dovuto al fatto che per attaccare gli schiltron, gli inglesi avevano dovuto attraversare uno stretto ponte pochi alla volta, e inoltre dopo il ponte si trovava un terreno fangoso poco adatto alle manovre di cavalleria.

A Falkirk (1298) invece, gli schiltron subirono la prima sconfitta. Dopo una prima carica di cavalleria respinta con successo, furono presi letteralmente al bersaglio da parte degli arceri gallesi (mercenari) con i loro longbow, che aprirono dei varchi enormi nelle formazioni scozzesi in cui si infilò poi il grosso della cavalleria inglese. Ancora vittoria ottennero a Loudon Hill (1307), dove però gli inglesi li caricarono in maniera sconsiderata _in salita_ verso la cima della collina. Ma la vittoria più grande ottenuta dagli schiltron fu sicuramente Bannockburn (1314), dove Robert Bruce ottenne l'indipendenza della Scozia. La vittoria fu dovuta ad una carica di cavalleria inglese molto avventata, alla pessima coordinazione tra le truppe inglesi, all'astuzia di Bruce (che sul campo aveva fatto scavare buche poi nascoste per rallentare le eventuali cariche di cavalleria e proteggersi così un fianco) ma soprattutto alla determinazione degli Scozzesi che si batterono con molto coraggio. Da qui in poi fu una serie di sconfitte, che sfruttarono il punto (molto) debole degli schiltron: era vulnerabili al tiro a distanza, essendo delle formazioni molto compatte e poco mobili.

A Dupplin Moor (1332) i lonbowmen gallesi fecero ancora strage degli Scozzesi, che pure avevano resistito alla cavalleria, come successe anche ad Halidon Hill (1333) dove inoltre tra le compagnie di arceri gli Inglesi avevano preparato con pali appuntiti delle specie di corridoi ad imbuto per cercare di convogliare gli Scozzesi contro la massa della fanteria e della cavalleria in attesa dietro ai longbowmen, cosa che avvenne puntualmente. Anche a Neville's Cross (1346) gli schiltron ruppero le formazioni dopo un fittisimo tiro degli arceri nemici, e furono sterminati dalla cavalleria che li inseguì. Indentica sorte degli Scozzesi anche ad Homildon Hill (1402). Malgrado le sconfitte subite, l'uso degli schiltron continuò per tutto il XV secolo, per raggiungere il culmine del disastro nella battaglia di Flodden (1513) dove si evidenziò un'altro limite degli shiltron: lo scontro ravvicinato. La battaglia si aprì con uno scambiò di colpi di artiglieria, ma mentre quella scozzese risultò inefficace, quella inglese uccise il Mastro Artigliere degli Scozzesi, e aprì immensi vuoti nei picchieri in attesa, che non ressero la pressione, e guidati dallo stesso Re Giacomo IV, scesero dalla loro forte posizione sopra una collina caricando gli inglesi. L'impatto dell'attacco venne fortemente ridotto dall'inclinazione e dalla scivolosità del terreno, che disunì notevolmente iranghi degli schiltron.

Ebbe così inizio un feroce corpo a corpo in cui gli Scozzesi capirono che la picca era un'arma temibile se usta in massa come facevano i fanti svizzeri e i Lanzichenecchi tedeschi (con quella che sarebbe diventata poi la tattica del "pike and shot", cioè dei fanti armati di archibugi al centro del quadrato protetto sui quattro lati da file di picchieri), ma era completamente inutile in un combattimento a distanza ravvicinata contro fanti armati di alabarde e ronconi come erano gli inglesi. Infatti le picche si erano allungate quasi a 5 metri, mentre le armi in asta inglesi erano lunghe circa 2 metri e mezzo, quindi molto più maneggevoli, e presentavano anche un maggiore allungo rispetto alle claymore e alle spade che gli Scozzesi sfoderarono dopo aver abbandonato le picche. Gli arceri gallesi ebbero comunque il loro effetto sugli Highlander dell'ala destra che erano senza armatura, e che dopo pesante perdite si diedero alla fuga, mentre l'ala sinistra, formata da border reivers e che già si era scontrata con il nemico ritirandosi entrambi, rimase inattiva per tutto il resto della battaglia. Gli inglesi sfruttarono la fuga degli Highlanders e aggirarono il centro scozzese attacandolo alle spalle, dando il colpo finale agli Scozzesi che stavano già per soccombere: quasi tutti i comandanti erano caduti, e lo stesso Giacomo IV era stato ucciso a pochi passi dal conte del Surrey, comandante in capo dell'esercito inglese. La battaglià continuò ancora finchè gli unici supersititi rimasero i soli border reivers rimasti in attesa, che a questo punto si ritirarono lasciando il campo agli Inglesi.

