Indice del forum

ArsDimicandi Forum

GLADIATORI, ESERCITO ROMANO, ATLETICA PESANTE

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

l'esercito tardo imperiale
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento d'Ordinanza
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Andronice

Tiro





Età: 55
Registrato: 21/06/07 20:41
Messaggi: 12
Andronice is offline 

Località: Sena Julia




MessaggioInviato: Mar Giu 26, 2007 11:09 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ave

Tullia, non era una citazione autoreferenziale.... passi e citazioni autarchiche non mi interessano.
Mi riferivo ad una sperimentazione proposta molti anni addietro a Rimini, ai tempi in cui facevo parte attiva del Collegio Gladiatorio, discorso ripreso a tavola (sempre con Darius, presenti molti membri della tua Legio), la sera della conclusione dell'Archeofestival.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mar Giu 26, 2007 11:09 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Tvllia

sagittarius





Età: 52
Registrato: 11/03/05 18:24
Messaggi: 2198
Tvllia is offline 

Località: Mvtina
Interessi: tanti
Impiego: impiegata


MessaggioInviato: Mar Giu 26, 2007 11:45 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ah Archeofestiva di Perugia, allora avevo inteso bene.
C'ero anche io l'anno passato.
Membro attivo del collegio gladiatorio, interessante. Forse in qualche passata manifestazione ti ho visto, io seguo AD dal 1999
Piccolo OT, scusate

Vale

_________________
Tvllia/Rita Lotti

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


"Non troveremo mai la verità se ci accontentiamo di ciò che è già stato scoperto.
Quelli che hanno scritto prima di noi non sono dei padroni, ma delle guide.
La verità è aperta a tutti e non è stata ancora trovata per intero"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Flavius Stilicho

Consul





Età: 29
Registrato: 15/06/06 20:44
Messaggi: 1606
Flavius Stilicho is offline 

Località: Avgvsta Pervsia
Interessi: Storia Romana, Tardo Romana- Bizantina, Lettura
Impiego: studente
Sito web: http://franuf1aviosti1...

MessaggioInviato: Mer Ago 11, 2010 6:55 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vegezio ha scritto:
ed ora passiamo all'esercito
Da Constantino in poi si ha (riassumendo, poichè ci sarebbero altre sottodivisioni) questa organizzazione:

limitane-i alle frontiere, nei pressi delle qaulali le popolazioni barbare venivano poste a cuscinetto


Comitatensi- ERano così composti: FANTERIA- Legiones cmitatenses
Legiones Palatinae
legiones pseudocomitatense
Auxilia Palatinae

CAVALLERIA-Vexillationes comitatense (catafratti,
Clibanari, Equiti Sagittari, ecc.)
Scholae Palatinae

ARTIGLIERIA- Ballista
Carrobalistae

REP.SPECIALI-Superventores
Praeventores


Sulle tattiche le fonti riportano varie possibilità di intervento tra operazioni ad "alta" e "bassa intensità".


Ogni volta che ho tempo approfitto per approfondire le mie conoscenze sul periodo tardo imperiale e tra una lettura e l'altra mi è capitato l'interessante libro di Yann Le Bohec "Armi e guerrieri di Roma antica - Da Diocleziano alla caduta dell'Impero" (ediz. 2008) in cui egli critica la classica teoria di un esercito romano profondamente riformato da Diocleziano e diviso in limitanei e comitatensi a costituire una "difesa in profondità" (pag.40):

"Innanzi tutto, lavori recenti hanno mostrato che la parola comitatus era impiegata ben prima di Diocleziano e lo è stata a lungo dopo di lui. Derivata da comes, "compagno (dell'imperatore)", indicava tutti i personaggi, militari e civili , che seguivano il sovrano, la sua corte, in una parola (Winterling, 1998). In secondo luogo, per quanto riguarda le nozioni di esercito mobile e di esercito stanziale, è evidente che sono il frutto della fantasia degli storici: un esercito era necessariamente stanziale almeno per una parte dell'anno, durante l'inverno, e non si vede per quale motivo dei soldati non avrebbero dovuto mai essere spostati, soprattutto quando il nemico incombeva. Da sempre tutti i soldati si spostavano quando era necessario. Quando Augusto ha voluto conquistare la Germania, quando Traiano o Lucio Vero hanno condotto la guerra contro i Parti, e in mille altre circostanze analoghe, si è assistito alla creazione di eserciti mobili a partire da truppe sedentarie. Infine, a proposito della difesa in profondità (Luttwak, 1987, pp.107-8, 110, 126), nozione che è stata criticata, a volte a ragione a volte no (Treadgold, 1995, pp.9-10), essa è stata imposta da più fattori. Le difficoltà logistiche hanno introdotto i capi a insediare soldati presso le fonti di approvvigionamento. Le pratiche di guerra proprie dei Germani, che volevano creare una zona desertica lungo tutta la loro frontiera, hanno spinto verso sud i soldati dell'esercito dei Galli. Infine, la concezione romana tradizionale della frontiera militare, che i moderni chiamano limes, ne faceva già una zona bidimensionale, come ha scritto Giovanni Forni (1962 e 1987). All'inizio del IV secolo questa zona si è semplicemente allargata ed estesa verso sud, almeno in Europa e in Asia, per i motivi di strategia e logistica che sono stati mensionati."

e ancora (pag.217-9):

