Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

IL POTERE MARITTIMO DI ROMA
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e personaggi
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Apr 20, 2012 10:32 pm    Oggetto:  IL POTERE MARITTIMO DI ROMA
Descrizione:
Rispondi citando

IL POTERE MARITTIMO DI ROMA

Roma divenne un vera potenza marittima di prima grandezza nel mediterraneo del suo tempo e nessuno poteva contrastare il suo dominio.
Tutti gli storici hanno sempre riportato le sue origini dalla aggregazione crescente di agricoltori e allevatori formanti una minuta popolazione sensibilmente terricola. Tale popolazione rimase saldamente ancorata alla sua terra e non dimostrò che tardivamente il suo interesse per il mare. Quando poi gli sviluppi storici imposero il loro corso, ecco che i Romani divennero degli eccellenti marinai capaci di dominare il mare con maestria conquistando in tal modo un vero potere marittimo.
Questi fatti furono accettati universalmente, forse perché per scopi propagandistici tornarono utili a rendere ammirevole e grande Roma stessa.
(continua)

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Ven Apr 20, 2012 10:32 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Sab Apr 21, 2012 2:40 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(continuazione)
Ma qualsiasi marinaio di adeguata formazione marinaresca trova tutto ciò poco credibile.
Trova impossibile che una popolazione tipicamente terricola denunci un trattato navale, prima sottoscritto, con una temibile potenza navale straniera, la maggiore dell’epoca, Cartagine, senza saper esercitare un potere marittimo.
Come se non bastasse, a detta di Polibio, Roma avrebbe copiato una nave cartaginese arenatasi, avrebbe ideato e installato sulle sue navi un ingegnoso strumento tattico, il corvo, e avrebbe persino vinto tre importanti e risolutive battaglie navali contro una agguerrita, allenata, super esperta e potentissima flotta cartaginese, temuta, blandita ed ossequiata da tutti nel Mediterraneo.
Sempre acriticamente detto degli storici!
... E tutto ciò improntando dal niente!
Anche sul corvo c'é da dire.
(continua)

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Apr 27, 2012 7:44 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(continuazione)
Ma che cos’è il potere marittimo? Soltanto la potenza militare navale? E questa potenza militare navale da cosa è fatta? Dalle navi? Dalle armi? Dagli equipaggi?
Non soltanto questo. Non basterebbe.
Il potere marittimo è dato dalle conoscenze marinare, dal possesso di una flotta mercantile, dalla logistica necessaria ad entrambe le flotte, dall’organizzazione amministrativa e finanziaria necessaria a mantenere la funzionalità dell’apparato e dalla capacità di proteggere i traffici con le navi militari.
Parte importante capace di sviluppare il potere marittimo è anche una cognizione geopolitica del mare su cui si vuole esercitare la navigazione. Questo concetto era senz’altro presente nel senato romano, altrimenti non spiegherebbe l’uso navale per invadere la Grecia, l’Illiria, l’Asia Minore ed altre.
(continua)

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Gio Mag 03, 2012 6:51 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(continuazione)
Il mediterraneo ha visto diversi poteri marittimi: quello etrusco, quello siracusano, quello pithecusano, liparota, greco, punico. A proposito dell’esercizio del potere navale praticato, Strabone (XVII, 1, 1Cool riferisce che i Cartaginesi erano soliti affondare le navi non puniche trovate in navigazione verso la Sardegna o verso le Colonne d’Ercole. Viene facile credere che le storie su mostri marini, tempeste violenti, correnti furiose, scogliere affioranti, tutti orridi, quelle su popoli selvaggi e aggressivi e su pirati sanguinari, fossero loro ciniche invenzioni per dissuadere la percorrenza di rotte lucrose o l’esplorazione di terre che i Fenici consideravano loro.
(continua)

N.B.
L'emoticon presente è dovuto ad un difetto del sistema del forum: viene fuori molte volte in cui si scrive la cifra 8; pertanto l'uno seguito dall'emoticon sta per diciotto.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Dom Mag 06, 2012 9:41 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(continuazione)
Tutte le conoscenze marinare erano custodite assieme a mappe nautiche nel celebre ammiragliato punico distrutto quando fu presa Cartagine. Sono dunque tutti elementi necessari e presenti in ogni potere marittimo. Grazie al proprio, Roma ottenne da Cartagine l’indennizzo per danni di guerra di 3.200 talenti nel 241 a.c., 1.200 nel 238 a.c. e 10.000 nel 201 a.c. Questo da solo prova che Roma detenesse un potere marittimo.
(continua)

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Dom Mag 06, 2012 9:43 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

(continuazione)
Se questo non fa ritenere credibile che Roma avesse conoscenze marinare certe, considerevoli e temibili anteriori alla prima guerra punica, ecco altri fatti che accreditano la tesi facendo riconsiderare tutto quanto appreso dai libri di scuola scritti secondo le indicazioni dei programmi ministeriali sino ad oggi vigenti. E non basta muovere una critica, per quanto attenta, che evidenzia come i Romani non fossero mai stati promotori di esplorazioni geografiche, di viaggi di conoscenza d’altre parti del mondo come invece lo furono Fenici, Cartaginesi e Greci. I Romani erano pragmatici e alcuni campi non li esploravano, né li speculavano.
Naturalmente non significa che fossero amorfi e privi di inventiva, di immaginazione o di speculazione. Basti pensare all’ideazione del diritto, ancora oggi apprezzatissimo nel mondo anglosassone e tedesco e tutt’altra cosa del diritto greco precedente a quello romano, che li rese famosi e ammirati nel mondo di allora e costituì una base fondante della sua organizzazione politica tale da permettergli una lunghissima supremazia.
(continua)

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Lug 20, 2012 12:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Informo che alcuni imprevisti occorsomi, nonché l'elevatissimo tasso d'umidità della mia città che mi ha neutralizzato il pc attualmente in riparazione, mi hanno impedito di continuare a postare.
Scrivo questo messaggio con un pc prestatomi per pochissimo tempo da un mio amico.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia e personaggi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008