A mio parere, rimane quindi difficile capire perchè gli Scozzesi abbiano insistito così tanto ad usare gli schiltron, visto che le sparute vittorie riportate sono da attribuire a particolari condizioni favorevoli del terreno, stoltezza e disorganizzazione del nemico e qualche astuzia sul campo. Forse mancarono le possibilità di conoscere nuove tattiche o mancarono i contatti con ufficiali di paesi stranieri. O forse più semplicemente era una delle tante forme dell'attaccamento scozzese alle propie tradizioni, anche da un punto di vista bellico. D'altra parte basta ricordare che a Culloden gli Highlander agirono come avevano sempre fatto per tutti i secoli precedenti: una selvaggia carica contro il nemico con le loro broadsword sguainate, preceduta da una singola scarica di moschetto e pistole poi gettate a terra.

Ciao BlitZ

_________________
MiChiamoMassimoDelioQueriglio comandante dell'Esercito delNord generale delleLegioniFenix servo leale dell'unico vero imperatoreMarcoAurelio padre di un figlio assassinato marito di una moglie uccisa e avrò la mia vendettaIN QUESTA VITAO NELL'ALTRA
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mar Nov 14, 2006 7:22 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

BlitZ, ottimo intervento Very Happy Exclamation

Per puntualizzare la questione della Scozia vorrei ricordare che nonostante l'attaccamento alle tradizioni essa venne annessa all'Inghilterra solo tramite l'unificazione delle due corone nella figura di Giacomo VI Stuart di Scozia meglio conosciuto come Giacomo I di Inghilterra, dopotutto alla fine dei giochi risultò vincente la Scozia non trovate Wink Question

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Apuanus

Tiro





Età: 55
Registrato: 26/09/06 17:50
Messaggi: 44
Apuanus is offline 

Località: Roma


Sito web: http://www.radioalzoze...

MessaggioInviato: Mer Nov 15, 2006 2:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ehm... veramente fu l'Inghilterra ad essere annessa, la prima "Union jack" aveva la croce di S.Andrea sopra quella di S.Giorgio... poi arrivarono Cromwell e peggio ancora l'Orange...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Nov 15, 2006 7:20 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Scusate mi sono espresso male Embarassed intendevo proprio quello... e poi vabé si capiva dal fatto che Giacomo prima di essere Re d'Inghilterra con il suffisso di primo era il sesto Giacomo degli Stuart di Scozia Very Happy .
_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
BlitZ

Miles






Registrato: 13/11/06 16:59
Messaggi: 53
BlitZ is offline 

Località: Napoli RuLeZ
Interessi: Strategia e Lotta
Impiego: Studente


MessaggioInviato: Gio Nov 16, 2006 3:37 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Flavio Stilicone... Metterò sempre le mie capacità e sapere al servizio della Legio Very Happy
_________________
MiChiamoMassimoDelioQueriglio comandante dell'Esercito delNord generale delleLegioniFenix servo leale dell'unico vero imperatoreMarcoAurelio padre di un figlio assassinato marito di una moglie uccisa e avrò la mia vendettaIN QUESTA VITAO NELL'ALTRA
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Sab Nov 18, 2006 3:03 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ottima la descrizione dello Skiltron di Rufus, che d'altronde è il Discens Armaturam della Cohors I Italica (quindi certe cose... gli tocca saperle per forza Cool ).
Tuttavia, al pari di altri modelli detti 'ad istrice' e ben più famosi, come ad esempio la falange macedone, il problema tattico di questa formazione non è tanto la pericolosità delle frecce, quanto il fatto che necessita di una formazione compatta e molto distesa. I fianchi di questa formazione sono delicatissimi, e dunque è una soluzione valida solo in circostanze campali di una certa ampiezza.
Anche la fanteria legionaria e ausiliaria romana necessita di compattezza, tanto per le Gravis che per le Levis Armaturae; ma a differenza degli "istrici" ogni manipolo è difendibile su tutti i lati. Questo permette all'esercito romano di poter utilizzare i propri soldati tanto su un fronte disteso, quanto in micro azioni con i reparti frazionati. E' questo un vantaggio immenso a livello tattico, per il presidio di vasti territori in una medesima battaglia.

Ave Pitta
L'immagine che hai mostrato evidenzia solamente dei Leviorum, dotati di lancia o al limite di piccoli clipei tondi (talvolta di cuoio, come per i Caetrati). Effettivamente potrebbero svolgere un "istrice" se le lance fossero sufficientemente lunghe. Tuttavia sembra più semplicemente un tipico 'leggero' di quelli che l'esercito romano conosce sin dalle riforme serviane del VI secolo a.C., che sono il supporto mobile della fanteria leggera o della cavalleria leggera (insomma, grazie alla lunghezza dellalancia "coprono" dinamicamente i fanti davanti a loro...)

_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecnica e tattica militare Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008