Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Tattica legionaria nello scontro.
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> I Legionari nel Cinema e in Tv
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Plinius

Princeps Senatus






Registrato: 11/03/05 05:08
Messaggi: 2186
Plinius is offline 

Località: Panormus/Balarmuh




MessaggioInviato: Ven Ago 12, 2005 12:24 am    Oggetto:  Tattica legionaria nello scontro.
Descrizione:
Rispondi citando

Ho iniziato a leggere il volume "Spes, ultima dea" della prof.ssa Danila Comastri Montanari (acquistato emotivamente per la sonorità creata dall'unione di nome e cognomi, inspiegabilmente capace di affascinarmi).

Lo so. Lo so, l'acquisto ha avuto motivi irrazionali.

Il volume è un romanzo giallo ambientato nella Roma del 26 d.c. con argomento un'indagine su un omicidio.
Al prologo mi son subito fermato per una cosa che non ho condiviso.

Prima di proseguire ritengo doveroso specificare che non ho alcuna intenzione di tagliare i panni addosso a chicchesia; nè tantomeno di fare il maestro, magari perchè favorito dalla frequenza di questo sito che mi ha permesso di conoscere, un po' meglio di altri, alcuni aspetti tecnici dell'esercito romano.
Certo quanto scriverò potrà sembrare l'opposto, o peggio potrà sembrare che voglia pavoneggiarmi; ma ripeto la mia estraneità a queste passioni e anticipo che prendo spunto da questo per avviare una conversazione sulla tattica legionaria in genere.
Aggiungo infine che la tattica impiegata negli scontri dai legionari è solo da poco tempo studiata e analizzata in aspetti prima non considerati e ritenuti credibili dai più così come erano descritti le rarissime volte in cui se ne parlava perchè nulle erano le inofrmazioni note in merito.
Ecco pertanto che la prof.ssa Danila Comastri Montanari non può certo essere criticata per la sua descrizione; e maggiormente se essa è stata un condensato di fatti che avrebbero altrimenti allungato il racconto disperdendo l'attenzione del lettore medio non certo interessato come noi a cose pressocchè esoteriche negli interessi della vita quotidiana.

Riporto brevemente il passo:
...Un braccio esile si levò col gladio sguainato nel segnale di attacco, e fu subito un infernale cozzar di spade e di giavellotti

Ora, per quello che i gruppi di archeologia sperimentale sul mondo classico hanno studiato e molte volte visto confermato dal ritrovamento di fonti inedite, nel passo non è per niente considerato l'ordine chiuso utilizzato dai legionari, sia attaccando che difendendosi, quando si scontravano con i nemici.
Nè è considerato che i giavelloti (dei Romani) (pilum) romani venivano lanciati prima del contatto fisico tra le schiere di entrambi gli eserciti: e infine, che i legionari non incrociavano le loro lame con quelle degli avversari, proprio per l'ordine chiuso e per altri motvi tattici.

Dunque è ipotizzabile che ancora una volta viene utilizzato il modello proposto dalla letteratura cinematografica, molto semplice da "distribuire", e che in ultima analisi non interessa poi molto far aderire la tattica mostrata a quella della realtà di quei tempi.

E' bene ripetere ancora una volta, perchè le osservazioni fatte testè non appaiano dissacratorie e petulanti, che non si pretende nel racconto una ricostruzione rigorosa, valida forse ai fini di studio sperimentale e forse ridondanti per la fruibiltà del racconto. Sarebbe un'obiezione criticabile come quella di studiosi antichisti e appassionati che, in un film commerciale e di trasporto emotivo, cerchino il rigore filologico. Per esempio i cavalli ripresi in ambientazioni precedenti al 600 d.c. privi delle staffe messe lì per ovvie ragioni commerciali. Il produttore cinematografico ha impegnato grandi numeri di figuranti di minori capacità equestri per pagarli di meno, per avere un minor costo dell'assicurazione infortunistica, ecc. E così per tante altre cose.

Dopo questa lunga premessa, per la quale mi scuso fidando nella comprensione dei lettori (doverosa per non urtare la suscettibiltà di alcuno) invito arsdimicandi e Tullia a trattare l'argomento essendo sino ad oggi i più accesi simpatizzanti di esso.

_________________
Plinius/Ettore Argan

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Ma, se un tiranno usurpa il potere e prescrive al popolo quel che deve fare, è anche questa una legge? (Alcibiade)

Quanto più volgare è l'uomo politico, tanto più stridente è il linguaggio. (P.C. Tacito)


Ultima modifica di Plinius il Sab Mar 11, 2006 7:54 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Ven Ago 12, 2005 12:24 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
Remvs

Ospite















MessaggioInviato: Lun Set 12, 2005 6:52 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

potresti sempre "far finta" che non tutti Pilum vengono gettati prima dello scontro fisico....magari qualche Pilum viene tenuto per essere usato più da vicino.... Wink

credo che essendo un romanzo l'autrice abbia cercato più l'evocazione della battaglia che non la filologicità.....del resto come poteva rendere "la scena"???
è come un radiocronista sportivo che si fa prendere dall'enfasi dell'evento sportivo....che si accende di mille colori nel tentativo di trasmettere l'emozione dell'azione.....e magari ci mettti un quarto d'ora per capire se la tua squadra ha fatto gol o meno..... Shocked Laughing
Torna in cima
Quintus Caius Caesar

Veteranus






Registrato: 29/10/10 23:15
Messaggi: 176
Quintus Caius Caesar is offline 

Località: roma
Interessi: modellismo, storia militare
Impiego: legionario


MessaggioInviato: Dom Nov 14, 2010 9:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

però secondo me non tutti i pilum fossero gettati nello stesso momento, io in battaglia a volte trovo un problema nel lanciare il pilum subito, e i motivi sono sempre uomini che impacciano il tiro o nemici che non riesco ad agganciare con il tiro dell' arma Wink , secondo me veniva usato quando se ne aveva bisogno Wink
_________________
tra le armi la legge tace_ cicerone

alea iacta est_ cesare

Quintus / Pietro Capone
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> I Legionari nel Cinema e in Tv Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008