"(comitatensis) Si tratta di un aggettivo derivato dai sostantivi comes e comitatus, dunque designa tutto quello che è latamente in relazione con la corte, quello che vi si trova e quello che ad essa appartiene, da vicino o alla lontana (del comitatus faceva ad esempio parte il comes largitionum sacrarum, le cui competenze erano assolutamente civili). [...]Per quanto riguarda il mondo militare, non risulta da niente che il comitatus potesse costituire un esercito. E, come hanno osservato Jean-Michel Carrié e Sylvain Janniard (2001, p.322), non c'è nessun argomento che consenta di dire che le unità dette comitantenses costituissero la guardia allargata. Non sembra assurdo, stando così le cose, avanzare un'ipotesi: l'imperatore poteva chiamare comitatensis un'unità che non era necessariamente acquartierata presso la residenza imperiale, ma che aveva meritato questo titolo come onorificenza. Questa supposizione permetterebbe di comprendere perché certi corpi insediati sulla frontiera erano chiamati con questo nome.[...]Limitaneus deriva dalla parola limes, il cui primo significato è "strada", "sentiero". Non è attestato in contesto militare prima di Tacito. In seguito fu utilizzato raramente, e unicamente in un'accezione molto limitata mentre gli archeologi ne fanno un uso abbondante, ad esempio nei congressi detti "del limes"; non fu molto utilizzato prima della Notitia Dignitatum.[...]Quanto al mito del soldato-contadino, si è già detto in precedenza quanto sia poco interessante.
In conseguenza, sembra che il vocabolario conduca a una constatazione: l'esercito romano non ha cambiato fondamentalmente strategia dopo l'alto impero. Ha conservato, innanzi tutto, una guardia imperiale, che apparteneva alla corte, al comitatus, e che si è ingrandita nel corso del IV secolo per diventare una piccola armata di palazzo. In seguito ha mantenuto sulle frontiere le forze numericamente più consistenti, formate da soldati chiamati limitanei, ad eccezione di un'élite che aveva diritto al titolo di comitatenses."

Per quanto riguarda la forma degli scudi mi limito a citare un passo di Ammiano (XXIX, 5, 48.) che descrive una battaglia tra il padre di Teodosio I e re Igmazen che proteggeva Firmo, un rivoltoso berbero, lasciando a voi le conclusioni:

"47 Et secutae principio lucis, utrimque occursurae sibi ad confligendum processerunt acies minacissimae, et barbarorum viginti paene milia in ipsis locata sunt frontibus, occultatis pone terga subsidialibus globis, ut adsurgentes paulatim nostros multitudine clauderent insperata: hisque Iesalenses auxiliares accessere quam plures, quos adiumenta et commeatus nostris docuimus promisisse. 48 Contra Romani, quamvis admodum pauci, tamen fortibus animis victoriisque antegressis elati, densatis lateribus, scutisque in testudinis formam cohaerenter aptatis restiterunt gradibus fixis, et a sole orto usque ad diei extimum pugna protenta, paulo ante vesperam visus est Firmus, equo celsiori insidens, sago puniceo porrectius panso milites clamoribus magnis hortari, ut dedant Theodosium oportune, truculentum eum adpellans et dirum et suppliciorum saevum repertorem, si discriminibus eximi vellent, quae perferebant."

Che tradotto suona più o meno così:

"All'alba del giorno successivo, i due eserciti si avanzarono minacciosissimi per venire a battaglia. Circa ventimila barbari si schierarono sulla sola linea di combattimento, mentre le truppe ausiliarie si nascosero dietro di loro per irrompere a poco a poco e chiudere i nostri con il loro numero inaspettato. A questi si aggiunsero numerosissimi ausiliari Iesalensi, che avevano promesso, come abbiamo narrato, di portare aiuti e vettovaglie ai nostri. Dalla parte opposta i Romani, sebbene assai inferiori per numero, resistettero saldi e valorosi, incoraggiati, com'erano, dalle vittorie precedenti. S'erano schierati stretti gli uni accanto agli altri ed avevano formato con gli scudi una testuggine. La battaglia si protrasse dal sorgere del sole alle ultime luci. Poco prima di sera si vide Firmo che, montato su un alto cavallo, spiegava ampiamente il suo mantello rosso ed esortava con grandi grida i soldati di consegnargli in quel momento opportuno Teodosio, da lui chiamato selvaggio, feroce e crudele inventore di delitti, se volevano liberarsi dai pericoli a cui erano esposti."

_________________
Flavius Stilicho

Francesco Bindella

Alme Sol, curru nitido diem qui
promis et celas aliusque et idem
nasceris, possis nihil urbe Roma
visere maius.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Dr Domus

Site Admin


gladiatores


Età: 53
Registrato: 10/03/05 22:31
Messaggi: 1637
Dr Domus is offline 




Sito web: http://www.arsdimicand...

MessaggioInviato: Mer Ago 18, 2010 2:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Tvllia ha scritto:
Ah Archeofestiva di Perugia, allora avevo inteso bene. Vale

Andronice non è stato solo uno dei primi membri del Collegio, ma ha anche partecipato a recenti tornei di duello di AD. Idea

_________________
Dario Battaglia
Per correttezza, si prega di riportare la fonte degli argomenti qui discussi nel caso vengano girati e argomentati su altri forums
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Armamento d'Ordinanza Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





ArsDimicandi Forum topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008